L’Ischia made in Ischia prende forma

0

Domani incontro con i riconfermati. Arriva l’ufficialità: Mario Lubrano è il nuovo direttore sportivo gialloblù

G.S. | Dalle indiscrezioni alle conferme. Sia a livello tecnico che dirigenziale. Iniziamo da queste ultime. Mario Lubrano è il nuovo direttore sportivo dell’Ischia. Il ventinovenne dottore in giurisprudenza lascia l’Isola di Procida ed entra a far parte della società gialloblù. Confermata dunque l’anteprima riportata mercoledì scorso dal nostro giornale. Lubrano, iscritto al corso di Collaboratore della Gestione sportiva (qualifica per operare nel panorama dilettantistico, anticamera al corso di Coverciano, che dà la possibilità di accedere all’elenco delle associazioni di categoria riconosciute dalla Figc), da ieri si è legato alla società ischitana. Presso gli uffici partenopei della “Medmar”, in presenza del dg Pino Taglialatela, Mario Lubrano ha incontrato il presidente Emanuele D’Abundo e da oggi dunque è pienamente operativo. Seppur giovane, il dirigente isolano per diversi campionati ha assunto ruoli di responsabilità all’interno dell’Isola di Procida, dal salto in Eccellenza al ritorno in Promozione, distinguendosi per efficienza e professionalità. Un valido supporto per Taglialatela, anche in considerazione che Lubrano ha una profonda conoscenza dei campionati dilettantistici campani ma anche dell’ambiente ischitano.

Passiamo al mercato dell’Ischia. Anche in questa nuova stagione, il presidente gialloblù ha espresso il desiderio di avere una rosa composta da elementi ischitani. Giocatori isolani “doc” ma anche d’adozione. Anche in questo caso le indiscrezioni riportate dal nostro giornale nei giorni scorsi hanno trovato riscontro. Al momento sono tre i profili di una certa importanza che l’Ischia Calcio aggiungerà ai diversi calciatori riconfermati. In questa ottica si inserisce l’accordo con il difensore centrale Alfredo Capuano, classe ’96, ex Real Forio e Barano che ha militato in squadre meridionali di Serie D ed Eccellenza come Noto, Paternò, oltre a Serpentara e Noto. Il difensore puteolano con residenza nel comune di Serrara Fontana, può ritenersi a tutti gli effetti un acquisto ufficiale avendo già firmato l’accordo con la società. Il 2002 Yigrem D’Antonio, cresciuto nel vivaio del Casamicciola e per tre stagioni nelle selezioni giovanili regionali e nazionali del Napoli, è probabilmente la ciliegina sulla torta del mercato gialloblù. Veloce e guizzante, D’Antonio nello scorso campionato è cresciuto molto al Barano sotto le direttive di Gianni Di Meglio. I quattro gol realizzati e i tanti assist lo confermano. Chi ritorna in gialloblù è l’attaccante Massimo De Luise, classe ’99, nello scorso campionato al Real Forio. Forte fisicamente, dotato di una discreta tecnica, De Luise ha caratteristiche diverse rispetto agli attaccanti riconfermati. La società farà le sue valutazioni circa la possibilità di un ritorno anche di Gianluca Saurino che però ha richieste dal continente viste le ultime stagioni disputate a ottimi livelli. Per il ruolo di portiere, Luigi Mennella fungerà da chioccia per Lamarra, reduce da un’ottima annata nelle fila del Procida? L’ex numero uno della Berretti gialloblù ritornerebbe ben volentieri. Tuttavia l’Ischia sarebbe sempre interessata al ventenne santangiolese Gennaro Di Chiara, con alle spalle già due stagioni complete nelle fila del Barano, con rendimenti sempre ben al di sopra della sufficienza.

DOMANI LE FIRME – Per quanto riguarda i protagonisti dello scorso campionato, nella giornata di domani incontreranno i dirigenti per allungare il proprio rapporto almeno per un’altra stagione. I calciatori che hanno superato i venticinque anni d’età e si sono già svincolati in passato, come da regolamento ad ogni nuova stagione sono chiamati a firmare un nuovo tesseramento. Dopo un incontro preliminare col consulente Scotti, Taglialatela la scorsa settimana è sicuro della riconferma di Mario Sogliuzzo, Mario Pistola, G.Giuseppe Arcamone e Ciro Saurino. Nessun problema anche per i vari Vincenzo Monti, Pasqualino Accurso, Pasquale Chiariello, Gigio Trani, Luigi Castagna, Gerardo Rubino (che dovrebbe sottoporsi ad un intervento per risolvere il problema che lo ha condizionato nella passata stagione), insomma la stragrande maggioranza dei calciatori che hanno dato un contributo importante al salto di categoria. Non da meno gli under come Ugo Invernini e Nicola Di Meglio, ai quali si aggiungeranno alcuni validi giovani della Juniores e della squadra che ben si è comportata nel campionato provinciale Under 17. Poi sarà mister Monti a fare le sue valutazioni nel corso del pre-campionato, anche se appare chiaro che qualche calciatore sarà girato in prestito ad altre realtà isolane per avere maggiori possibilità di mettersi in mostra.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui