L’aspetto politico: la piscina è chiusa perché Enzo doveva fare la guerra contro Ottorino

0

A lato, senza aggiungere la “giusta” dose di denuncia politica che merita la questione proviamo a chiarire qualche aspetto che merita la vicenda “piscina”.
La struttura comunale che alcuni anni fa è stata oggetto di un serio intervento è, nuovamente, bisognosa di un serio e rapido intervento di manutenzione.
Secondo alcuni esperi e alcuni rumors di Via Iasolino, il problema sarebbe legato alla cattiva condizione del fondo della piscina, costruita oltre 30 anni fa, che non fu oggetto di intervento favorendo, invece, altri lavori.

Una storia di “distrazione” di fondi in una macroscopica “distrazione” del finanziamento che, come molti ricorderanno (vero Carmine Bernardo?) fu portata avanti dall’allora vice sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino.
La grana che tiene ancora chiusa la Piscina e che priva i molti atleti della sua fruizione è da ricercare in due grandi categorie.

La prima è quella che riguarda i problemi di “tracimazione” del fondo della struttura voluta da Enzo Mazzella. Questo, ovviamente, sarebbe una grana di dimensione considerevole e che dovrebbe essere affrontata con ben altri fondi.
La seconda opzione, invece, è più semplice. Secondo altri, infatti, sarebbe tutto un problema di caldaia. L’impianto, infatti, non riesce a riscaldare l’acqua della piscina e, per questo, nel mese di dicembre è ancora negata agli tanti amanti del nuoto.

Ma perché si è arrivati fino ad oggi? Perché non si è intervenuto per tempo? Perché non trovano risposte i vari cittadini che si chiedono come mai il Comune non sia intervenuto durante l’estate per eseguire questi lavori?

La risposta è politica. I politici del comune di Ischia, in questo caso Enzo Ferrandino e Ottorino Mattera, come stiamo raccontando da mesi, sono stati in lotta e in guerra. Questo come si collega con la Piscina? Fino a qualche giorno fa, infatti, Ottorino Mattera era l’assessore ombra allo sport. E, il sindaco, per bloccare la crescita politica di Mattera e mettere i bastoni tra le ruote all’ex alleato e oggi oppositori, ha bloccato tutte le operazioni. Facendo pagare ai cittadini di Ischia lo scotto di avere una struttura pubblica chiusa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui