Metà…done mortale | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 10 luglio 2020

0

Flavio e Gianluca sono lo specchio fedele di quanto, a soli quindici anni (l’età, manco a dirlo, di uno dei miei due figli), i nostri adolescenti siano vulnerabili. Ma più di ogni altra cosa, rappresentano la testimonianza di quanto noi genitori, molto spesso lasciandoci coinvolgere dall’eccesso d’amore per i nostri pargoli che giorno dopo giorno diventano sempre più uomini, facciamo finta di distrarci rispetto ad una realtà che, ad oggi, non ammette esclusioni, essendo pronta a colpire anche i più forti e insospettabili.

Terni oggi condivide la tragedia di due famiglie che mai si sarebbero aspettate di dover piangere i propri figli, coetanei ed amici per la pelle, per mezza boccetta di metadone diluita con l’acqua minerale da uno dei tanti trafficanti di morte che gironzolano indisturbati dietro l’angolo delle case di tutti noi e degli ambienti frequentati dai nostri ragazzi, pronti a sciacallare sulle loro debolezze, sulle loro incertezze, sulla loro voglia di sentirsi grandi e di rivalersi nei confronti di un contesto sociale che, magari, non regalava loro troppe soddisfazioni. Eppure Flavio e Gianluca amavano lo sport, la buona compagnia, la vita. Ma hanno cercato altro. E per loro è stato fatale!

Ischia non è troppo lontana da questo genere di esperienze, che grazie a Dio non si sono ancora verificate negli ultimi tempi. Ma il rifugio degli adolescenti verso le droghe leggere e qualsiasi sostanza utile a “darci dentro”, spesso ha il sopravvento anche sull’attrazione verso l’altro sesso. Come dire, sballarsi è meglio! Comprensibile il loro disorientamento in una società come la nostra; molto meno lo è l’omertà di certi genitori, che pur sapendolo, preferiscono tacere, rendendosi responsabili assoluti del grave pericolo che stanno correndo preferendo salvare la faccia.

Oggi è cominciato per tutti noi un altro giorno da vivere. I giorni di Flavio e Gianluca, invece, si sono fermati ad un sonno senza risveglio. Martedì scorso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui