fbpx

L’Ischia esce dall’impasse: pronta a ripartire

ECCELLENZA | INTERCETTATI ALCUNI SPONSOR. D’ABUNDO MARTEDÌ DOVREBBE INCONTRARE I TIFOSI

Must Read

La partecipazione dell’Ischia Calcio al prossimo campionato di Eccellenza non è in pericolo. Se fino a qualche giorno fa la situazione in casa gialloblù sembrava assai delicata, per una serie di difficoltà nell’individuare una figura in grado di dare una continuità tecnico/aziendale come ha fatto Emanuele D’Abundo in quattro stagioni sportive, nelle ultime ore ci sono stati degli sviluppi. Novità che garantirebbero all’Ischia di non fare un clamoroso flop proprio nell’anno del centenario della fondazione. Mentre i tifosi si stanno organizzando per raccogliere un buon contributo attraverso l’acquisto degli abbonamenti e delle maglie celebrative del centenario (novità sostanziali si potranno avere quando si sarà insediata la nuova società), Pino Taglialatela non smette di stare sul pezzo «perché è impensabile che l’Ischia non faccia la sua parte in un anno assai importante, storico per la squadra a cui noi tutti teniamo», dice l’ex direttore generale. Tutto lascia immaginare che a breve potremmo anche fare a meno dell’“ex” perché a quanto pare chi ha promesso il proprio contributo alla causa gialloblù, ha chiesto esplicitamente la presenza dell’ex portiere del Napoli.

In passato abbiamo riportato di impegni già presi da “Batman” con una società professionistica toscana, ma di fronte ad un problema che interessa tanti sportivi, di fronte ad una situazione che ha un impatto sociale importante, Taglialatela non ci ha pensato due volte nel dare priorità ai colori del club che lo ha lanciato nel mondo del calcio, che gli ha consentito di farsi conoscere ai dirigenti del Napoli che lo proposero al mitico Luciano Castellini che lo prese sotto la sua ala protettiva. Il resto è…storia. «L’Ischia non può scomparire, sappiamo che è un momento difficile a tutti i livelli, ma stiamo insistendo per garantire alla squadra la partecipazione al campionato», dice Taglialatela che in questi giorni ha “incassato” la collaborazione di alcuni imprenditori.

Tra questi, ci sarebbe l’ex presidente Lello Carlino. Il patron del Napoli Femminile tuttavia non avrebbe alcuna intenzione di rituffarsi in una nuova avventura dopo le recenti vicissitudini della formazione in rosa ma potrebbe intervenire come semplice sponsor e coinvolgere qualche amico imprenditore. Più di un tifoso negli ultimi giorni ha ipotizzato un ritorno del massimo esponente di “Carpisa” ma al momento questo resta soltanto un sogno. Determinati investimenti si pianificano, il calcio anche a questi livelli deve essere gestito come un’azienda, all’interno della quale c’è bisogno di persone preparate e che soprattutto non approfittino della lontananza e soprattutto della passione della proprietà.

Dunque un po’ alla volta si sta componendo un “puzzle” a cui mancano ancora tante tessere ma già parlarne non è poca cosa, dopo la decisione di D’Abundo di farsi da parte e le vicende che hanno visto protagonista (in negativo) chi avrebbe dovuto dare il “la” alla nuova società. A proposito, dopo il rinvio dell’incontro di giovedì scorso, martedì mattina la ristretta delegazione dei tifosi dovrebbe portarsi negli uffici della “Medmar” per stabilire l’incontro decisivo per il passaggio della società. Soltanto dopo saranno contattati i calciatori per definire gli accordi per la prossima stagione. Sull’allenatore non ci dovrebbero essere ripensamenti. Taglialatela da tempo ha fatto una scelta: Enrico Buonocore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

I NUOVI PARROCI DI ISCHIA la roulette di Pascarella

Il Vescovo Pascarella ha deciso e ha cambiato! Carissimi, volendo provvedere affinché tutto il popolo di Dio, che vive nelle...
In evidenza

I NUOVI PARROCI DI ISCHIA la roulette di Pascarella

Il Vescovo Pascarella ha deciso e ha cambiato! Carissimi, volendo provvedere affinché tutto il popolo di Dio, che vive nelle...