Spiaggia sporca: turisti scappano dai Maronti

30

Un sabato di luglio caldo e soleggiato…. porta con sé tanta voglia di mare e di spiaggia. E’ così che molti hanno scelto la spiaggia dei Maronti per rinfrescarsi e trascorrere una giornata di relax. Ma giunti sul grande lido isolano alcuni hanno trovato una spiacevole sorpresa. Come potete vedere dalle immagini, stamattina ai Maronti galleggiano escrementi umani.

In mare ed in spiaggia la situazione, in più punti, è tragica: rifiuti e sporcizia la fanno da padroni e molti turisti, dopo essere giunti in spiaggia, non disfano nemmeno le borse, girano e vanno via.

E’ questa l’estate che ci aspetta?

 

30 Commenti

  1. E barano hanno solo i maronti da gestire bene e sono anni che non risolvono il problema….se vai a nitrodi appena arrivi nel parcheggio la prima cosa che senti è un odore di fogna ….già si sente della strada…..il sindaco leggevo giorni fa ha stanziato 20.000 euro per manifestazioni da fare questa estate….bene….ma come pretendete che i turisti vengano a barano se poi li accogliete a merda in caccia…???

  2. Sono indignato!!!!…inviterei l’intera giunta comunale in Puglia per far capire loro cosa significa fare turismo!…cosa significa far arrivare persone da fuori per far investire in quel che si ha!!!….nn dico sciocchezze…la nostra isola nn ha nulla a che invidiare alla Puglia. …tranne le nostre amministrazioni….e voi così volete fare turismo. ? …ma per piacere….venite qua e vedete….posso farvi da cicerone in tal senso…magari riuscite a capire come fare investimenti per il futuro!!!

    • Ottima idea, Raffaele! Pero’ molti ischitani si spaventano solo all’idea di metter piede sulla terraferma! E poi, come spiegare dove si trova la Puglia?
      A Cartaromana, alcuni giovani di 22 anni circa e nati sull’isola insistevano dicendo che le luci che si vedono di fronte sono quelle della città…di Amalfi!!!
      Gente chiusa, ignorante e che non ha nessuna voglia di uscire dal fango e dalla m…a. Sanno soltanto lamentarsi dei sindaci, non ricordando che sono stati loro stessi a votarli!!!

  3. Bravo Raffaele…purtroppo abbiamo 6 sindaci che mrssi tutti insieme non ne fanno uno buono….ci stanno affondando …i nostri figli stanno emigrando tutti mentre potremmo essere una piccola San Marino…la colpa è pure nostra che li abbiamo votati…si mettono in bella mostra alle fiere…Mosca Berlino Milano…vergognatevi….vi manderei tutti e sei all’Isola di santo Stefano in esilio….poveri noi….

  4. … però, oggi è meno sporca di ieri e di ieri l’altro.
    Lo so, vi state chiedendo quanto fosse sporca…fate una cosa a piacere.

  5. Comunque, c’è una cosa che per certi versi potrebbe far rabbrividire, e che i turisti non immaginano neanche: se l’isola non ha depuratori, dove si dovrebbero scaricare i cessi se non a mare?
    Una volta il mare d’Ischia era uno splendore, c’erano i pozzi neri assorbenti, poi pensarono che si potevano inquinare le falde acquifere e vennero…le fogne…e i depuratori?

  6. Come al solito si spara nel mucchio. I liquami non li puoi trovare interi…. Vietate la sosta delle barche e risolverete il problema…

  7. La cacca non può arrivare da troppo lontano. I politici sanno benissimo chi scarica a mare, ma meglio tutti zitti per non perdere qualche voto. Ma quanto dovreste vergognarvi da 1 a 100? Ah dimenticavo il vergognarsi non appartiene ai politici.

  8. Non e cacca! Se ben ricordate il sindaco di Barano era felicissimo di spiegare a noi povera gente ignorante che il mare dei maronti era pulito in base ai risultati delle analisi fatto a Maggio e che l’inquinamento che si vedeva quelle poche volte era dovuto a dei fenomeni. Quindi quello che noi vediamo non e cacca ma fenomeni!

