fbpx

L’Ischia ha tanta voglia di lottare

Must Read

Giovanni Sasso |  Quando vai sotto e recuperi subito, piazzi la stoccata vincente a metà ripresa grazie al solito, immenso Luigi Castagna, e nell’arco di 45’ non subisci nemmeno un tiro in porta da parte della squadra considerata la rivale numero uno della Puteolana, beh, significa che hai sostanza ma anche qualità. L’Ischia riscatta la beffa di Pozzuoli e si mette in scia alla capolista flegrea, a braccetto col sorprendente Real Forio e con la Maddalonese. Il doppio esame è stato superato con voti alti. Alla classifica di Trofa e compagni manca il punto scippato ad Arco Felice ma il campionato è appena iniziato e ci sarà tempo per recuperarlo. Nel frattempo il popolo gialloblù si gode quest’altra vittoria, la terza in quattro partite e spera che i giovanotti di Iervolino facciano bene anche mercoledì in coppa contro una formazione altrettanto quotata come il Saviano.

Quella scesa in campo ieri al “Mazzella” è stata una Frattese oltremodo presuntuosa, che a nostro avviso ha sottovalutato i padroni di casa, bravi a non demoralizzarsi dopo la serie di errori di posizionamento che hanno causato il vantaggio di La Pietra. Il portiere De Lucia sulla staffilata su punizione di Cibelli ci ha messo del suo, e da quel momento è iniziata un’altra partita. Vero è che la Frattese ha tenuto maggiormente il pallino del gioco, con l’ex Catinali che andava a prendere palla nella propria tre quarti per imbastire qualche azione interessante, ma nel complesso di pericoli la squadra di Floro Flores ne ha creati pochini. Fin quando è stato in campo Grieco, la retroguardia isolana è stata sempre in apprensione; con l’uscita dell’eclettico numero dieci nerostellato, in casa Frattese si è spenta la luce e i cambi di Floro Flores (in discussione già alla vigilia dell’incontro) a poco sono serviti. L’Ischia si è difesa con determinazione ma anche ordine, ha ben rimediato alle assenze di Florio e Pistola, dando vita ad una serie di strappi che hanno tenuto costantemente in apprensione la difesa imperniata su Aliperta. la cerniera di centrocampo ha funzionato. Anche quando è entrato Sogliuzzo, la squadra ha tenuto i giusti equilibri, allungandosi solo in qualche circostanza in cui però gli ospiti non ne hanno approfittato. Giustificato l’entusiasmo dei tifosi che a fine partita hanno fatto festa sotto la tribuna insieme ai calciatori: il feeling è quello di sempre. L’importante è non snaturarsi, continuando a rimanere umili perché soltanto con il lavoro e l’applicazione si possono confermare i recenti progressi che sono evidenti così come si comprende in maniera chiara che questa Ischia sbarazzina lotta su tutti i palloni e non tira mai la gamba. Anche la testa, se è il caso: gli otto punti di sutura sulla fronte rimediati da Montanino ne sono una testimonianza.

SCHIERAMENTI – Iervolino conferma Mazzella tra i pali. Davanti al portiere agiscono Chiariello e Di Costanzo, con Trofa a destra e Buono a sinistra. A centrocampo Arcamone e Montanino con Cibelli, Filosa e Castagna alle spalle di De Luise. La Frattese si schiera con un 4-3-3. De Lucia in porta, Catinali e Aliperta i centrali, Meola e Armeno sulle corsie. A centrocampo Riccio, Apredda e Grieco. Prisco la punta centrale con La Pietra a sinistra e Orlando a destra. Dopo dieci minuti, Floro Flores avanza Catinali a centrocampo, retrocedendo

LA PARTITA – Avvio di gara scoppiettante. Affondo di Castagna sulla destra, cross sul secondo palo dove c’è la deviazione di De Luise che manda sull’esterno della rete. Alla prima occasione, la Frattese sblocca il risultato: traversone dalla destra che trova impreparata la difesa isolana, La Pietra da due passi di testa batte Mazzella. Replica immediata dell’Ischia: calcio piazzato da venticinque metri di Cibelli che con un fendente di destro a fil di palo batte De Lucia, sorpreso dalla traiettoria (la palla gli rimbalza davanti). Frattese vicina al raddoppio al 27’: La Pietra dalla sinistra pennella in area per la testa di Grieco che manda il pallone a lambire il palo alla sinistra di Mazzella. 2’ dopo ripartenza dell’Ischia: De Luise ha spazio per liberare il sinistro che però risulta “ciabattato” e De Lucia para senza problemi. Corre il 34’ quando Grieco con un destro dal vertice dell’area impegna Mazzella. Al 38’ scontro a centrocampo tra Montanino e Grieco. Il primo lascia il campo a bordo dell’ambulanza, il secondo rientra con una fasciatura al capo ma è costretto a cedere il posto a Cigliano. Iervolino inserisce D’Antonio, con Cibelli che passa al fianco di Arcamone. Al 45’ Armeno dalla sinistra crossa per Prisco che però viene anticipato dal compagno Orlando che alza sulla traversa.

I gialloblu cominciano la ripresa riversandosi nella metà campo nerostellata. Al 12’ Riccio da quasi quaranta metri tenta di sorprendere Mazzella con un tiro-cross: il pallone sorvola di poco la traversa col portiere dell’Ischia che comunque era sulla traiettoria. Sogliuzzo prende il posto di Filosa che non gradisce il cambio e non fa nulla per nasconderlo. Al 19’ angolo di Cibelli, Castagna devia sul secondo palo dove De Luise non riesce a deviare in rete. Al 21’ Ischia in gol grazie ad una grande giocata di Castagna che, su un tocco rasoterra di Di Costanzo, controlla, mette a sedere il portiere e scarica in rete. La Frattese reagisce ma non conclude mai pericolosamente dalle parti di Mazzella che viene impegnato solo in occasione di alcuni corner. Invernini prende il posto di De Luise, serie di cambi nelle fila ospiti. Al 39’ azione avvolgente della Frattese, dal perimetro Prisco gira verso la porta ma viene fuori un tiro sbilenco. Al 46’ Sogliuzzo con un insidioso calcio di punizione da oltre venti metri chiama De Lucia alla respinta in tuffo. Proprio sul gong, contropiede di D’Antonio che fa 50 metri palla al piede, conclude una volta arrivatoin area ma De Lucia salva di piede.

ISCHIA    2
FRATTESE    1

ISCHIA CALCIO: Mazzella, Buono, Trofa, Di Costanzo, Chiariello, Cibelli, Montanino (41’ pt D’Antonio), Arcamone, Filosa (15’ st Sogliuzzo), Castagna (37’ st Trani), De Luise (25’ st Invernini). (In panchina Di Chiara, Muscariello, Esposito, Di Meglio A., Di Sapia). All. Iervolino.

FRATTESE: De Luca, Meola, Armeno, Riccio, Aliperta, Catinali, Grieco (42’ pt Cigliano), Apredda (22’ st Delli Curti), Prisco, La Pietra (23’ st Improta), Orlando (27’ st Montano). (In panchina D’Auria, Astarita, Cavaliere, Cigliano, Di Micco, Montano). All. Floro Flores.

ARBITRO: Di Benedetto di Novi Ligure (ass. Guerra e Panico di Nola).

MARCATORI: nel p.t. 9’ La Pietra, 12’ Cibelli; nel s.t. 21’ Castagna.

NOTE: angoli 5-2 per la Frattese. Ammoniti Armeno, Chiariello, Grieco, Catinali. Durata: pt 49’, st 50’. Spettatori 500 circa.

Foto Ascione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Tragedia. Uomo colto da malore, muore sulla strada di casa

Venerdì di dolore e di sgomento. La quiete della comunità isolana e della comunità di Casamicciola Terme, sono state...