venerdì, Giugno 18, 2021

Nautica & Gestori. Un Porto per amico a Lacco Ameno. Giunta “verità” con il nuovo bando?

In primo piano

Ida Trofa | La scelta di Pascale di togliere le protezioni e di accelerare anche sulla questione porto turistico di Lacco Ameno la dice lunga sulla posta in palio. Una scelta che ribalta lo scenario geopolitico dell’affare diportismo all’ombra del Fungo, ma di fatto, per ora, non ribalta  la situazione. Perché se la prospettiva di far fuori Giuseppe Perrella, l’uomo del odiato nemico Domenico De Siano, per tendere la mano a Donato Di Palo, intimo di Francesco Del Deo, piace anche alla frangia più estremista della compagine “libertà libertà“ del Barone  che martedi ne discuterà in una giunta urgente, in concreto (e lo ricordano sono in corso procedimenti innanzi al TAR, arbitrati “per nulla” favorevole alla rimozione) non sono i bandi e le giunte last minutes  a limitare l’efficacia della gestione del porto ma la capacità, cioè la carenza di materia, di domanda, di offerte degne, di progettualità e metodo.

Moti vecchi saggi dell’esecutivo lacchese hanno tentato di frenare gli impeti giovanili del gruppo, senza esito però! Cambia o cambierebbe, dunque, il gestore, meno la pratica. Ovviamente discutendo in termini di interessi pubblici. Quelli privati e politica sono un’altra storia.  Intanto l’esecutivo di Giacomo  Pascale ha disposto, salvo imprevisti, che martedì  11 maggio si terra una convocazione urgentissima in materia.

E’ già stata chiesta al sindaco di Serrara Fontana, Rosario Caruso, la disponibilità all’operativa della segretari comunale Mariagrazia Loffredo.  Un modo per recuperare tempo stante l’incertezza dei giudizi pendenti, con l’estate alle porte e con la necessità di condensare tutto in condensabile prima (o poi) che il Consiglio di Stato si esprima sul voto, ovvero fino a quando, chissà, Giacomo sarà sindaco. Meglio evitare imprevisti e mantenere il tabellina elettorale. Il rebus  è come andrà a finire. Il nuovo bando di fatto non elimina il problema e la querelle giudiziaria con l’attuale ed inviso gestore che ha tutte le carte in regola e gliele ha scritte Giacomo per chiedere un risarcimento milionario all’ente. Qualcuno si tigrerà lo sfizio, qualcun altro, l’ente pubblico e le casse cittadine, pagheranno il conto. Gli sfizi, anche quelli elettorali, si pagano!

Marted’ in giunta l’approvazione del Bando per la nautica

Cosi in vista della scadenza di giugno con lo scadere del contratto Perrella-Marina di capitello Scarl, la Giunta discuterà, nel pieno del caos amministrativo, l’approvazione del  “bando per i servizi propedeutici alla nautica da diporto“.

Rumors ed indiscrezioni, cosi come era stato in sede elettorale, darebbero per certo il passaggio di testimone Perrella-Di Palo.

Il progetto politico e personale di una parte estremista della compagine di maggioranza che avrebbe confezionato ad hoc la procedura per togliere dalle mani di Giuseppe Perrella il porto per affidarlo all’altro potente della marineria locale Donato Di Palo. Come andrà finire? Vedremo.

Politica e affari, politica e ripicche, vanno insieme da sempre. Legati in un rapporto in cui emergono due ruoli. Uno è sicuramente quello della politica che non amministra, ma  esibisce e incrementa il proprio potere.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Forio, venerdì riapre l’Hub vaccinale di via Casale

Venerdì 18 giugno riprenderanno le attività della campagna vaccinale presso l’Hub di Forio (Palazzetto dello Sport in via Casale).Per...
- Advertisement -