L’ombra del sospetto politico sui Presidenti. Il precedente di Casamicciola

Lacco Ameno al voto

1

Ida Trofa | Dopo le recenti polemiche politiche e il ruolo chiave che di fatto vene attribuito ai presidenti di seggo, è lecito chiedersi che fine faranno i presidenti di seggio lacchesi. Stante le gravi accuse in tutte le direzioni, in particolare contro la 1 e la 3 sezione (pochi i passaggi sulla 4; quasi nessuno sulla 2) e stante la particolarità del momento appare almeno doveroso che le loro posizione vengano riviste.

E che dalla Prefettura e dalla Corte di Appello emerga la necessità di rendere ai lacchesi e a tutti gli elettori presidenti, per la loro e per l’altrui serenità, nomini al di sopra di ogni attacco o sospetto. E’ vero che stando alla legge il presidente di seggio è nominato dal presidente della Corte d’Appello competente per territorio entro il 30º giorno antecedente la data delle votazioni, ma è pur vero che sappiamo ormai l’andazzo locale. Le varie compagnie in lizza, “il Faro“ come “Sempre per Lacco Ameno“ hanno chiesto ed ottenuto l’accesso agli atti.

Queste sono state tra le prime reazioni alla decisone prefettizia di proclamare l’equilibrio del voto e il ricorso al ballottaggio, oltre alle contesa sui verbali e le schede. Sulla questione presidenti oltre alle gravi accuse politiche mosse al momento non ci sono novità. La sostituzione dei presidenti sarebbe ancora un inedito lacchese anche se non isolano. Sull’isola, il precedente solo a Casamicciola Terme nel 1981. All’epoca ci furono le elezioni solo nel comune di Casamicciola Terme.

Qui il civico consesso non riuscì ad esprimere un sindaco e l’allora commissario prefettizio Dellacorte nominò Presidenti di seggio i sostituti procuratori Paolo De Sanctis e Guglielmo Palmeri. Non fu mai noto se fosse stata una relazione dell’allora vicario prefettizio a determinare la scelta. Una scelta probabilmente giunta al termini di un voto dal quale le urne diedero un sostanziale equilibrio fra le coalizioni nel Centro Sinistra ed il partito di maggioranza relativa la Democrazia Cristiana. Parliamo di un’epoca in cui il sistema elettorale era di tipo proporzionale.

1 commento

  1. Hai sollevato una bel tema a cui spero ci possa essere una soluzione con la nomina di Presidenti NUOVI e non lottizzabili. Ciò non accusa, ma renderebbe rendere più serena la conclusione di una fase elettorale che certamente non è stata gratificante per lacco e per l’isola!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui