Maschera da sub: guida alla scelta del modello giusto

0

La maschera da sub rientra nell’attrezzatura fondamentale non solo per effettuare immersioni ma anche per chi pratica lo snorkeling e vuole ammirare tutte le meraviglie del mondo sottomarino. Scegliere il prodotto giusto non è sempre facile, perché oltre al materiale sono molti i dettagli che possono fare la differenza tra un modello e l’altro. Oggi vi daremo alcune indicazioni che vi torneranno sicuramente utili per trovare la maschera da sub perfetta per le vostre esigenze. Prima di tutto però è doveroso fare una precisazione: scegliendo un prodotto di buona qualità non rischiate di sbagliare. Su nauticamare.it potete trovare i modelli delle migliori marche e andare quindi sul sicuro: vi consiglio di dare un’occhiata al catalogo perché ce ne sono per tutti i gusti e le esigenze.

Il materiale perfetto per la maschera da sub

Le maschere da sub possono essere realizzate in materiali differenti, ma quelle migliori sono tutte in silicone morbido di alta qualità, con lenti in vetro temprato. Alcuni modelli sono in plastica, ma non sono adatti alle immersioni tecniche e conviene dunque evitarli perché sono anche molto più scomodi a livello di vestibilità. Se inoltre al posto del vetro le lenti sono realizzate in materiale plastico la visibilità è ridotta e si rischia un fastidioso appannamento.

Le maschere da sub per immersioni tecniche più performanti presentano una doppia guarnizione, che le rende maggiormente isolanti e previene il rischio di entrata di acqua all’interno.

Tipologia di lente: singola o doppia?

Per quanto riguarda nello specifico le lenti, le maschere da sub possono averne una singola oppure due separate. In questo caso la differenza sta nella visibilità, che è maggiore nei modelli con un’unica grande lente mentre si riduce leggermente nell’altra tipologia. Se avete bisogno di una maschera per praticare snorkeling, al giorno d’oggi esiste un altro modello che sta andando per la maggiore e che in molti trovano comodissimo. Si tratta della maschera facciale, con boccaglio incorporato, che permette di avere una visibilità molto ampia e respirare in modo molto più naturale, sia con il naso che con la bocca.

La grandezza della maschera e lo spazio interno

Alcune maschere sono più ampie internamente rispetto ad altre e questa è una caratteristica che viene spesso sottovalutata ma che può fare una grande differenza. Se infatti il volume interno è inferiore è meno probabile che entri acqua ed inoltre il campo visivo è maggiore. Al contrario, le maschere più ampie potrebbero risultare più problematiche da questo punto di vista e per alcuni sono scomode.

La maschera anti-appannamento: esiste davvero?

In molti cercano una maschera anti-appannamento, per evitare di avere una visibilità ridotta sott’acqua. È bene precisare che al giorno d’oggi nessun modello è in grado di garantire delle performance simili: è infatti del tutto normale che con il passare del tempo il vetro si appanni, anche se di ottima qualità! Per ovviare a questo problema però è possibile acquistare uno speciale prodotto che va spruzzato sulla lente prima di entrare in acqua. In questo modo si previene il più possibile l’appannamento e si ottiene la massima visibilità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui