fbpx

Milano – Ischia in bici. Giorno 5

Must Read

Continua la bellissima impresa di Giuseppe Alessandro Porraro che da Milano sta raggiungendo la nostra isola di Ischia, ritornando a casa in un modo molto particolare.

Leggiamo insieme il diario del giorno 5 (il 22/07/2021)

“È stato davvero difficile ripartire da Lucca, proprio perché sarei voluto restare il più possibile.

Dopo aver rivisto la pianificazione della giornata, prendo e parto spedito alla metà del giorno(con un po’ di dubbi sul dove transitare)

Vi pare che le cose possano mai andare secondo i piani?!

Col c**ò!
Ve la faccio molto breve, vi ricordate quando mi ho chiesto se andare a San Miniato o Pisa?
Bene… ero stanco e mi son detto: ma si dai, arriviamo direttamente a San Gimignano( dove sarei dovuto arrivare per la sera) così da potermi riposare un po’.

Mi dispiace aver “deluso” chi magari sperava Pisa o San Miniato, ma la realtà dei fatti e che per non far rimanere male nessuno, non sono arrivato da nessuna delle due parti .

Bensì mi sono fatto un giro in ospedale ( colpo di calore) visto che ancora mi mancava come esperienza, e vi pare che mi faccio mancare qualcosa?!
Giammai!

Tutto sommato sono sano come un pesce, l’unica cosa, è che ho fatto il pesce fuor d’acqua e con questo caldo era meglio evitare.
Per fortuna ho incontrato Andrea, una delle tante persone che mi sta aiutando in questo viaggio che mi ha riportato a recuperare la bici (un po’ di 🍑 non guasta mai) che ho ritrovato esattamente lì e mi ha riportato ancora ad Empoli.

Da qui, visto che comunque mi è stato consigliato di riposare un giorno, mi son detto domani arriverò a metà tappa a Siena, tanto vale andare lì e visitarmi bene la città e provare qualcosa di tipico anche qui, giusto no!?

So che non sarà Lourdes come molti mi suggerivano, ma di chiese ne vedo abbastanza e facendomi il giro di tutte, magari una benedizione ci scappa (nonostante non sia credente) che male non fa!

Come ci sono arrivato? Beh, mancavano 50 km a qui, un po’ mi dispiace non esserci arrivato con le mie gambe, ma vabbè, alla fine dei conti l’obbiettivo è l’esperienza che mi porterà, ma soprattutto affrontare gli imprevisti che capitano!

Domani?! Niente più domani, non ci voglio pensare più

Penso ad oggi che sono a Siena e mi godo un po’ di meritato riposo!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

E’ morto mons. Regine, la chiesa di Ischia perde un suo pilastro

A 93 anni, Don Giuseppe Regine, parroco della Chiesa di San Vito è deceduto. Un lutto che colpisce l'intera...