fbpx

M5S “Qualcuno ci vuole fuori dalla maggioranza”

Must Read
ROMA (ITALPRESS) – “Il voto di oggi certifica che l’attuale maggioranza di governo esiste solo sulla carta, non nella realtà del confronto quotidiano. Registriamo come ormai sia venuto meno anche il più elementare principio di leale collaborazione”. Lo afferma in una nota il Consiglio Nazionale del M5S, in merito all’elezione di Stefania Craxi di Forza Italia a presidente della Commissione Esteri del Senato.
“Dopo avere avviato un percorso condiviso, che ha portato alla decadenza della originaria Commissione e alla formazione di una nuova Commissione Esteri, e nonostante la chiarezza di comportamento e il senso delle istituzioni dimostrato dal M5S, si è verificata una gravissima scorrettezza che ha innescato una evidente frattura tra le forze di maggioranza: nel segreto dell’urna se ne è formata una nuova, in modo surrettizio, violando regole e patti. Ne prendiamo atto”, prosegue il Movimento 5 Stelle.
“Leggeremo nei prossimi giorni molte e differenti ricostruzioni. Nessuna però potrà rimuovere una verità di fondo: non viene confermata al M5S la Presidenza della Commissione non perchè non avessimo presentato un candidato di altissimo profilo e di massima garanzia, ma per le nostre battaglie politiche volte a prevenire ulteriori e pericolose escalation militari e a pretendere che l’Italia assuma un ruolo più incisivo, in sede internazionale ed europea, nel rilancio di una prospettiva negoziale concreta per risolvere il terribile conflitto in Ucraina – conclude il Consiglio Nazionale -. Nei giorni scorsi avevamo ventilato il sospetto che qualcuno ci volesse fuori dalla maggioranza. Oggi ne abbiamo la conferma. Nel Palazzo vogliono emarginare le nostre posizioni, ma non si può silenziare la voce della maggioranza degli italiani”.
“Oggi registriamo che di fatto si è formata una nuova maggioranza che spazia da Fratelli d’Italia fino a Italia Viva. Si è formata patti e regole, avevamo avviato un percorso condiviso, il M5S con grande senso di responsabilità e lealtà si era predisposto per il cambio della presidenza della Commissione Esteri, e per lavorare con le altre forze di governo a sostegno di questa maggioranza per insediare una nuova commissione”, ha detto il presidente del M5S, Giuseppe Conte, al termine della riunione.
“Devo prendere atto che le cose sono andate diversamente, evidentemente le nostre posizioni non piacciono a tutti, ne prendiamo atto”, ha aggiunto.

– foto agenziafotogramma.it –

(ITALPRESS).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Dionigi Gaudioso: «Dobbiamo impegnarci per non deludere i cittadini»

Seconda sindacatura per Dionigi Gaudioso. Ma l’attenzione non è solo sul futuro di Barano. Inevitabilmente il discorso si sposta...