fbpx

Luigi Cortese accusato di omicidio colposo e lesioni per la morte di Dean Kronsbein

L’incidente dello scorso 31 luglio sugli scogli di Porto Cervo, vede un ischitano coinvolto: è il capitano 57 enne dello Sweet Dragon, della famiglia Berlusconi

Must Read

Il racconto de “Il Gazzettino” è puntale: per la morte di Dean Kronsbein, il capitano Luigi -Cortese, ischitano, è accusato di omicidio colposo e lesioni insieme al collega Mario Lallone. Lo schianto fatale tra le due imbarcazioni a Porto Cervo, nel golfo del Pevero, si è verificato il 31 luglio scorso.

Capitani contro: la battaglia delle versioni

Ci vorrà ancora del tempo per capire con precisione cosa si accaduto domenica scorsa nel golfo del Pevero, a Porto Cervo quando si sono scontrate le imbarcazioni coinvolte nella morte dei Dean Kronsbein. Al comando della Sweet Dragon, della famiglia Berlusconi, Luigi Cortese, 57 enne ischitano per lo yatch Amore, invece, Mario Lallone che si accusano a vicenda. La verità sulla dinamica dell’incidente, avvenuto nel mare della Costa Smeralda e che è costato, appunto, la vita al manager tedesco con passaporto britannico, è ancora lontana dall’essere accertata. L’esito dell’autopsia sul corpo dell’imprenditore tedesco Dean Kronsbein , parla di una grave lesione spinale e un trauma toracico come conseguenza di un violento impatto a terra e non di un infarto come era stato accertato in un primo momento.

Il capitano Luigi Cortese, 57 anni originario di Ischia, ha raccontato agli inquirenti la sua versione dei fatti sostenendo che sarebbe stato il grande motoscafo Amore ad aver sbagliato manovra. Lallone, 67 anni, abruzzese, ha invece dichiarato di essere stato costretto a cambiare improvvisamente rotta per non entrare in collisione con l’altro yacht, versione che anche i familiari della vittima starebbero sostenendo.

Il fascicolo della Procura

La Procura di Tempio Pausania ha aperto un fascicolo e iscritto nel registro degli indagati per omicidio colposo e lesioni e vede indagati i due comandanti con l’accusa di omicidio colposo e lesioni (Cortese è difeso dall’avvocato Fabio Varone; Lallone da Egidio Caredda, le indagini sono svolte dalla Guardia costiera di Olbia e coordinate dal procuratore Gregorio Capasso e dalla pm Enrica Angioni). Le due imbarcazioni sono sotto sequestro, così come cellulari e tablet dei due comandanti e di alcuni ospiti.

Chi era Dean Kronsbein

Dean Kronsbein era molto conosciuto in Inghilterra per essere l’amministratore delegato di Ultrafilter GmbH (con sede a Ross on Wye), uno dei più grandi produttori di sistemi di ventilazione medica, oltre che di mascherine anti-Covid, di tutto il Regno Unito. L’imprenditore era estremamente popolare in Inghilterra anche per via dell’amicizia che da anni lo legava a Richard Hammond, il conduttore della versione britannica del format televisivo sulle automobili “Top Gear”. Kronsbein era da poco stato citato su un articolo del Financial Times che raccontava di come i multimilionari stranieri stessero ritornando nelle acque di Porto Cervo dopo due estati di pandemia. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Gianni Mattera: parte da noi il nuovo corso di Fratelli d’Italia

La vittoria di Giorgia Meloni, di Fratelli d’Italia e della coalizione di centro destra è un momento cruciale della...
In evidenza

Gianni Mattera: parte da noi il nuovo corso di Fratelli d’Italia

La vittoria di Giorgia Meloni, di Fratelli d’Italia e della coalizione di centro destra è un momento cruciale della...