L’ischitano Luigi Mennella eletto Presidente di Fedepiloti

Dall'edizione in edicola del 26/06/2020

0

Ha il sorriso sicuro e lo sguardo attento di un ischitano doc il volto del nuovo presidente della Federazione Italiana Piloti dei Porti.

Parliamo di Luigi Mennella, anzi del comandante Luigi Mennella che è stato eletto alla massima carica della Federazione durante il consiglio direttivo indetto all’interno della 73ma assemblea nazionale di Fedepiloti svoltasi lo scorso 23 giugno 2020.

Un ottimo risultato che conferma tutto il fruttuoso lavoro che il Comandante Mennella sta facendo all’interno della Federazione di cui fa parte da diverso tempo.

Pilota del porto dell’Estuario veneto, pilota effettivo in laguna dal 2002, Luigi Mennella, cinquantenne, è originario di Casamicciola Terme (NA), è il primo Presidente della storia di Fedepiloti proveniente dalla corporazione di Venezia e negli ultimi due anni ha ricoperto il ruolo di Vice Presidente al fianco del Presidente uscente comandante Francesco Bandiera, Pilota del Porto della corporazione di Olbia.

Il nuovo vicepresidente è, per i prossimi due anni, Massimiliano Fabricatore Irace, capo pilota della corporazione di Salerno. A completare il quadro di comando ci sarà ancora Giacomo Scarpati, che prosegue il suo mandato come direttore di Fedepiloti.

Luigi Mennella ha ringraziato la categoria e il consiglio direttivo «per la fiducia riposta in me onorandomi di questo prestigioso incarico. Mi auguro di poter adempiere nel miglior modo possibile il mio mandato».

Una bellissima storia di passione per il mare e per la durissima vita dei piloti dei porti che vede, e i nostri lettori lo sanno bene, primeggiare tanti ischitani che, come in questo caso, rivestono ruoli molto importanti in federazioni e associazioni di categoria di livello internazionale oltre che nazionale. Tante “stelle” che contribuiscono a far brillare sempre di più il nome della nostra isola nel mondo.

Impossibile, infatti, non citare Teresa Matarese (ischitana) del porto di Augusta e Francesco di Chiara (ischitano) del porto di Ancona, ma della federazione fanno parte anche tanti altri piloti originari di Ischia e di Procida.

Tanti professionisti che portano sempre Ischia nel cuore.

LA FEDERAZIONE

La storia della Federazione Italiana Piloti dei Porti nasce nel 1947. Da allora cura gli interessi etici, morali ed economici della categoria dei Piloti Italiani. Durante questi lunghi anni di attività, la Fedepiloti, non ha mai perso di vista il valore fondamentale di quello che più che un mestiere, è una missione, che ci rende orgogliosi di potere dire di rappresentare un mondo troppo spesso poco conosciuto, ma che cela risvolti umani e professionali di altissimo livello.

Fare il Pilota di Porto è un “punto di partenza” nella vita professionale di un Ufficiale di Marina, sia esso proveniente dai ruoli Mercantili che Militari. Non è meramente il culmine di tale carriera. Un buon Pilota a parte il doveroso addestramento continuo, è cosciente che ogni manovra ha una sua storia, che ogni nave ha una sua sensibilità e quindi deve essere capace di migliorarsi costantemente per dare la giusta assistenza che gli viene richiesta, in completa autonomia di esercizio e sotto il controllo dello Stato attraverso l’Autorità Marittima.

La FEDEPILOTI sostiene questo pensiero e doverosamente si impegna alla sua promulgazione in tutte le sedi opportune.

Il pilotaggio del nuovo millennio ha rinnovati profili, non più legati solamente alla manovra nel porto, ma grazie alla costante collaborazione con le Autorità competenti, è una risorsa che partecipa attivamente alla protezione ambientale, ed alla sicurezza in mare intesa anche come security, essendo la prima persona che sale a bordo della nave. L’unico in grado di intervenire tempestivamente sul Ponte di Comando in caso di necessità, così come di avvisare l’Autorità Marittima per le azioni del caso.

Un ulteriore importante obiettivo che oggi più che mai la Fedepiloti intende perseguire è valorizzare questi principi presso l’opinione pubblica, così come implementare la condivisione tra i Piloti Italiani delle varie comuni problematiche.

Tra Porti e Stazioni Pratici contiamo circa 60 presidi su tutto il territorio Nazionale dove operano circa 250 Piloti in assoluta autonomia finanziaria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui