fbpx

Nero o rosso, tutt’erba un fascio | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 12 ottobre 2021

Must Read

Chi sbaglia paga e, in alcuni casi, non gli toccano neppure i cocci come per chi, più semplicemente, rompe. E’ il caso degli esponenti di Forza Nuova in occasione del recente attacco alla CGIL di Roma nell’ambito della manifestazione no-green pass. Nulla da dire, le Forze dell’Ordine hanno fatto del loro meglio in un solo giorno, assicurando alla giustizia una ventina di fanatici, tra i quali il leader del movimento. E una volta accertate le responsabilità e la colpevolezza, se dipendesse da me, farei buttar via le chiavi!

Naturalmente l’occasione è stata propizia per associare questo sgradevole episodio all’ormai imminente ballottaggio romano tra Gualtieri e Michetti, continuando a sottolineare il rischio di certa destra al governo della città e del paese, oltre alle presunte affinità tra il candidato sindaco in vantaggio e l’ex ministro di centrosinistra.

Non starò qui a sottolineare quanti sgradevoli interventi giornalistici si sono susseguiti prima, durante e dopo la prima fase della campagna elettorale ancora in corso, a cominciare da quello della solita Lilli Gruber e di opinionisti più o meno noti, convocati ad hoc dalle varie trasmissioni televisive e radiofoniche pur di sparare addosso al nemico, in barba alla par condicio e alla deontologia legata al ruolo di chi informa.

Vi dico la mia: se il problema è realmente quello di sconfiggere il fantasma del fascismo, così come il segretario CGIL Landini ha chiesto, va sciolto sì tutto quel che, ideologicamente e in certi atti, potrebbe in qualche modo rievocarlo. Ma allo stesso modo bisognerà trattare i nostalgici delle BR, certi centri sociali, i soliti disoccupati organizzati con le bandiere rosse, parte delle Sardine e chiunque, in qualche modo (anche semplicemente cantando “Bella Ciao” quando c’entra come il cavolo a merenda) possa ispirare il pur minimo collegamento agli orrori del comunismo, che sono altrettanto condannabili ma tuttora socialmente impuniti. Anzi…

Ci state o no?

1 commento

  1. Il problema non è il fascismo questo è chiaro. Il vero problema di questo paese
    è traducibile facendo un esempio fresco fresco della nostra isola: due esponenti di centrodestra, che io reputavo persone di altissimo profilo politico e morale, lasciano l’unico vero partito di centrodestra per Fratelli d’Italia. È inutile che parliamo del motivo di tale fuga, siete semplicemente scappati perché Forza Italia oramai è defunto. Il vento è tutto per la Meloni, come dimostrano da mesi i sondaggi. Avete deciso di saltare sul carro dei futuri vincitori, scappando a gambe levate da un partito distrutto e governato male si, ma almeno Forza Italia era scevro dalle ideologie estremiste e soprattutto non si nutriva della melma dei Jonghi Lavarini, Valcepina etc… Ora siete in quel partito che si nutre di questi personaggi. Un partito la cui esponente l’altro ieri era in Spagna al convegno del Franchismo, ad urlare la pacchianata del “Yo soy Giorgia,…”. Ripeto, Vox è il partito Franchista per antomasia. Ecco, ecco con chi siete ora, braccio a braccio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Tragedia. Uomo colto da malore, muore sulla strada di casa

Venerdì di dolore e di sgomento. La quiete della comunità isolana e della comunità di Casamicciola Terme, sono state...