  9. Il problema è che gli scarichi si vedono benissimo e si potrebbe risalire immediatamente ai proprietari/utilizzatori (basta andare sul primo tratto della spiaggia e guardare poco oltre la battigia per vedere tubi che affiorano dalla sabbia…) ma perchè intervenire e rovinare tutto ciò con la legalità? … sarebbero voti persi, un peccato …
    Cavoli loro, sono loro che hanno lì le attività produttive.

    • Ma perché cambiare le cose? E’ ovvio che fa comodo alla maggior parte degli ischitani vivere in tali condizioni.

  10. Poi ci chiedono a noi giovani come mai vogliamo fuggire dall’isola anzi dall’italia….ci avete messo voi nella merda

  11. Amici isolani, adesso la colpa è ricaduta sulla doccia di Nitrodi, qlk cerebroleso di pseudo ingegnere ha chiuso definitivamente la storica doccia. Xké l’acqua ke scorre verso il mare trascina con se sedimenti del tufo verde, sporcando il mare.
    Forse è più giovane di me, e quindi non ricorda che una ventina di anni fa il mare era limpido e Nitrodi è sempre stata lì, a renderci orgogliosi delle proprie acque

  12. Scusami, ma ti devo corregere Stefano : non sono cavoli loro ma nostri. L’isola intera si mantiene unicamente sui soldi dei turisti , in un giro che alla fine da da campare anche a elettricisti, idraulici,giardinieri,medici,avvocati…insomma avete capito ! Ferma il turismo e si fermerebbe tutto nel giro di 6 mesi.
    Saranno gli scarichi abusivi, saranno i motoscafi, saranno le correnti…ma noi non ci possiamo permettere questo schifo.

    • Tornando dalla Germania, capisco perché i turisti tedeschi di una volta non tornano più ad Ischia e capisco perché molti francesi dicono che anche loro non torneranno mai più, tanto sono stati fregati dalle pubblicità turistiche su un’isola che a prima vista sembra un paradiso, ma che in realtà non lo è (condizioni di trasporto per arrivare e per spostarsi sull’isola, spazzatura sui marciapiedi, spiagge sporche…).

  13. Pino hai ragione da vendere. La mia era una affermazione/provocazione con un po’ di scoramento. Nel giugno 2001 sul Golfo (quello di Domenico di Meglio, quello de”il Turismo siamo NOI”, ricordi?) mi sono beccato un cazziatone dall’allora presidente del Consorzio Maronti perchè segnalavo e denunciavo questi comportamenti suicidi (uniti all’abusivismo imperante) e sai qual’è stato il clou del suo commento in replica al mio? “…i turisti vorrebbero però che l’isola d’Ischia fosse rimasta un’Isola per pochi, un Atollo verde nel Mediterraneo e magari ad abitarla un popolo indigeno ancora con l’anello al naso”(!) Ecco.
    Conservo testo integrale di quella sua replica e a rileggerla oggi fa venire i brividi, credimi, perchè preconizza un futuro di crescita senza tanti problemi e soprattutto notava nel 2001 che le cose ai Maronti, dopo un periodo di problemi, stavano migliorando. Pensa un po’.
    Lungimirante, non trovi?

  14. Forse, effettivamente, come mi è capitato di dire in altre occasioni, l’unica soluzione sarebbe quella che per un anno o anche due nn venisse più nessun turista sull’isola. Così tutti si renderebbe conto di quello che hanno perso e si inizierebbe tutt’altra “politica”. Fino ad ora abbiamo “campato di rendita”, ma credo che non durerà ancora molto. Siamo riusciti a rovinare e distruggere un’isola MERAVIGLIOSA!!!!!

  15. Il problema è anche un altro: quando andiamo a votare ci illudiamo di votare persone “degne” di amministrarci, speriamo sempre che sia la volta buona, che siano migliori di “quelli di prima”. E invece, puntualmente, veniamo disillusi!!!!! Esisteranno amministratori che, una volta “saliti e sedutisi sul trono” non pensano solo ai loro interessi ma “un po” anche ai nostri…… (che poi, se vogliamo, sono anche i loro interessi!!!!!!)????? Mahh.

  16. Gli amministratori ce la mettono tutta per dimostrare costantemente la loro incapacità… ma se i difetti ce li portiamo dietro da una vita, probabilmente bisogna riconoscere che è l’ischitano vero e proprio che non vuole migliorarsi.
    Il 99% di noi non mette mai il muso fuori da quest’isola ed è convinto di vivere nel posto migliore del mondo… senza neanche rendersi conto che esistono milioni di altre località belle ugualmente e che ci hanno superato in termini di organizzazione e servizi.
    Se vuoi convincere la famigliola tedesca a spendere un sacco di soldi per venire in vacanza qui devi offrirgli molto di più di una splendida veduta da un belvedere, a cominciare da un mare che dovrebbe essere presentabile. Non dico “laguna blu” , ma almeno presentabile !
    Purtroppo al di fuori di quei 4 gatti che il problema se lo pongono, sembra che per il resto nessuno se ne fotte.

  17. PURTROPPO, e sottolineo PURTROPPO hai perfettamente ragione. E non solo se ne fottono ma negano il problema. Se vai a chiedere ad uno dei tanti gestori dei vari stabilimenti il mare com’è ti rispondono: “oggi è bello pulito”, tu ti giri e vedi da lontano una bella schiuma che regna sovrana sul pelo dell’acqua poi ti vai a fare il bagno (se ne hai il coraggio!!), e trovi di tutto di più! !! Forse pensano che negando il problema riescono a prendere in giro sia noi isolani che i turisti. Hanno costituito il “CONSORZIO MARONTI” ma a che serve o a che è servito???? Che vergogna

  18. E al turista straniero che osa fare un piccolo commento, la risposta è: “Se non sei contento, rimani nel tuo paese!”

  19. Perche non intervistare il president del consorzio maronti adesso e chiedergli una sua opinione adesso e non ad aprile quando non c’e nessuno e giu ai maronti non si fa un casso.

  20. Un bel niente Stefano! Il prossimo marzo/aprile Teleischia fara una mini intervista al president del consorzio chiedendo che estate ci prepariamo a trascorrere e il president dira “buono piu che discrete e cosi via.Sembrano le interviste di un allenatore di calico che perde sempre ma non smetta mai di ellogiare I giocatori. Dai forza Mister siamo tutti con te

  21. P.S. ma ai vari De Laurentis, Fico, De Vito ecc.ecc. hanno messo le bende x nn far vedere loro lo scempio che c’è? ???? È pure vero che arrivano con le loro “barchette”, scendono, mangiano e se ne vanno e nn vedono, o riescono a nn fargli vedere niente!!!!…..

  22. Io ho una casa a Barano, non sono di Ischia, ma ci vado da quando sono nato e la considero la mia seconda casa, sono cresciuto nell’acqua dei maronti e oggi che ho trent’anni sono incazzato come una bestia perché hanno distrutto un posto stupendo. La merda in acqua c’è un giorno sì e uno no, la puzza che sentite ai nitrodi sono gli scarichi abusivi delle case abusive di buonopane che sversano nelle acque di scolo pluviali (che dovrebbero raccogliere solo acqua piovana) che camminano in prossimità della sorgente e scolano nel fiumiciattolo dell’olmitello, che porta a mare la loro merda ormai da molti anni. D’estate quando questi ischitani di merda ospitano i napoletani e aumenta il numero di fruitori di servizi sanitari e la portata dei liquami, quelle che sono le cisterne di contenimento delle Acque reflue, si riempiono fino a scoppiare, e ogni tanto le devono svuotare, generalmente lo fanno quando il tempo è brutto e il mare agitato. Ogni volta che il mare è agitato in agosto in acqua ai maronti c’è l’inverosimile, sembra Mondragone se non molto peggio. Le correnti provenienti da nord-ovest ammucchiano tutto dove si trovano i maronti e le petrelle dove il mare è da bandiera nera.
    Mi chiedo ma con i fondi europei che ci vuole a far un depuratore a buonopane e risolvere il problema.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui