fbpx

Lapsus freudiano per Palma: svelati i segreti della lista…

“sanno tutto, tutti i segreti, tutti i documenti. Ed è meglio fare i bravi”: accuse rivolte all’ex sindaco e vicesindaco uscente Cesare Mattera? Rivolte all’assessore uscente Giuseppe Di Meglio? Rivolte all’assessore uscente Aniello Mattera? Rivolte a Raustella padre?

Must Read

Quello che è successo sul web merita un racconto anche sui giornali. Non possiamo lasciare le elucubrazioni mentali di uno spin doctor qualsiasi alla ricerca di giustificare i suoi 150 euro al mese senza un commento.

La strategia di Cesare è semplice: tutto puntato su Palma e Fanny. Le due donne in lista per provare a mitigare lo “schifo” reale che si percepisce altrove. Tutti zitti e loro due, le ragazze, che fanno caos sui social network. Il sindaco tace, il candidato sindaco è scomparso. Non dice e non fa, tranne che andare casa a casa ad offendere Irene come persona, a raccontare fandonie e infamie sulle persone in generale. Questo è il metodo reale, poi c’è quello virtuale dove si mettono in mostra le due ragazze oggetto (a questo punto vale  pensarla così)  della lista che non è riuscita neanche a fare un simbolo buono! E l’ha dovuto correggere.

Dopo mesi di silenzio (per ordine di Cesare) Palma Iacono torna a commentare quello che scrivo. Una passione la sua. Il solito post senza senso dove mi si chiede una sorta di indipendenza nel mio fare giornale.

Palma, credevo di essere stato chiaro: io sono indipendente da tutti e venite criticati non perché voterei Irene Iacono e Rosario Caruso ma perché siete un pericolo per Serrara Fontana. Siete un coacervo di persone mosse solo da interessi privati e senza nessuna propensione per il paese.

Tu sei stati “zitta e muta” per cinque anni venendo meno al tuo mandato di consigliere di opposizione e i tuoi colleghi di minoranza colpevoli con te; i tuoi nuovi colleghi di viaggio in questa elezione, ed ex amministratori di Serrara Fontana, invece, sono colpevoli di aver agito contro gli interessi di Serrara Fontana. E non mi sere nessun testimone o altra fonte: sono io la fonte diretta di questa denuncia contro Cesare, Giuseppe Emilio e Cuscitiello.

Poi, infine, hai in lista quel Daniele Trofa che quando non ha potuto più concedere incarichi alla compagna o favorire il processo di Sergio Di Meglio ha deciso di andare contro Caruso e contro l’amministrazione.

Queste cose, vengono fuori oggi perché tu hai fallito come consigliere di minoranza. Siete sempre stati evanescenti, non preparati, vi siete fatti correggere sull’a-b-c in consiglio comunale e non avete mai, e dico mai, prodotto un atto che valga la pena di ricordare. Tant’è che non hai nessun argomento che richiami alla tua esperienza di consigliere comunale. I tuoi spin doctor sono costretti a fare l’analisi dei miei articoli e a strumentalizzarli.

IL POST CANCELLATO

Strumentalizzando un commento di Enzo “Drago”, persona nota a tutti tranne che allo spin doctor di Palma, la candidata (a cui è stata promessa la fascia di vice sindaco insieme ad altri 5) ha pubblicato un post farneticante contro di me e contro Enzo “Drago”. Il titolo era “vogliono vattere un nostro candidato”. E chi sarebbe questo candidato che qualcuno vorrebbe vattere? Sandrino. Ma per piacere….

Il post pieno di offese, gratuite, contro di me e di accuse che non stanno né in cielo, né in terra, ma forse solo nella cantina di Cesare, all’improvviso viene cancellato.

La versione ufficiale di Palma è quella che leggiamo: “Ho eliminato il post per un semplice motivo: rasserenare e portare il dibattito politico sui temi programmatici. Buona e sera campagna elettorale a tutti”

Il candidato sindaco Irene Iacono, interviene sull’argomento: “Sono lieta che il candidato consigliere Palma Iacono abbia deciso di rimuovere il post, pubblicato ieri sera sulla sua pagina Facebook, considerato il contenuto altamente diffamatorio dello stesso, in particolare nell’ultima parte. Auspico il ritorno ad un confronto serio, costruttivo e civile su ciò che è stato fatto in questi anni e su ciò che abbiamo in programma per il prossimo quinquennio Il candidato Sindaco Irene Iacono.»

Ma poi viene il bello e, senza volere, abbiamo anche un ulteriore conferma rispetto al mio articolo.

In un altro post vi ho detto che c’è una “tenaglia santangiolese” contro Cesare Mattera. Vincenzo Acunto e Luigi Iacono sono pronti a far mandare a casa Cesare in ogni momento e hanno piazzato il loro “cavallo di troia” nella lista di Cesare.

Una di quelle seduta nella “pancia” più famosa dell’epica è proprio Palma Iacono. Diretta da Umberto di Iorio (i due sono gli unici della minoranza che hanno subito giurato amore eterno a Cesare), Palma è una di quelle che ha mostrato di essere bravissima con la firma per la sfiducia.

E così, dopo il commento di Irene Iacono arriva il difensore di Palma, Umberto Di Iorio che chiarisce: “Ti invito a non speculare sul gesto responsabile di Palma che lo ha fatto – sottolinea Di Iorio – a seguito di un intercorso telefonico tra me ed un tuo candidato. Lo scopo è quello di rasserenare gli animi. Invita ai tuoi a non dire che andiamo a fare il porta a porta. Se lo facciamo seguiamo il vostro esempio, come ieri sera eri accompagnata alla Madonnella”

Ops, rileggiamo “gesto responsabile di Palma che lo ha fatto a seguito di un intercorso telefonico tra me ed un tuo candidato”. Cioè Umberto Di Iorio si accorda e Palma cancella il post.

Ma Palma è candidata lei o ha bisogno di Umberto che faccia gli accordi e prenda le decisioni su cosa pubblicare e cosa fare? Perché mai un post così carico di offese e di infamie verso me e verso gli altri debba essere cancellato? Nessuno crede alla favoletta del clima.

Io credo, invece, che il post sia stato cancellato per la fine del suo contenuto.

Il vostro spin doctor preso dalla foga di scrivere (tanto a lui bastano i 150 euro al mese) ha fatto un errore grave e ti ha fatto scrivere una cosa gravissima che fa più male a Cesare che agli altri.

Palma Iacono ha scritto che “loro (quelli di Irene) continuano a sputare veleno e ad “alzare la voce nelle case”, in cerca di voti. Perché “loro sanno tutto, tutti i segreti, tutti i documenti. Ed è meglio fare i bravi”. Dal canto nostro, una volta che saliremo al Comune – perché ci saliremo – non spaccheremo il Paese e non faremo ripicche. Statene certi: penseremo solo a Governare per il bene del Paese, non stravolgeremo le carte in tavola, nè andremo a rovistare nei cassetti del Comune alla ricerca di “pratiche vecchie di cui dobbiamo vendicarci”. Il nostro stile è differente, avete la nostra parola”

Ma queste parole di Palma: “loro sanno tutto, tutti i segreti, tutti i documenti. Ed è meglio fare i bravi” sono rivolte all’ex sindaco e vicesindaco uscente Cesare Mattera? Sono rivolte all’assessore uscente Giuseppe Di Meglio? Sono rivolte all’assessore uscente Aniello Mattera? Sono rivolte a Raustella padre?

Un lapsus freudiano per Palma? Il post è stato cancellato perché è stato una sorta di errore involontario causato dalla realtà delle cose. Forse Palma (che si è ritrovata con Roberto e Sandrino) si è ricordata di stare in minoranza e ha portato fuori quelli che sono i metodi di Cesare e di Emilio Giuseppe Di Meglio? Forse le hanno spiegato cosa possono fare e cosa possono dire nelle case. Forse Daniele gli ha dato qualche copia di determina che tiene conservato? Un lapsus che mette in imbarazzo chi queste cose le fa.

E’ questo il motivo per è stato cancellato il post? Era quasi un’operazione verità che non doveva essere svelata. Un errore da social a cui hanno riparato cancellandolo. Ma noi lo pubblichiamo. Alla fine la parte peggiore la facciamo noi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

E’ morto mons. Regine, la chiesa di Ischia perde un suo pilastro

A 93 anni, Don Giuseppe Regine, parroco della Chiesa di San Vito è deceduto. Un lutto che colpisce l'intera...