Lo Stato etico nascosto dietro la mascherina | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 01 aprile 2020

0

Conosco imprenditori fortemente impegnati nell’import-export che in questo periodo di emergenza si sono trovati nelle condizioni di lucrare in modo pauroso sul business delle mascherine. Tuttora sono tantissimi i cittadini disinformati su quelle realmente efficaci per contrastare il contagio stando a contatto col pubblico o comunque in luoghi frequentati da sconosciuti, non conoscendo non solo la differenza tra una semplice mascherina antipolvere, inadatta a contrastare il contagio, e una FFP2 o FFP3, ma anche il loro reale prezzo di mercato in tempi non sospetti.

Ebbene, questi amici imprenditori, per un principio squisitamente etico, hanno mantenuto i prezzi delle loro mascherine nell’abituale range di mercato fino ad esaurimento scorte, pur consapevoli di consentire poi ad una miriade di grossisti di quadruplicarli e, di conseguenza, dare a negozi e farmacie l’opportunità di sparare -ad esempio- ben otto euro per una FFP2; o ancora, costringere le principali marketplace online (eBay e Amazon tra tutte) a vigilare attentamente chi, tra i propri venditori, speculasse impunemente sull’emergenza coronavirus. Io stesso, per mio figlio che studia negli States e non era stato in grado di trovarne una in loco, ho acquistato mio malgrado in Irlanda una 3M FFP3 a ben 49 sterline + 10 di spedizione: un attimo dopo, eBay ha sospeso l’inserzione, avvisandomi (la mascherina, comunque, è arrivata regolarmente).

Una vergogna, senza dubbio, speculare su una pandemia e lucrare sul terrore della gente e sulla necessità di combattere il virus, specie per chi è costretto a continuare il suo lavoro anche di questi tempi diventando gioco forza soggetto a rischio. Ma mi chiedo: non dovrebbe porsi lo stesso problema anche lo Stato, che su questo business continua ad incassare il 22% di i.v.a.? Come si suol dire, non dovrebbe essere proprio la moglie di Cesare a porsi al di sopra di ogni sospetto, dando il buon esempio?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui