fbpx

Le Cronache del Castello sulla Roccia. Sabato il fantasy avvolge Forio!

Grande attesa per la presentazione del primo volume della saga ambientata sull'isola di Ischia e scritta da Patricia O'Mahony. Ancora pochi posti disponibili

Must Read

Mondi magici dalle ambientazioni reali. Magia e Coraggio che si fondono tra loro nell’intento di portare a termine missioni più o meno rischiose, ma tutte con un unico comune denominatore: credere in sé stessi e nella forza della cultura, oltre che nelle doti “del Custode dell’isola”.

Ecco alcuni dei tratti salienti del romanzo “Le Cronache del Castello sulla Roccia. Lyunika, l’inizio”, primo volume della saga fantasy-storico-fiction, scritto da Patricia O’Mahony, edito e lanciato dalla nostra testata Il Dispari e che sabato sera sarà il protagonista di una particolare serata dedicata all’interno della programmazione del Festival Forio InChiostro, presso il Chiostro di San Francesco in Piazza Municipio, con inizio alle ore 19,30.

Patricia, che da oltre 40 anni vive sull’isola di Ischia, ha da sempre coltivato, con curiosità e pazienza, la sua passione per la storia ricercando, attraverso molti libri e pubblicazioni, alcuni dei tratti più interessanti e meno noti della nostra isola.

Attraverso le epoche, infatti, Ischia è sempre stata al centro di importanti avvenimenti, base per regni di medio/lungo periodo, riserva di caccia, culla della civiltà del Mediterraneo e, davvero, ricolma di magia e misteri.

In questa prima presentazione “Live” parleremo, con il nostro Direttore Gaetano Di Meglio e la preside prof.ssa Marinella Allocca, di Cavalieri, Vichinghi, Romani e di Lyunika, del misterioso Custode del Castello Aragonese sull’isola di Ischia e di molto altro ancora. Tra le pagine dei primi due capitoli della saga (il primo li contiene entrambi) si scoprirà la storia dell’isola seguendo lo strano destino che attende il giovane Cavaliere Ospedaliere Sir Geoffrey de Mortimer il quale, con la protezione di Lyunika, il Custode del Castello sulla Roccia, si imbarcherà in missioni e viaggi nel tempo, nei quali avrà bisogno di tanto coraggio, di spirito di sacrificio, di imparare a fidarsi degli altri e a credere in sé stesso. Saranno missioni particolari, che evolveranno in storie intriganti dove la Fiction Storica si mescola a Magia e Superstizione.

Ad accompagnarci in questa bellissima immersione nelle vicende di Sir Geoffrey De Mortimer, vi sarà la voce di Elisabetta Maschio che leggerà alcuni brani tratti dal primo volume di una saga che ha tutte le carte in regole per regalare tante emozioni a lettori di ogni età.

Protagonista della saga è l’isola di Ischia in vari periodi storici, visitati da Sir Geoffrey De Mortimer, giovane cavaliere ospedaliere, che vi arriva in un modo magico e burrascoso. Geoffrey si ritroverà ad affrontare tanti temi, tra cui anche quelli della crescita, superando ostacoli e portando a termine missioni particolari con l’aiuto di tanti altri personaggi, ricostruiti sulla base di ricerche storiche del luogo, e che gli mostreranno il giusto percorso per crescere e acquisire sempre maggiore fiducia in sé stesso.

IL LIBRO

Patricia, parlaci di questa tua prima opera letteraria…

“Sono arrivata sull’isola di Ischia a metà anni ’70 e fin da subito sono rimasta incantata non solo dalle bellezze naturali di questa terra, ma anche e soprattutto dalla sua storia e dai suoi monumenti, il Castello Aragonese in primis. Successivamente, per ben 27 anni, ho avuto la fortuna di vivere nel borgo storico di Ischia Ponte a due passi dal Castello Aragonese, che ammiravo ogni giorni dalla finestra di casa. Negli anni ho iniziato a leggere i tantissimi libri che parlano degli avvenimenti storici legati all’isola di Ischia e al Castello Aragonese, ma ho avuto modo di notare che erano testi che riportavano solo date e personaggi, nessuno aveva scritto una storia, un romanzo basato sul Castello Aragonese e che ne evidenziasse la magia e la “potenza”. Di qui, il passo verso la scrittura di un romanzo, diciamo, è stato breve. Ho iniziato a scrivere diversi anni fa, intervallando con la mia attività di docenza presso alcune scuole isolane in qualità di esperto madrelingua. Ed è stando a contatto con i ragazzi che mi è venuta l’idea di abbinare sia l’insegnamento della lingua che quello della storia della nostra isola che, spesso, non è nota ai giovanissimi. Certo, sono consapevole che il mio è un romanzo storico/fantastico e non storicamente accurato, ciò che si potrà leggere nei romanzi della saga sono avvenimenti basati su personaggi e luoghi realmente esistiti, su eventi che possono essere avvenuti e probabilmente sono davvero avvenuti presso il Castello Aragonese sull’isola di Ischia, ma con l’aggiunta di un tocco “fantastico”. Ma sono altrettanto certa che questa serie di libri potrà essere la scintilla per l’accensione dell’immaginazione nei giovani lettori e carburante per la fantasia e i sogni, cambiando, magari, in meglio il modo stesso di imparare un po’ di storia senza annoiarsi e osservare i luoghi della quotidianità in modo diverso.”

Cosa ci puoi svelare riguardo la saga e questo primo volume?

“Questo volume, intitolato Lyunika – L’inizio, è solo il primo della saga “Le cronache del Castello sulla Roccia”. Anzi, questo è un classico “2 in 1”, nel senso che in questo primo volume vi sono racchiusi i primi due capitoli della saga. E’ una saga molto particolare, in cui i personaggi compiono gesta di coraggio e responsabilità, ma anche piena di magia e mistero, con l’aggiunta di creature fantastiche e viaggi nel tempo.”

Viaggi nel tempo?

“Sì i personaggi percorrono la linea temporale degli avvenimenti che vedono l’isola di Ischia protagonista in diverse epoche. I viaggi nel tempo di Sir Geoffrey saranno lo spunto ideale per i lettori per imparare nuove nozioni sulla nostra storia.

Ho deciso di iniziare questa serie di romanzi ambientando il primo libro nel 1189, una epoca di fondamentale importanza per il mondo intero, ma che non viene narrata in modo pieno rispetto alla nostra isola. Il secondo libro, che si trova sempre nel primo volume, è, invece, ambientato nel 79 A.D., epoca romana in cui vi era, nella Baia di Cartaromana, la splendida e fiorente Aenaria, la città ora sommersa.”

Perchè proprio “Le Cronache del Castello sulla Roccia”?

“Il Castello Aragonese è unico al mondo, un posto da legenda dove poter sentire, nel vero senso della parola, la Storia, anzi si può camminare in essa. Costruito su di una isola circondata dal mare… un forte, una guarnigione e una cittadella. Insomma tutti aspetti che non possono non far viaggiare la fantasia sulle ali della storia. I luoghi, le antiche mappe e pergamene ci aiutano a capire cosa sia accaduto nel nostro passato, il quale va sempre ricordato e non, come accade sempre più facilmente, dimenticato. E poi, nei corridoi e tunnel del Castello Aragonese possono essere uditi, tutt’oggi, suoni, rumori, sussurri e “respiri” di creature misteriose… ma non voglio svelare altro del libro!!!”

Appuntamento a sabato 11 settembre, alle ore 19.30 al Chiostro di S. Francesco a Forio per una serata davvero indimenticabile, tra cavalieri, magia, creature fantastiche e la nostra isola!

Per chi volesse partecipare, si ricorda l’obbligo di prenotazione tramite la pagina FB di Forio InChiostro o contattando l’autrice per l’inserimento in lista. Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Nucleo di Valutazione a Ischia, da Pasquale a Pasquale

E per il comune di Ischia inizia il dopo Pasquale Saurino nel nucleo di valutazione nel segno di Pasquale....