Paolo May, ambasciatore dell’isola d’Ischia in Crimea

0

Ci sono eccellenze nostrane che viaggiano in tutto il mondo per far conoscere la nostra isola e la propria arte. Una di queste eccellenze è, senza ombra di dubbi, Paolo May che è volato dinuovo in Crimea per prendere parte ad un media tour tra le più belle località della nazione, per la propria mostra di opere d’arte che ha riscosso un grande successo e per prendere poi parte al terzo Forum sullo sviluppo ed il benessere di Crimea organizzato dal Ministero di Cura e Turismo nazionale.

Paolo, che già nei mesi scorsi ha dimostrato come la Crimea sia interessata sia alla sua arte che soprattutto alla nostra isola che vede come possibile meta per scambi culturali e turistici, sta avendo modo di conoscere con mano le particolarità di una terra solo apparentemente molto lontana da noi.

Paesaggi bellissimi, lidi ed insenature particolari, costruzioni legate alla storia del popolo della Crimea visitabili ed affascinanti e tanta, tanta cultura mista all’arte ed alla gastronomia. Insomma, la Crimea si conferma essere una nazione tutta da scoprire e conoscere al meglio.

Ma torniamo al nostro Paolo May. “Siamo qui con una delegazione italiana e molto ischitana per prendere parte all’importante terzo forum sui temi dello sviluppo e del benessere – ci ha raccontato – ed intanto in questi giorni precedenti all’importante evento, ho avuto l’opportunità di poter allestire una mostra artistica che ha visto tra i frequentatori anche molte personalità illustri della società e della politica della Crimea, cosa che mi ha fatto davvero molto piacere.”

Una ampia fetta del paese è stato visitato grazie al Crimea International Art Media Tour cui ha preso parte anche il nostro Paolo assieme a colleghi di vari paesi europei, come l’Islanda, l’Olanda, la Francia e la Russia). Il tour è stato pensato ed organizzato dalla giornalista Oxana Jucova sotto le direttive dei Ministeri del Turismo e della Cultura e si è articolato, come vediamo da alcune immagini condivise da Paolo May, in un giro che ha toccato varie città della Crimea per mostrare e parlare di arte ed amicizia fra i popoli.

Tante le novità ed i nuovi possibili rapporti instaurati da Paolo May e dalla delegazione italiana presente nell’emergente Crimea, tanti gli argomenti, quindi, che saranno affrontati all’interno del terzo forum sullo sviluppo e benessere che inizierà a breve  in cui, ne siamo certi, il nostro Paolo sarà un abile ed eccellente protagonista.

Appuntamento a presto, quindi, con le notizie dal forum di Crimea, in cui il nostro Paolo May vestirà i panni di relatore, assieme a Givannangelo De Angelis, dove nuovi possibili assetti economici e turistici possono e devono prendere forma, interessando anche la nostra isola che può, a tutti gli effetti e lo dimostra ogni giorno di più, essere interessante agli occhi del popolo della Crimea e non solo, allargando i nostri orizzonti turistici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui