Lavori fatti male: concorso di colpa! …ma il comune scarica sull’azienda

1

Gaetano Di Meglio | C’è da ridere per non piangere. Ormai dal comune di Ischia ci stanno abituando a tutto. Quella di ieri, però, è una che entra nel guinness dei primati.

eggiamo insieme l’ultimo post pubblicato su facebook: “Asfalto su Via Michele Mazzella: inviata nota di contestazione alla ditta. L’amministrazione del Comune di Ischia, guidata dal Sindaco Enzo Ferrandino, a seguito di diversi inconvenienti venutisi a creare in seguito a una non corretta posa del manto bituminoso lungo via Michele Mazzella, ha inviato una nota di contestazione alla ditta tramite il direttore dei lavori, l’ing. Marziano. Nella nota è stato richiesto di provvedere, in tempi brevi, a risolvere suddette imperfezioni che minano la sicurezza di pedoni e automobilisti e che, essendosi palesate durante la posa, avvenuta in notturna, erano già state prontamente contestate.

I lavori di pavimentazione, prima su via Acquedotto e poi lungo tutta Via Michele Mazzella, sono stati attuati grazie a dei fondi Regionali intercettati in merito al tema della sicurezza stradale, un progetto che rientra nell’ambito di un programma di riqualificazione teso ad assicurare una migliore vivibilità e fruibilità delle vie cittadine. Sono previsti altri interventi lungo Via Montagna, via Michele Mazzella, via Alfredo de Luca, via Sogliuzzo e via Leonardo Mazzella, dove saranno rifatte le pavimentazioni, sarà rivista la segnaletica orizzontale, come gli attraversamenti pedonali, e migliorata l’illuminazione stradale. L’obiettivo, quello di aumentare la sicurezza della rete stradale”.

Un comunicato, questo del comune di Ischia, che mostra un evidente concorso di colpa dell’ente di Via Iasolino.
Fin dall’inizio di questi assurdi lavori abbiamo, con puntualità, evidenziato quanto fosse strano eseguire questo tipo di lavoro a cavallo tra i mese di ottobre e di novembre.

Come avevamo già, ampiamente, scritto e denunciato, è stato folle eseguire il rifacimento della “posa del manto bituminoso lungo via Michele Mazzella” in questo periodo. Se c’è colpa del direttore dei Lavori e dell’azienda che ha eseguito i lavori, non pensate che un serio e oculato dirigente del settore “Lavori Pubblici” dell’Ente di Via Iasolino, un attento RUP o l’Assessore ai Lavori Pubblici o, ancora, il comandante dei Vigili Urbani non avrebbe dovuto porsi la domanda se le condizioni meteo erano adatte all’espletamento dell’appalto? C’è un concorso di colpa, sicuramente politico di chi, in questo caso, ha consentito che si sprecassero fondi regionali per la sicurezza stradale consentendo l’esecuzione di lavori raffazzonati.

Osservando con maggiore attenzione il caso, però, forse ci troviamo oltre che davanti ad un possibile concorso di colpa, anche davanti ad uno scarica barile del sindaco e dell’amministrazione di Ischia. Troppo facile dire che è colpa dell’azienda, quando tu, Comune, ti sei divertito a fare sterile propaganda politica e mediatica pubblicando sul profilo facebook foto e fotine.

Invece di verificare come si stessero eseguendo i lavori, invece di verificare se ci fossero i requisiti per avere un lavoro eseguito a regola d’arte, il comune di Ischia ha preferito la propaganda. Oggi, con una manovra che appare, solo una scusa. Ovviamente non ci siamo dimenticati dell’incidente capitato durante la prima sera di lavori quando, senza segnalare il cantiere, un cittadino di Ischia si ferì al piede con il suo Scooter percorrendo Via Michele Mazzella. Ma di cosa vogliamo parlare?

I LAVORI. Gli interventi che interesseranno via Alfredo De Luca, via Antonio Sogliuzzo, via Michele Mazzella, via Acquedotto e via Montagna sono legate ad una iniziativa approvata dalla Giunta nel 2018 e tesa a porre rimedio allo stato di grave dissesto in cui versano diverse strade comunali. Un progetto del valore complessivo di 759.297 euro interamente finanziato dalla Regione Campania con gli appositi fondi FSC 2014-2020 destinati appunto a migliorare la viabilità regionale con opportuni programmi d’intervento. Il progetto è stato redatto dal geom. Gianluigi De Siano dell’Ufficio tecnico comunale, mentre rup era stato nominato l’arch. Aniello Ascanio.

Dopo le operazioni di gara i lavori sono stati aggiudicati alla “BCF Edilizia S.A.S di Busiello Ciro Francesco” con sede a Sant’Anastasia. L’impresa ha praticato un ribasso in percentuale del 15,10%, ovvero 73.391,18 euro. L’importo contrattuale ammontava a 414.211,56 euro oltre agli oneri di sicurezza e oltre Iva. Dopo la verifica dei requisiti, si è arrivati all’aggiudicazione definitiva con determina adottata dal responsabile dei lavori pubblici arch. Consiglia Baldino. Il ribasso offerto dalla ditta di Sant’Anastasia e il relativo importo contrattuale hanno portato come prassi a una rimodulazione del quadro economico. Il costo dell’intero progetto ammonta oggi a 703.649,83 euro. All’avviso pubblico per manifestazioni di interesse sulla piattaforma telematica dell’Asmecomm erano pervenute ben 59 richieste, di cui 57 giudicate idonee.

1 commento

  1. Forse il comune di ischia ha bisogno di un scaldapoltrona più pratico nel vedere i lavori eseguiti che fare lo scrivano!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui