L’Ischia dribbla il Covid e riparte

0

Due giorni di riposo dopo la sostanziosa seduta di allenamento di sabato scorso (una rifinitura allungata in seguito alla notizia del rinvio dell’incontro di Maddaloni) e di nuovo tutti in campo.

Ieri pomeriggio l’Ischia ha ripreso gli allenamenti – con la settimana-tipo – per preparare l’esordio in campionato contro il Mondragone in programma domenica 11 al “Mazzella” (15.30).

Un match senza precedenti visto che mai finora i gialloblù isolani e i granata mondragonesi hanno incrociato i tacchetti in campionato.

L’unico precedente tra le due squadre è quello recente di coppa, quando la squadra di Monti si impose di misura con un calcio di rigore di Sogliuzzo, chiudendo il raggruppamento a punteggio pieno.

Testa e gambe dunque rivolte a iniziare col piede giusto anche il campionato dopo il doppio successo di coppa. I gialloblù ieri hanno ripreso con lo stesso entusiasmo con il quale si erano lasciati sabato scorso. La mancata disputa della partita in casa della Maddalonese (dei riscontri dei tamponi vi rimandiamo all’articolo in pagina) è stata “dribblata” con filosofia. Ci si è resi conto che questa appena iniziata potrebbe rivelarsi una stagione particolare. Un motivo in più per pensare “partita dopo partita”, come dichiara di sovente la stragrande maggioranza dei calciatori quando gli si chiede dell’obiettivo stagionale della propria squadra.

Ieri pomeriggio il gruppo si è ritrovato al “Mazzella”. Gli effetti della semina e relativa concimazione si cominciano a vedere. Adesso il prato è più compatto, a beneficio della circolazione e del rimbalzo del pallone. La seduta è iniziata con un lavoro atletico diretto dal preparatore Michelangelo Di Maio (potenza aerobica e forza dinamica) e terminata con una partitella a campo ridotto. «Abbiamo svolto una seduta più corposa visto che domenica scorsa non si è giocato», spiega il prof Di Maio. Tranne Gerardo Rubino e Ciro Saurino, che prosegue lavoro differenziato (domenica il centrocampista non sarà disponibile per squalifica), erano tutti a disposizione. Oggi allenamento mattutino, domani giornata di riposo. «L’effetto del Covid-19 sul campionato? Si rischia tanti “stop and go” che condizioneranno lo stato fisico e mentale delle squadre – sottolinea Michelangelo Di Maio –. Comunque il gruppo è tranquillo, i ragazzi sono concentrati e vogliosi di districarsi bene in questo tour de force, con tre partite in nove giorni». Mercoledì 14 ottobre, i gialloblù si recheranno a Pianura per la partita d’andata degli ottavi di finale di coppa, subito dopo il derby di Barano.

G.S.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui