Le malattie reumatiche, domani convegno Rotary ad Ischia

Sabato 19 ottobre alle 9,30, Hotel Continental di Ischia

0

Nei giorni addietro abbiamo pubblicato un avviso con il quale il Rotary club isola d’Ischia ha annunciato che domani, sabato 19 ottobre alle 9,30, è stato organizzato press l’Hotel Continental di Ischia un convegno che tratta la materia delle malattie reumatiche.

Con l’avvocato Vincenzo Acunto, che quest’anno guida il sodalizio e che sembra essere molto attento alle problematiche della salute proviamo a tracciare un profilo illustrativo dell’evento. Tutti sanno che l’avvocato Acunto è una penna di questo giornale con una rubrica domenicale per cui abbiamo ritenuto utile saperne di più rivolgendogli qualche domanda.

La nostra amicizia e frequentazione giornalistica ci consente un immediato approccio. Ho notato che con la tua presidenza il Club Rotary ha sviluppato un indirizzo verso il sociale con maggiore attenzione rispetto al passato. Dico il giusto?
Ogni anno di vita associativa si distingue in coerenza con la personalità e gli interessi culturali del presidente. Io posso dire che tutte le presidenze del nostro sodalizio si sono interessate in vario modo e con immutata intensità verso il sociale. Ricordo, tra le ultime a memoria, l’importante iniziativa sviluppata durante la presidenza di Antimo Lupoli e conclusasi con la presidenza di Danilo Borsò della sedia per l’accesso a mare dei disabili; l’iniziativa del presidente De Martino contro la violenza  sulle donne, l’iniziativa sempre di Borsò di raccolta fondi per la Polio Plus che io ho proseguito anche quest’anno con una manifestazione del mese di settembre e proseguirà ancora con un’altra manifestazione del 24/26 prossimo, quando verrano ad Ischia vari club italiani.

E ora siete passati alle malattie reumatiche
Si e non solo. Con la collaborazione di altri 14 club, dell’università Federico II, e delle ASL, con il club di Ischia capo-fila, è stato dato corso al progetto Radio-rotary con il quale oltre a misurare con rilevatori scientifici e medici specialisti, la concentrazione di radon presente negli uffici pubblici, adotteremo da una scuola “una classe quarta” alla quale daremo gli strumenti e gli approfondimenti per come affrontare il pericoloso gas che sviluppa malattie terribili. Ed ora siamo alle malattie reumatiche.

Ecco le malattie reumatiche, ci dica quale sarà la tematica del convegno.
Mi lasci dire che questo evento nasce da una terribile esperienza familiare. Da essa ho scoperto che l’isola d’Ischia (nel mondo conosciuta come luogo di cure idropiniche) presenta una preoccupante casistica di malattie reumatiche. Un dolore subdolo che cresce fino diventare invalidante e che nei fatti spesso “paralizza” il malato si impossessa della persona per una serie infinite di cause. Ecco il perché del titolo Il dolore nascosto.

I medici come si regolano sulla problematica.
Grazie a Dio sull’isola vi è un ottimo medico reumatologo la dr.ssa Mennella di Casamicciola che purtroppo non è riuscita a liberarsi per essere protagonista al convegno. Spero sempre che all’ultimo minuto trovi, anche lei, un attimo per far sentire la sua voce. Il medico del posto ha necessariamente bisogno di una struttura ospedaliera di appoggio ed io, sempre per le evenienze familiari, ho scoperto che in terra di Lucania a Potenza, esiste una vera “eccellenza sanitaria” in campo reumatologico. Eccellenza che ha sede presso l’Ospedale S. Carlo di Potenza, ove un napoletano il prof. Ignazio Oliviero (che ho avuto la fortuna di conoscere personalmente e che purtroppo non c’è più) ha dato vita ad un team di giovani medici,studiosi, motivatissimi che tutti i giorni accolgono centinaia di pazienti provenienti da tutto il sud, che curano con risultati sorprendenti. Tra gli assistenti del prof. Oliviero spicca la figura del dr. Salvatore d’Angelo, anche lui napoletano, che dopo la scomparsa del professore dirige il reparto e che sabato sarà con noi ad Ischia a tenere un importante relazione ed anche per interfacciarsi con i suoi malati che ha sull’isola.

Ho letto che ci sono relatori con competenze diverse.
E’ normale. La malattia reumatica, purtroppo, non ha età. Ognuno pensa che appartenga alle sole persone anziane e non è affatto vero. Purtroppo la clinica medica registra che anche in età pediatrica questo “mostro” si può incuneare nella vita di una persona. Per cui noi del rotary abbiamo ritenuto opportuno che fosse un pediatra esperto, qual è il dr. Giacinto Calise (che peraltro è un nostro eccellente socio) che è pediatra da 22 anni, a dirci di cosa possono patire e come possono affrontare il peggio i bambini. Altra figura di spicco sarà il chirurgo ortopedico Lucio Cillo (Casamicciolese d’adozione) che oltre al brillantissimo curriculum di studi ha maturato una esperienza chirurgica di oltre 15.000 interventi e ci parlerà della chirurgia nelle malattie reumatiche.

Ci sarà da prendere appunti.
Non solo. Ci sarà la possibilità di interfacciarsi direttamente con i relatori e porre loro delle domande scritte. Signori questo è il rotary. Non fa beneficenza ma si adoperà concretamente perché altre persone possono avere dei benefici dalla sua azione. L’argomento mira ad affrontare il dolore che entra in tante vite per il quale ci può essere un rimedio. Inutile dire che la prevenzione è sempre la migliore cosa. Venite al convegno che sarà essere utile a chi soffre.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui