martedì, Aprile 13, 2021

Lezione di vaccino. Castagna primo “sindaco” vaccinato

In primo piano

Ida Trofa | C’è anche il primo sindaco vaccinato contro il Covid-19. È Giovan Battista Castagna. Il capo dell’amministrazione di Casamicciola Terme ha potuto ottenere l’iniezione di antidoto al virus in quanto docente. Castagna non è solo il primo cittadino di Ischia, ma è anche il primo sindaco delle isole del golfo di Napoli ad essere vaccinato per il coronavirus. Non è un caso alla “De Luca”, ma la vaccinazione gli è stata somministrata in ragione del ruolo che ricopre come membro del corpo insegnanti dell’Istituto Superiore “C. Mennella” con sedi nei diversi comuni dell’Isola d’Ischia.

Da venerdì, come vi abbiamo raccontato in questi giorni, procede una massima campagna di vaccinazione dedicata agli operatori scolastici con l’uso del vaccino Astrazeneca.
Abbiamo contattato l’ingegnere mentre nel pomeriggio di ieri era in fila per inocularsi il vaccino.
Fiducioso e cautamente ottimista, Castagna fin dall’inizio della pandemia si è mostrato tra i più laboriosi ed attivi nell’assunzione di iniziative e procedure tese a rilevare, prevenire e contrastare la diffusione del CovSars 2. Sono assurti agli onori delle cronache le sue missive al Prefetto, l’allarme e l’ipotesi di creare una “zona rossa covid” nei quartieri focolaio, il casello tampone per i test rapidi e molto altro ancora.

Al sindaco abbiamo chiesto come si sentisse dopo l’iniezione e quali fossero le sue sensazioni: «Insomma… sono qui in osservazione. Questo è un momento importante per tutti e spero che presto tutta la popolazione possa vaccinarsi. Il vaccino è lo strumento per difenderci e per superare questo momento tanto difficile. Rappresenta la principale arma contro il diffondersi del contagio dal virus che purtroppo ancora non si arresta» sottolinea il primo cittadino di Casamicciola Terme.

«Ho fatto il vaccino per il Covid-19, su invito della Istituzione scolastica di cui pregio di esser parte come docente dell’Istituto Mennella. Nel rispetto dell’ordine di priorità stabilito per le categorie professionali considerate maggiormente esposte».
Castagna, auspicando l’estensione delle vaccinazioni a tutti, lancia anche un appello a vaccinarsi e a rispondere in modo positivo alla chiamata: «Stiamo affrontando una delle sfide più difficili dei nostri tempi, rinnovo la mia speranza affinchè le dosi di vaccino siano al più presto disponibili per tutta la popolazione e spero che quando chiamati saranno pronti a dire sì alla chiamata dell’Asl e delle autorità competenti. Solo cosi, uniti verso lo stesso obbiettivo, possiamo superare questa emergenza e riprendere la vita con meno restrizioni e nel modo che ritorni il più normale possibile, magari ricca di socialità, affetto e tata gente intorno come lo era un anno fa».

Con Castagna, nello specifico sono stati 1.450 gli operatori scolastici di 15 istituti di Ischia e Procida, chiamati a vaccinarsi venerdì 26 e sabato 27 febbraio presso l’Istituto alberghiero Telese di Ischia. Il Telese è stato per qualche giorno centro vaccinale straordinario. Anche oggi, domenica, la struttura è attiva, ospitando le vaccinazioni degli operatori dei centri termali convenzionati con il Sistema sanitario nazionale. L’operazione di vaccinazione massiva del personale delle scuole è stata programmata per garantire condizioni di maggiore sicurezza già nel breve periodo nel settore dell’istruzione e ridurre le occasioni di contagio potenziale da parte degli operatori scolastici. Inoltre, la peculiarità dell’insularità e il grande numero dei docenti «viaggiatori» hanno richiesto di utilizzare la procedura di vaccinazione che l’Asl Napoli 2 Nord ha già sperimentato in altri istituti, allestendo un centro vaccinale straordinario direttamente all’interno di un istituto scolastico.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Carmine continua pericolosamente lo sciopero della fame. I cresimandi si assembrano in cattedrale e non perdono il vizio

Gianni Vuoso | Quanti interventi, quante parole, quante decisioni assurde e discutibili. Viene voglia solo di restare in silenzio...
- Advertisement -