O la linea o Gattuso | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 24 novembre 2020

0

Dopo la sconfitta interna col Sassuolo, avevo in qualche modo esaltato quel “vero del calcio” che ancora ci lega a questo sport. Naturalmente, “vero” deve essere considerato anche l’esito di certe partite, che se interpretate in maniera scevra dal tifo spicciolo, non possono che mettere a nudo verità oggettivamente inequivocabili.

Nel 4WARD di oggi, dopo la sconfitta per 1 a 3 di domenica sera, potrei fare un copia/incolla delle stesse considerazioni tecniche espresse a margine dello 0-2 interno contro il Sassuolo. Lo farò solo parzialmente, giusto per smentire quelli che oggi sono pronti a rinfacciarmi di attaccare il mister azzurro dopo averlo esaltato (mai, se non sotto il profilo umano): “…così come mai avrei previsto un Gattuso andato completamente in bambola sia nell’interpretazione della gara sia nella gestione delle sostituzioni: uno stato d’incertezza, il suo, che fa il paio con i tre gol divorati da Osimhen e Mertens e la sciocchezza immane di Di Lorenzo in occasione del rigore subito.”

Anche contro il Milan “Ringhio” ha letteralmente dato i numeri, dapprima insistendo per l’ennesima volta con il solito, improbabile 4-2-3-1 favorendo un’avversaria quanto mai in palla e insistendo con un Fabian Ruiz del tutto fuori ruolo che serve solo a farci giocare con un uomo in meno; poi, sbagliando sia i cambi sia -addirittura- l’utilizzo degli slot disponibili; e, alla fine, facendo finta di accollarsi le colpe della sconfitta per poi condannare malcelatamente l’atteggiamento dei suoi (mal gestiti) giocatori.
Prima, durante e dopo, ancora una volta, Gattuso ha mostrato tutti i suoi limiti, ben oltre gli svarioni di Valeri e del VAR e in linea con una società che, stranamente e sin dallo scippo dello scudetto di sarriana memoria, continua inspiegabilmente a tacere al riguardo.

Delle due l’una: o si cambia linea, o si cambia allenatore. Perché nonostante De Laurentiis, può capitare di cambiar moglie, ma mai la propria squadra del cuore!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui