Mazzate al guardialinee. Real Forio, Perrotta squalificato 2 anni e mezzo. 1000 euro di multa al club

Ecco la decisione del Giudice Sportivo in relazione alla gara fra i biancoverdi e la Sibilla Flegrea. Il dispositivo è stato scritto con i piedi dal Giudice e non solo per il continuo calpestio che ha subito la grammatica italiana: infatti, la sentenza attribuisce inspiegabilmente la vittoria a tavolino al Real Forio, penalizzando con lo 0-3 la Sibilla! Si attende la rettifica del tutto, si spera in italiano corretto, nel primo comunicato che seguirà

1
dav

La mano pesante, ma non pesantissima, del Giudice Sportivo si è abbattuta sul Real Forio ed in particolare sul suo dirigente Antonio Perrotta, che sabato scorso – sul finire della partita che i biancoverdi stavano perdendo 3-0 al Calise con la Sibilla Flegrea – si rese protagonista di un gesto violento (un pungo in faccia) nei confronti di uno dei guardalinee, Alfonso Riccardo di Nola. Nei momenti immediatamente successivi, poi, l’arbitro Fabio Della Corte della sezione di Napoli decretò la sospensione del match. Dopo di che, gli ufficiali di gara accertarono diversi comportamenti, sia di tesserati foriani, che di semplici tifosi, che si sono commentati da soli nei giorni scorsi.

Da qui, il dispositivo, scritto con i piedi dal Giudice e non solo per il continuo calpestio che ha subito la grammatica italiana: infatti, la sentenza attribuisce inspiegabilmente la vittoria a tavolino al Real Forio, penalizzando con lo 0-3 la Sibilla! Si attende la rettifica del tutto, si spera in italiano corretto, nel primo comunicato che seguirà. Ecco il testo della decisione:
“Il GST letto il referto del DDG nonché il referto dell’AA1, rilevato che: a) al 45^ del 2^ tempo del dirigente della Società Real Forio 2014, Sig. Perrotta Antonio, si rivolgeva al DDG urlando in maniera plateale minacce di lesioni nonché parole offensive della professionalità della terna; b) l’AA1 invitava il Perrotta ad accomodarsi in panchina, quest’ultimo reiterava le parole ingiuriose, volgari e minacciose nei confronti del DDG e dell’AA1; c) mentre l’AA1 si accingeva a segnalare al DDG l’atteggiamento minaccioso del Perrotta, quest’ultimo si avvicinava in modo repentino e lo colpiva violentemente con un cazzotto al lato destro del volto procurandogli forte dolore , stordimento e la caduta a terra. Il Perrotta veniva posto nell’impossibilità di colpire ancora l’AA1 dal pronto intervento dei dirigenti della Società; d) l’AA1 dopo essere ritornato alla propria abitazione, persistendo il dolore, si è recato al P.S. dell’Ospedale di Nola, ove è stato refertato per 7 gg. s.c. come da referto allegato; e) al 46^del 2^ tempo il DDG sospendeva definitivamente la gara dato che non vi erano più le condizioni di sicurezza per continuare la stessa e ciò anche se gli AA fossero stati sostituiti dagli assistenti di parte; f) dopo il triplice fischio che sanciva la sospensione della gara il DDG è stato accerchiato in modo minaccioso ed intimidatorio da diversi tesserati della Real Forio n2014 unitamente a n10 persone non riconosciute tra le quali tre di esse ,nel momento che la terna si trovava vicino alla porta dello spogliatoio, provavano a colpire fisicamente i componenti della terna. Un dirigente della Società Real Forio 2014 fermava uno dei predetti sostenitori ad un metro dal DDG mentre nulla ha potuto per un secondo sostenitore che colpiva con uno sputo in viso il DDG; g) allorquando la terna arbitrale era pronta ad abbandonare l’impianto si è trovata nell’impossibilità di farlo perché circa 30 sostenitori della Società Real Foria 2014 l’aspettava la stessa con atteggiamento intimidatorio.

Dopo mezz’ora accompagnati da un dirigente della Società Real Forio 2014, con la propria auto, la terna veniva posta in condizione di lasciare l’impianto sebbene i predetti sostenitori colpissero con calci e pugni l’auto in cui si trovava la terna sia al momento della partenza dell’auto che dopo che l’auto si era fermata in quanto il cancello di uscita era chiuso. PQM infligge alla Società Monte di Procida la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0/3 a favore della Società Real Forio 2014; commina l’ammenda di euro 1000,00, sanzione ridotta dato il comportamento fattivo di un proprio dirigente, alla Società Real Forio 2014; commina l’inibizione al Perrotta Antonio fino al 30.6.2022, rientrando la fattispecie tra le condotte violente contro gli Ufficiali di gara ex C.U. 104/A del 16.12.17 FIGC-LND”

1 commento

  1. bisogna dare un buon esempio ai giovani, un simile comportamento del dirigente perrotta secondo me va radiato a vita da tutte le manifestazioni sportive.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui