martedì, Maggio 18, 2021

Naspi e tutele, “I ragazzi in piazza” raccolgono più di 1000 firme

In primo piano

Una petizione molto sentita e una raccolta firme partecipata. Ecco due degli aspetti di rilievo che hanno caratterizzato la mattinata di ieri ad Ischia in Piazza degli Eroi dove “I ragazzi in piazza” hanno realizzato una manifestazione per raccogliere firme e richiedere, con forza, provvedimenti a supporto dei lavoratori stagionali.

Durante la mattinata, in cui sono state raccolte circa 1000 firme, sono stati presenti in piazza, a supporto della causa, anche il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino, affiancato dal consigliere Carmen Criscuolo, e Stani Verde, consigliere comunale di Forio.

Una mattinata fruttuosa che procede di pari passo con le altre piazza a livello nazionale. Una ottima organizzazione che continuerà tra qualche giorno quando una delegazione del gruppo “I RAGAZZI IN PIAZZA” chiederà incontro con il ministro del lavoro Orlando al quale saranno consegnate le proposte e le petizioni firmate nelle 18 piazze italiane.

Le proposte sono : un’unica soluzione di sostegno definitiva che possa includere tutti i lavoratori provatamente coinvolti senza più distinzioni di sottocategorie ma piuttosto basandosi sul reale bisogno comprovato dal proprio storico lavorativo; una proroga Naspi per tutti i lavoratori che ne hanno maturato il diritto quest’anno. Prolungamento automatico che possa coprire il periodo in cui non vi e’ praticamente possibilità di occupazione; prendere in considerazione un controllo dinamico e una più chiara definizione degli interventi al fine di evitare la discrezionalità dei diversi uffici INPS territoriali; prendere in considerazione un provvedimento di ridimensionamento significativo riguardo la tassazione delle strutture legate al turismo e alla ristorazione, settori questi gravemente colpiti dalla crisi, a patto che suddette strutture rispettino, in maniera comprovata, le condizioni contrattuali previste dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL). Si chiede, infine, il rispetto delle attuali condizioni contrattuali (CCNL) e la reale tutela dei diritti dei lavoratori del turismo, infine l’impegno dello Stato in una lotta senza quartiere contro i trasgressori e contro il lavoro in nero.

Foto gglubrano

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Ultim’ora sul fronte abusivismo e demolizioni. Sospeso abbattimento a Napoli su ricorso dell’avvocato Bruno Molinaro

Quando l’ultimo filo di speranza era venuto meno e la disperazione aveva ormai preso il sopravvento, la Procura della...
- Advertisement -