Niente gol ma è un’Ischia «tosta»

Poche occasioni da una parte e dall’altra nell’arco dei tre tempi da 30’

0

G.S. | Un buon galoppo quello dell’Ischia ieri pomeriggio al “Mazzella” contro il Nola, formazione di serie D. Niente gol a Fondobosso ma s’è intravista quella “sostanza” tipica delle squadre di Monti che tuttavia, al termine dell’allenamento congiunto, ha dichiarato di essere tutt’altro che soddisfatto di questo test. Le attenuanti in casa gialloblù non mancano, ma a microfoni accesi l’allenatore non le ha prese assolutamente in considerazione. A parte la differenza di categoria (anche se a nostro avviso, il Nola per salvarsi in maniera diretta deve intervenire sul mercato), le due settimane di lavoro in più dei dirimpettai, le tante quanto importanti assenze nelle fila isolane, sono da mettere in conto. Ma Monti non ne ha voluto sapere, dichiarando apertamente che l’Ischia vista ieri non gli è piaciuta, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo della manovra. Il tecnico fa bene a pretendere dai suoi sempre il massimo, ma era pur sempre la prima “sgambata” a tutto campo dei gialloblù, i quali da due settimane stanno lavorando sodo; lunedì per giunta hanno svolto un gran bel lavoraccio sulla forza e qualche calciatore evidentemente è ancora imballato.

DOPO 193 GIORNI – Non è una gara ufficiale, ma l’Ischia ritorna su un tappeto verde per una partita dopo la bellezza di 193. L’assenza di pubblico si nota anche se, essendo un test estivo, può capitare che in tanti siano impegnati col lavoro. La mancanza di pubblico si percepirà di più con l’inizio del campionato.

SCHIERAMENTI – Come riportato ieri, formazione quasi obbligata per Monti che deve rinunciare per motivi vari a Mennella, Sogliuzzo, Capuano, Monti, De Luise e Rubino (quest’ultimo dovrebbe sottoporsi all’intervento la prossima settimana). Scusate se è poco. Tra i pali c’è il debutto di Di Chiara. In difesa Invernini a destra, Pistola a sinistra, Chiariello e Di Costanzo i centrali. In mediana Saurino C. con Trofa e Arcamone al suo fianco. In avanti Saurino G. centrale supportato da D’Antonio e Castagna. Pezzella disegna un Nola compatto. Elefante e Pesce ripiegano sulle corsie dando una mano a Granata, Sannia e Sagliano. Acampora (uno dei due ex di turno, l’altro è Chiavazzo) agisce in mediana insieme a Sorrentino. In avanti Cozzolino punta centrale, Raiola e Carrafiello sugli esterni.

BUON AVVIO – Togliere la “ruggine” dopo oltre sei mesi non è semplice nemmeno per il miglior artigiano. Comunque l’avvio è promettente: Carrafiello reclama un rigore (2’), poi l’Ischia ha una buona chance per passare ma Castagna (9’) spreca una buona occasione, allargando il piattone a dismisura. Pericolo in casa isolana all’11’ quando Granata svetta ma il pallone termina alto. Il Nola ci riprova al 22’. Pesce mette in area, Arcampora si gira e conclude di sinistro: Cozzolino sfiora soltanto e la palla esce non di molto. L’Ischia prova a imbastire qualche buona azione ma D’Antonio spesso è costretto a venire in mezzo al campo e Castagna non ha spazio per incidere da par suo. Gianluca Saurino è tenuto a bada dai centrali bruniani. La difesa ischitana raramente va in affanno anche perché il lavoro a centrocampo c’è e si vede. La mancanza di lucidità porta a commettere qualche errore in fase di disimpegno, ma di questi tempi ci può stare. Sul finire del tempo, una palla persa per poco non consente a Sagliano di superare Di Chiara (sinistro alto).

Seconda frazione sulla falsariga della prima. Squillo di Trani (subentrato a Saurino G.) ma conclusione centrale. Monti effettua altri cambi: Di Meglio N. per Arcamone, Accurso per Invernini (che poi subentrerà a D’Antonio), Buono per Saurino C. Il Nola ne cambia sette contemporaneamente. Pistola va alto a destra, Trofa centrale. Nola insidioso nell’arco di pochi secondi: al 23’ Corbisiero supera il portiere ma Chiairello salva; poi Massaro dalla distanza fa volare Di Chiara che smanaccia il bolide con un colpo di reni. Nel finale della seconda frazione, viene fuori la differenza di preparazione. Il talentuoso La Monica al 27’ grazia Di Meglio M. II bruniani spingono anche nella terza frazione: l’Ischia regge ma non riesce a ripartire. Al 5’ Buono si fa anticipare da Luise che non riesce a imprimere forza al pallone. Monti, che nel frattempo aveva schierato Di Sapia al posto di Castagna e Miniello per Pistola, manda in campo anche l’altro baby Formisano. L’ex arbitro federale Gianni Trani, coadiuvato da Nello Piramo e Antonio Ionchese, manda le squadre negli spogliatoi. Ischia di nuovo in campo domenica per la prima gara ufficiale. Arriva il Poggiomarino ed in ballo c’è il passaggio al secondo turno di coppa.

IL TABELLINO

ISCHIA CALCIO           0
NOLA  0

ISCHIA CALCIO: Di Chiara (10’ st Di Meglio M., 13’ tt Delicato), Invernini (12’ st Accurso), Pistola (13’ tt Miniello), Saurino C. (13’ st Buono), Chiariello, Di Costanzo (23’ tt Formisano), D’Antonio (10’ st Invernini, 7’ tt Esposito), Trofa, Saurino G. (18’ st Trani), Arcamone (1’ st Di Meglio N.), Castagna (3’ tt Di Sapia). (In panchina Pesce). All. Monti.

NOLA: Capasso, Granata, Elefante, Sorrentino, Sannia A., Sagliano, Pesce, Acampora, Raiola, Cozzolino, Carrafiello. Sono entrati nel 2° e 3° tempo Sarracino, Sannia S., Iannuzzi, Cirillo, Luise, Caliendo, Massaro, Madonna, Argentato, La Moncia, Chiavazzo, Corbisiero). All. Pezzella.

ARBITRO: G.Giuseppe Trani (ass. Antonio Ionchese e Nello Piramo).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui