Lavori Fognari a Lacco Ameno: Ancora guai e danneggiamenti sulla variante del Fango

0

Tranciato cavo Telefonico, ancora scavi.
Traffico in tilt, cavi enel tranciati e una mare di polemiche. Prosegue l’incredibile e fantozziana conduzione dei lavori sull’impianto fognario di Lacco Ameno. Monta il malumore nella popolazione già fortemente provata dal blocco del traffico e dalla chiusura di alcune arteria vitale per il paese e la sua economia.

Lacco Ameno|Proseguono peggio di come sono iniziati i lavori alla condotta fognaria nel comune di Lacco Ameno. Gli operai della ICI srl, la ditta dell’Onorevole Patriciello che si è aggiudicata il faraonico appalto concedendosi una serie di sub appalti, nel corso dei lavori ha tranciato ancora un cavo sotto traccia. Dopo l’ Enel ed Evi è stata la volta dell’azienda telefonica. Il problema ancora una volta sulla variante del Fango all’altezza dello svincolo per la 167 della strada provinciale Lacco-Fango. Un cavo del telefono è stato tranciato e sotterrato senza che nessuno segnalasse la cosa o riparasse il guasto. Stamani gli operai dell’azienda, dopo reiterate segnalazioni per linee saltate ed assenza di collegamenti, hanno dovuto impiantare un nuovo cantiere e riaprire la strada per trovare il punto di rottura.

Qui lo ricordiamo è stata varata una discutibile variante sul progetto originario
e dall’inizio dei lavori detto tratto è già ceduto tre volte. Oggi si scava ancora per ritrovare il cavo danneggiato nell’esecuzione dei lavori alla fogna

La società che prometteva di essere una delle meglio attrezzate sul mercato unitamente ai tecnici nominati per la tutela ed il controllo del suo operato stano causando innumerevoli danni e disagi alla popolazione.

Fortunatamente i danni si sono limitati al solo distacco delle line in diversi isolati forniti dal cavo danneggiato. Sul posto sono giunte due squadre della società nel tentativo di ripristinare quanto prima l’erogazione di energia sospesa per lungo tempo.

Monta cosi il malumore nella popolazione già fortemente provata da mesi e mesi di blocco del traffico e dalla chiusura di alcune arterie vitali per il paese e la sua economia. Non sono mancate le contestazioni e i commenti in negativo per le scelte fatte nel programmare l’avvio dei lavori e soprattutto in controllo sulla esecuzione degli stessi..

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui