L’Ischia Calcio ferma gli allenamenti, ma…

0

Prende atto della nota del Ministero dell’Interno che vieta anche gli allenamenti individuali ma allo stesso si augura che a breve vengano prese delle misure per consentire ai propri tesserati di riprendere l’attività, soprattutto in ragione di quanto emerso ieri pomeriggio alla Camera, dove Conte ha ribadito che vale quanto riportato sul DPCM.

L’Ischia Calcio, con una “new” apparsa sui canali ufficiali nel primo pomeriggio di ieri, ha ufficializzato lo stop della prima squadra ma tra le righe del comunicato si evince che al presidente D’Abundo e a tutto l’ambiente gialloblù un po’ di chiarezza non guasterebbe. «A seguito dei chiarimenti diffusi dal Ministero degli Interni, S.S.D. Ischia Calcio rende noto che sono sospese tutte le attività sportive della Prima Squadra, compresi gli allenamenti individuali. Questa società, compatibilmente con le esigenze sanitarie – prosegue il comunicato dell’Ischia – auspica che possano essere emanate nei prossimi giorni regole e procedure che permettano ai nostri calciatori di poter continuare ad allenarsi in attesa di un ritorno alla piena normalità, anche del mondo dello sport». Poche righe ma ben ponderate da parte del club ischitano che ha dovuto fare dietro-front, mandando (si spera momentaneamente) in soffitta il programma di allenamenti che era iniziato martedì. Nella giornata di ieri, i cinque calciatori risultati negativi al tampone molecolare, avrebbero dovuto rimettere maglietta, pantaloncini e scarpini per allenarsi agli ordini di mister Monti e del preparatore Di Maio.

TIFOSI DELUSI – Scoramento e delusione. E’ lo stato d’animo che serpeggia in seno alla tifoseria gialloblù. Ma anche tra gli addetti ai lavori che seguono da vicino le sorti dell’Ischia. «Arriva un’altra brutta notizia, purtroppo sono proibiti anche gli allenamenti individuali – scrive Ciro Curci sulla pagina “YBL” – infatti secondo le ultime notizie i prefetti stanno diramando la specifica. Un ulteriore danno che si reca a tutte le squadre che poco più di 2 mesi fa hanno fatto la preparazione atletica pre-campionato, in pratica un durissimo lavoro che detto volgarmente si andrà a farsi fottere. Chissà se questo campionato si riprenderà e se si con quali condizioni e tutto molto assurdo». Mister Biagio Lubrano già si era espresso in passato su argomenti simili e coerentemente definisce chi ha stabilito il dietro-front sugli allenamenti degli «incompetenti». «Secondo – prosegue “Albertosi” – non sanno neanche che durante la settimana ci si allena per preparare la partita della domenica, credono che i ragazzi la domenica mattina prendono la borsa e vanno a giocare». Sulla stessa lunghezza d’onda mister Mimmo Citarelli che su queste colonne, per un’estate intera, ha ribadito la necessità di consentire ai giovani e agli agonisti almeno di allenarsi individualmente per non perdere confidenza con il pallone ma anche per conservare una discreta forma fisica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui