Lavori al municipio di Serrara Fontana, affidamento “veloce” per non perdere 50.000 euro

0

Ugo De Rosa | Il Comune di Serrara Fontana è costretto alla solita corsa contro il tempo per affidare i lavori al municipio per l’efficientamento energetico e superamento della barriere architettoniche. Progetto da 50.000 euro finanziato con il contributo assegnato dal Ministero dell’Interno.

Fondi destinati appunto all’«efficientamento energetico, ivi compresi interventi volti all’efficientamento dell’illuminazione pubblica, al risparmio energetico degli edifici di proprietà pubblica e di edilizia residenziale pubblica, nonché all’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili» e per «interventi in materia di mobilità sostenibile, nonché interventi per l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l’abbattimento delle barriere architettoniche».

Per i comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti il limite massimo del contributo è appunto fissato in 50.000 euro.
Il decreto di assegnazione stabilisce però che i Comuni beneficiari sono obbligati ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 settembre 2020».
L’Amministrazione comunale di Serrara Fontana per la verità si era mossa per tempo. Il rup arch. Alessandro Vacca, responsabile dell’Utc, spiega in determina la scelta dei lavori da eseguire: «La casa comunale è stata già oggetto negli anni scorsi di interventi di miglioramento dell’isolamento termico dell’involucro edilizio consistenti nella sostituzione degli infissi vetusti con infissi a taglio termico nonché di interventi urgenti di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza delle facciate esterne; nell’ottica del miglioramento dell’efficientamento energetico e della fruibilità degli spazi della casa comunale si ritiene necessario procedere alla sostituzione dei corpi illuminanti degli uffici e degli spazi comuni con nuovi corpi illuminanti con tecnologia a led, nonché procedere alla fornitura e installazione di un monta scale per l’accesso ai piani superiori alle persone diversamente abili e alla realizzazione di ulteriori piccole lavorazioni».

Lo stesso Vacca aveva predisposto il progetto esecutivo, ovviamente dell’importo complessivo di 50.000 euro, di cui 39.591,63 per i lavori. Il progetto era stato approvato dalla Giunta ad inizio agosto stabilendo che si sarebbe proceduto con l’affidamento diretto sul Mepa, considerato l’importo sottosoglia, con il criterio del minor prezzo. Lavori la cui durata è prevista in sessanta giorni. Sta di fatto che però le cose si sono complicate. La ditta invitata, la “Idea Costruzioni” di Pettoranello del Molise in provincia di Isernia, a seguito delle obbligatorie verifiche è risultata avere un Durc irregolare. Oltretutto, ha poi deciso di rinunciare, comunicandolo al Comune il 10 settembre. Vacca ha così indetto a tambur battente una nuova procedura per poter iniziare i lavori il 15 settembre, ricorrendo ad un ulteriore invito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui