fbpx
HomeSocietàMilano - Ischia. Giorno 4. Il diario di Giuseppe Porraro

Milano – Ischia. Giorno 4. Il diario di Giuseppe Porraro

Il 21 luglio ha segnato il quarto giorno di viaggio, caratterizzato da un piccolo incidente di percorso.
Leggiamo.
“Ci è mancato un pelo, il viaggio rischiava di finire qui.

Mi sveglio e con le dita incrociate provo ad accendere la mia e-bike. Ma niente, il motore sembra non andare, anzi è bruciato (come mi è stato confermato poi).
Alla fine dei conti avevo scelto un e-bike proprio per potermi portare più roba possibile per il viaggio ed affrontare il passo della Cisa. Ed e proprio lì, dove la mia scelta mai è stata più sbagliata.

Dopo vari momenti di dubbi e preoccupazioni mi son detto: “Cazzo. Pianifico questo viaggio da mesi, non posso abbandonarlo così, devo, voglio farlo.”
E dopo un po’ di telefonate e consigli chiesti è arrivata lei.

Aulla

Fin dal primo momento che ci son salito è stato amore, mi ha permesso di migliorare lo stile di viaggio ed anche di alleggerire il carico che portavo, insomma, alla fine dei conti doveva andare così.

Era destino. Ed io credo nel destino.

Aulla, mi ha portato, nonostante le difficoltà, comunque alla metà stabilità: Lucca.

Ma facciamo un attimo un passo indietro, dove sono finiti gli altri?!

Beh, hanno proseguito, e devo dire la verità un po’ già mi manca pedalare e condividere quei momenti insieme, ma questo è il viaggio e mi auguro che riescano a completare il loro con tutto il cuore.

Forza ragazzi!

Tornando a noi, Lucca, è stupenda, così bella che quasi vorrei restarci.

Ma come ben sapete la metà è altrove e la domanda è sempre la stessa, ma questa volta oltre alla risposta, cambia anche la bici e spero che mi porti lontano.

Benvenuta Aulla!

Ps: Grazie a tutti per i messaggi di supporto, grazie davvero e spero che anche voi stiate viaggiando un po’ con me!”

Gli altri articoli
Related News
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui