L’EMBARGO dell’Europa contro Putin e quello tutto paesano di Giosi contro Dolce Sosta

0

 

LA STRADA MAESTRA di Luigi Boccanfuso

“EMBARGO”: Spesso sentiamo pronunciare questo termine ma non sempre ne comprendiamo bene il significato e la portata.

EMBARGO è sinonimo di IMPEDIRE il più delle volte scambi commerciali tra le nazioni, ma anche ATTUARE RESTRIZIONI di varia natura che producono effetti devastanti nel tessuto socio/economico e nell’apparato politico/statale.
Molti sono gli embarghi in essere nel mondo in questo momento e più precisamente li subiscono più o meno a ragion veduta, nazioni come l’Iran, la Corea del Nord, la Birmania, la Siria, il Sudan, Cuba, ma indubbiamente l’embargo più devastante per i riflessi sull’economia italiana è quello dell’Europa contro la Russia, confermato ancora di recente.
Infatti alcuni giorni fa la Comunitá Europea ha deliberato il rinnovo automatico delle sanzioni contro la Federazione Russa, che ha scatenato l’indignazione di molti politici anche di schieramenti opposti come ad esempio Renzi e Berlusconi
che non hanno risparmiato bordate critiche verso l’operato di Bruxell che si ostina a vedere nella Russia un nemico piuttosto che un alleato nella lotta al terrore.

E giusto per rimanere in tema “embargo”c’è quello tutto ischitano e goffamente paesano di Giosi Ferrandino contro Dolce Sosta.
Dopo le note dimissioni a catena di assessori e vicesindaci, Giosi Ferrandino ha impiegato molto tempo prima di assegnare a Dolce Sosta le funzioni di vicesindaco con ampi poteri,ma poi ha impiegato altri 2 mesi per integrare la giunta e sinora non ha ancora assegnato le deleghe ai vari assessori.
Ma non finisce qui perchè quando tutto sembrava pianificato e in discesa per Dolce Sosta,Giosi Ferrandino ha iniziato a sabotarlo, mettendogli contro i dirigenti: emblematica la vicenda della rottura degli impianti di riscaldamento alle scuole elementari Marconi e  media Scotti che ha determinato la “nota”di Raffaele Mazzella che dopo aver smentito e sbeffeggiato il vice sindaco, ha incassato paradossalmente la solidarietà della segreteria del sindaco (che si è precipitata a trasmettere in tempo reale tale nota  ai vari organi di stampa) e dallo stesso Giosi che si è addirittura complimentato con Raffaele Mazzella lodandone l’iniziativa.
Inoltre, a chi mastica un poco di politica, non sará sfuggito che negli ultimi tempi Giosi si sta sforzando di apparire di nuovo particolarmente attivo, enfatizzando atti e  iniziative per riappropriarsi a pieno titolo del ruolo di sindaco a tutti gli effetti e in barba alle sue dichiarazioni pubbliche che lasciavano intendere una sua voglia di mollare e delegare.

In altri termini Giosi sta attuando un vero e proprio EMBARGO contro Dolce Sosta.

A questo punto chissá se Dolce Sosta si ricorda ancora e riflette sulle parole che gli disse quel suo vecchio amico subito dopo il risultato elettorale locale delle elezioni europee che più o meno recitavano così: “se alle prossime elezioni amministrative ti vuoi candidare a sindaco non ti appiattire su Giosi Ferrandino ( malato terminale di politica) ma fai un intervento forte  in Consiglio Comunale dove prima inviti tutti i consiglieri a prendere atto del messaggio di insoddisfazione espresso nelle urne dall’elettorato  ischitano e poi solleciti un programma minimale di fine consiliatura affinché il Consiglio lo affidi alla Giunta per l’attuazione, con l’impegno di fare una verifica dopo un anno, all’esito della quale stabilire se andare al voto anticipatamente oppure a fine naturale del mandato”e ancora delle parole che il medesimo vecchio amico gli disse in un’altra occasione e alla presenza di Enrico Iovene che più o meno recitavano così: “alcuni di noi non sono contrari in linea di principio alla tua candidatura a sindaco ma a condizione che questa non sia espressa dall’attuale sindaco come continuità dello stile amministrativo che egli finora ha incarnato, perché in questo caso diventa un marchio piuttosto che un benefit”…

Non manca molto tempo alla resa dei conti che consentirà di stabilire se le parole di questo vecchio amico erano sagge o sbagliate…
AUGURI DI BRILLANTE 2016 A TUTTI.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui