fbpx

Manca l’oculista per le patenti. L’ASL non “vede” e scatta la protesta degli autisti EAV

Must Read

Gianni Vuoso | Gran festa per la Casa del Sole inaugurata ad Ischia, alla presenza anche del direttore D’Amore. Una buona iniziativa. Il nuovo Centro è tutto da vedere. Ma questo non basta a far dire che la nostra Asl Napoli 2 Nord funziona. Le criticità non mancano.

Per esempio, ribadiamo che il reparto di dermatologia è ancora inesistente. Non si trova il sostituto di chi ha lasciato l’incarico precedente? Un motivo ci sarà. Ma si provveda. E’ da oltre un anno che non è possibile servirsi di questo specialista e gli abbracci, le strette di mano, i sorrisi e i fiori che si sono sprecati per inaugurare la Casa del Sole, egregio direttore, sono solo fumo e sceneggiatura. Andiamo oltre.

I prelievi all’ex clinica s. G. Giuseppe di Via Mirabella non si effettuano più dallo scorso mese di settembre. La gente è costretta a recarsi in ospedale a Lacco Ameno o ad affollare i centri privati di Ischia. Perché? E’ almeno lecito avere una risposta? I suoi addetti stampa, egregio direttore dell’Asl Napoli 2 Nord, sanno scrivere. Perché non informano l’utenza? Perché forse non ricevono il suo rispettabile ordine? E allora, prima di lasciare l’incarico previsto per il prossimo agosto, lasci almeno un buon ricordo legato soprattutto alla sua capacità di rispettare gli utenti ed alla trasparenza. O non è possibile?

E ancora. L’ennesimo caso di inefficienza ci viene segnalato dai dipendenti EAV, i circa 150 autisti che ogni anno sono obbligati ad aggiornare la patente. Passiamo la parola ad un protagonista.

“Siamo tenuti- racconta Pasquale Di Iorio, autista EAV e sindacalista Cisl- a sottoporci a visita cardiologica, oculistica e psicotecnica. Ebbene per quella cardiologica e quella psicotecnica possiamo provvedere qui ad Ischia ma per quella oculistica, dobbiamo recarci a Secondigliano. Qui passiamo la visita e torniamo a casa. Il giorno dopo dobbiamo ritornare per ritirare i risultati. Come se non bastasse dobbiamo poi tornare a Napoli per chiedere la nuova patente. Ovviamente il tutto a spese nostre. Ma sorvoliamo sull’aspetto economico. Non accettiamo il disagio cui siamo costretti. Perché? Perché da circa due anni, dopo il pensionamento del dr. Morelli, oculista che prestava servizio a san G. Giuseppe, l’Asl non riesce a trovare un sostituto. So bene che sono stati inviati vari telegrammi ai medici e che le risposte sono state negative, ma la direzione non può verificare i motivi che spingono i medici a rifiutare un’occupazione sull’isola? Troppi disagi? Compensi inadeguati? Come si pensa di risolvere il problema, aspettando che finalmente qualcuno accetti un giorno lontano, mentre gli utenti sull’isola aspettano e restano in attesa di vedere nuovi abbracci, strette di mano e sorrisi? Guardiamo un po’ alla sostanza delle cose, le sceneggiate non ci interessano”.

1 commento

  1. È il caso di dire, nessuno vuole vedere. Purtroppo questa è Ischia, una vergogna e chi ci va per sotto? Gli abitanti dell’isola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ischia, arrestati due spacciatori: 103 dosi di cocaina per il mercato di Forio

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Ischia, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato, presso lo...