fbpx

Macerie a Via Serrato, ecco le prime nomine tecniche per l’appalto da 500mila €

41.763,71 euro all’Ing. Francesco Iacono per la progettazione e 11.725,90 euro all’Arch. Mattia Di Costanzo che si occuperà del servizio di Coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione

Must Read

Ida Trofa | Partono i confetti. Per le macerie di via Serrato, a quattro anni dal sisma e dai crolli che ancora ingombrano le nostre strade, arrivano le ennesime nomine tecniche. Le solite. Quelle vicine-vicine a chi governa la stanza dei bottoni dell’amministrazione di Casamicciola Terme.
Partito l’avviso per l’appalto, in vista dell’importante appuntamento del prossimo 5 agosto con la Procura che ha dissequestrato le macerie, dovrà partire anche la progettazione. Per questo e per i lavori a farsi, Castagna & Co, hanno puntato su di un duetto di sicura affidabilità: l’Ingegnere Francesco Iacono e l’architetto Mattia Di Costanzo.

Il primo per poco meno di 50 mila euro tutto compreso si occuperà della progettazione. Il secondo di coordinare la sicurezza. Le nomine giungono per via diretta con le determine del capo dell’UTC Ing. Mimmo Baldino che il 19 luglio con determina n. 273 per l’intervento di “Rimozione macerie edificio crollato Via Serrato (Codice intervento OP/CT/02 – completamento urgente 01/U/01)” ha stabilito l’ affidamento incarico tecnico per i servizi di Progettazione esecutiva e Direzione Lavori a Iacono.
La rimozione delle macerie dell’edificio crollato a Via Serrato (completamento Urgente ” è dell’importo di circa € 500.000,00. L’emergenza ancora non è finita! Ci sono ancora soldi da spendere…

Per la progettazione l’importo totale dell’affidamento dei servizi a base di gara, calcolato ai sensi del d.lgs. 50/2016 e del D.M. 17/06/2016, ammonta ad € 56.439,91 oltre IVA ed oneri previdenziali. Nella determinazione dei costi della progettazione è stato applicato una riduzione degli importi al fine di rendere le spese compatibili con la disposizione contenuta nella ordinanza Commissariale 14/2020. Le spese relative alle attività tecniche finanziate nell’ambito del Piano delle opere pubbliche di cui all’Ordinanza n. 14 del 29 ottobre 2020 del Commissario alla Ricostruzione Carlo Schilardi ammontano ad un totale di € 68.402,87 al lordo, corrispondenti a nette € 53.911,47; pertanto ai sensi della norma occorre applicare una riduzione del 25,26% sui compensi calcolati in ordine al decreto Ministro della giustizia 17 giugno 2016, al fine di rendere le spese tecniche compatibili con la disposizione contenuta nella ordinanza Commissariale 14/2020; infine, l’importo totale dell’affidamento dei servizi, ammonta in complessivo ad € 53.911,47 oltre IVA ed oneri previdenziali. Cosi Baldino ha approvato, in punta di legge (si fa per dire) la Trattativa Diretta effettuata tramite la Piattaforma elettronica MEPA ed affida i servizi Progettazione esecutiva, Direzione Lavori, contabilità e redazione del Certificato di Regolare esecuzione dell’intervento “Rimozione macerie edificio crollato Via Serrato“ all’ing. Francesco Iacono per l’importo contrattuale di euro 41.763,71 oltre CNPAIA 4% ed IVA come per legge; il summenzionato professionista ha offerto un ribasso dell’1% sull’importo posto a base di trattativa € 42.186,00.

Con la determina successiva, la n.274, Baldino quale Coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dell’intervento, sceglie l’Arch. Mattia Di Costanzo per l’importo contrattuale di euro 11.491,48 oltre CNPAIA 4% ed IVA come per legge. Il detto professionista ha offerto un ribasso dell’2% sull’importo posto a base di trattativa (€ 11.725,90).

In punta di legge
Affidamenti possibili attraverso la Legge 11 settembre 2020 n. 120 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 16 luglio 2010, n. 76, recante «Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitali» (Decreto Semplificazioni) che all’art. 1 contempla le procedure per l’incentivazione degli investimenti pubblici durante il periodo emergenziale in relazione all’aggiudicazione dei contratti pubblici sotto soglia ed al comma 2 prevede: “Fermo quanto previsto dagli articoli 37 e 38 del decreto legislativo n. 50 del 2016, le stazioni appaltanti procedono all’affidamento delle attività di esecuzione di lavori, servizi e forniture, nonché dei servizi di ingegneria e architettura, inclusa l’attività di progettazione, di importo inferiore alle soglie di cui all’articolo 35 del decreto legislativo n. 50 del 2016 secondo le seguenti modalità: affidamento diretto per lavori di importo inferiore a 150.000 euro e per servizi e forniture, ivi compresi i servizi di ingegneria e architettura e l’attività di progettazione, di importo inferiore a 75.000 euro; gli affidamenti diretti possono essere realizzati tramite determina a contrarre, o atto equivalente, che contenga gli elementi descritti nell’articolo 32, comma 2, del decreto legislativo n. 50 del 2016…..”
L’art. 11 (Accelerazione e semplificazione della nelle aree colpite da eventi sismici),prevede che le disposizioni del decreto recanti semplificazioni e agevolazioni procedurali o maggiori poteri commissariali, anche se relative alla scelta del contraente o all’aggiudicazione di pubblici lavori, servizi e forniture, nonché’ alle procedure concernenti le valutazioni ambientali o ai procedimenti amministrativi di qualunque tipo, trovano applicazione, senza pregiudizio dei poteri e delle deroghe già previsti dalla legislazione vigente, alle gestioni commissariali, in corso alla data ricostruzione pubblica. finalizzate alla ricostruzione e al sostegno delle aree colpite da eventi sismici verificatisi sul territorio nazionale.
www.ildispari.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Carabinieri arrestano 25enne per tentato omicidio. Dopo una lite accoltella il cugino, è grave

I Carabinieri della Compagnia di Ischia hanno arrestato per tentato omicidio un 25enne incensurato. Ieri nel tardo pomeriggio, i...