Lo “sgrarro” del medico. Una petizione per ridare dignità ai malati di Serrara

Per il medico titolare di Serrara Fontana sono “problemi tecnico amministrativo”. In verità, ha chiesto lui il cambio di località e ha scelto Ischia

6

Gaetano Di Meglio | C’è poco da fare, quando la politica e le istituzioni preposte abdicano al loro ruolo, sono i cittadini a pagare il conto delle ingiustizie. Sono i cittadini, i più deboli, a pagare le angherie di mette davanti alla dramma di molti il profitto personale dei singoli e non importa se si è giurato secondo Ippocrate e di aver scelto, nella vita, di aiutare il prossimo.
Oggi siamo arrivati al momento in cui un anziano di Serrara Fontana dovrà prendere 4 bus per recarsi dal “suo” medico a Cartaromana! E sarà un piccolo viaggio della speranza con questa EAV.

E così, mentre si attende un segnale dalla politica di Serrara Fontana, l’Asl si conferma una nostra nemica.
Come vi abbiamo raccontato, ieri, infatti, i circa 350 pazienti del dottor Vincenzo Mazzella hanno appreso che il loro medico, quello titolare secondo l’ASL del comune di Serrara Fontana, ha chiesto di spostarsi ad Ischia (optando per i 1200 pazienti) e di “dover” chiudere lo studio di Serrara perché impossibilitato ad avere uno studio in due “ambiti”diversi.

Uno “sgarro” a tutti quei deboli e ultimi che ora dovrebbero recarsi a Ischia. Prendere quattro bus e vivere un piccolo viaggio della speranza per una ricetta o una visita.
Ma c’è chi ha coraggio e pretende risposte dall’ASL. Volendo, con uno sforzo enorme, si può anche credere che le motivazioni del medico siano valide e giuste, ma quelle dell’ASL? Cosa impedisce all’ASL di proteggere e garantire oltre 350 pazienti affidati al dottor Mazzella e di rassicurarli con una puntuale informazione?
Perché non avvisare, col tempo e con la dovuta gradualità, questo cambio così improvviso e così drastico. Un cartello fuori allo studio non è un modo degno di una società civile che fa della comunicazione una delle “virtù” più forti.
Non si può pretendere di cambiare il medico da un giorno all’altro senza un periodo di prova. Un periodo che consentisse anche lo stesso epilogo ma con un graduale e ufficiale decorso. Dopo anni, lasciarsi con un foglio appeso, senza motivazioni, è ingiusto!
E così, per ridare dignità a chi è senza voce, senza forza e provato già dal peso della vita, sono già oltre 100 i cittadini di Serrara Fontana che stanno sottoscrivendo una dettaglia sottoscrizione per evitare che questo “sgarro” arrechi ancora più danni di quelli già arrecati.

La petizione
«I sottoscritti, tutti cittadini del Comune di Serrara Fontana (NA) ed in particolare della Frazione di Serrara – si legge nella petizione -, premesso che da diversi anni sono stati sempre assistiti dal proprio medico Dott. Mazzella assegnato a Serrara da codesta ASL,con il quale si è instaurato un rapporto di fiducia che va molto oltre quello professionale per le sue ottime qualità da tutti riconosciute; che il Dott. Mazzella ha lo studio in Serrara alla Via Andrea Mattera, dove tutti i sottoscritti si recano per ottenere le prestazioni necessarie; che da alcuni giorni hanno visto un cartello, apposto all’ingresso del suo studio su cui è scritto che dal prossimo Gennaio 2020 per disposizione di codesta ASL lo studio chiuderà e per i pazienti che intendono continuare a essere assistiti da lui, se vogliono, possono recarsi a Ischia dove lui ha lo studio mentre gli altri possono regolarsi di conseguenza; che la chiusura dello studio, a ciel sereno, arrecherà gravissimi danni ai sottoscritti sia perché Ischia dista oltre 15 Km da Serrara, sia perché moltissimi anziani non possono spostarsi a Ischia per avere le prestazioni necessarie, sia perché, anche se volessero, non sono in grado e non vogliono cambiare il medico a suo tempo scelto perché messo a disposizione da codesta ASL con un altro medico peraltro sconosciuto in quanto con quello attuale sono pienamente soddisfatti e si è instauralo un rapporto di fiducia che va oltre quello professionale; che codesta ASL deve garantire a tutti i cittadini anche se numericamente inferiori a quelli di altre frazioni, abitanti in una frazione disagiata dell’isola d’ Ischia. una adeguata assistenza in modo tale da non arrecare danni agli stessi.

Chiedono che codesta ASL si astenga da qualsiasi provvedimento atto far chiudere lo studio del Dott. Mazzella sito in Serrara alla Via Andrea Mattera senza avere prima ricercato e trovato una giusta soluzione alternativa tendente a favorire le esigenze di tutti i cittadini di Serrara. In attesa ringraziano anticipatamente codesta ASL per tutto quello che farà per risolvere il problema che per i Serraresi riveste una particolare importanza.»

6 Commenti

  1. INFO: come si fa a sottoscrivere questa petizione pur non essendo parte del gruppo di pazienti penalizzati dalla pessima iniziativa che, comunque, rientra a tutto titolo nella mala sanità ischitana?

  2. x ipotesi, dovesse intervenire questa amministrazione: serviyio navetta, x gli anyiani che si recano dal dottore a ischia, (naturalmente, noleggiatori amici di……. con determina dirigenziale sotto i 4000 euro, con appalto diretto), tutti contenti, 2 piccioni , senza rimetterci nemmeno fave

  3. Direttore, francamente non comprendo il suo attacco verso questo medico. Se l’ Asl gli ha imposto di scegliere tra 2 ambiti io lo definirei senz’ altro un problema di natura tecnico amministrativa, di certo non sentimentale. Lei cosa avrebbe fatto lo “sgarro” a 1200? Non sono anche costoro meritevoli di assistenza al pari dei serraresi?

  4. Con tutto il rispetto per i pazienti che restano al momento senza medico… non so quanti anni fa, se non sbaglio, prima del Dr.Mazzella mi sembra ci fosse il Dr.Mennella. All’epoca di quest’altro avvicendamento non ricordo tutto questo clamore. Avete mai provato a fare voi un’ora di auto per salire e una per scendere per un poio di ore di studio per diversi anni??? Indipendentemente dal lavoro che si faccia provate e poi ne parliamo!!! Ad un certo punto il corpo e la mente dicono basta, e potendo scegliere penso tutti facciano la scelta migliore per la propria vita. Penso che serrara sia una di quelle zone infelici da raggiungere e i medici ogni tot purtroppo cambieranno sempre a meno che non si facesse insediare un medico serrarese o giù di li… vuoi vedere che non ce ne sia uno???

    • Per la serie Esopo news-
      Forse il Dr Mazz… era stato costretto ad esercitare la nobile professione a Serrara perché responsabile di qualche reato che prevedesse l’esilio coatto?
      Forse il Dr. Mazz… aveva scelto la sede di Serrara in un momento di poca lucidità mentale?
      Forse il Dr. Mazz… si è nascosto a Serrara per far perdere le sue tracce a qualche protagonista di tresche amorose?
      Forse il Dr. Mazz… fuggiva da qualche mafia quando ha optato per Serrara?
      Forse…?
      Forse…?
      Forse il Dr. Mazzella ha speculato sulla disponibilità di “pazienti” fino a quando non ne ha trovato un gregge più numeroso?
      Forse l’ipocrisia è un valore positivo in questa storia?
      Forse non siamo tutti allocchi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui