L’Antonella nazionale | #4WD

Daily 4WARD di Davide Conte del 10 febbraio 2020

0

Ho l’onore e il piacere di collaborare ormai da diversi anni con Antonella Clerici. E credo che oggi, tra noi, ci sia anche una buona amicizia, condita da tanta stima e rispetto di cui sento viva la reciprocità.

Quel che mi ha sempre colpito e affascinato di lei, anche quando non la conoscevo personalmente, è stata la schiettezza. Antonella è il classico tipo di donna che riesce a rendersi vera sempre, a telecamere e microfoni spenti o accesi che siano, senza mai scendere a patti col suo modo di essere. Una caratteristica, quest’ultima, che abbiamo in comune, insieme al fatto di avere entrambi il sagittario come segno zodiacale e di amare a dismisura la buona tavola e la buona compagnia.

L’altro ieri, dopo le splendide parole per lei del direttore di Raiuno Coletta (“È una bestemmia che Antonella Clerici non sia a Raiuno da un po’ di tempo. E’ una donna autentica. Per me sarà un asset dell’ammiraglia”), qualcuno potrebbe aver colto la sua commozione in conferenza stampa a Sanremo come un segnale di criticità per un’artista in crisi confortata da una prospettiva migliorativa, dopo quello che lei stessa ha definito “un anno difficile”. Ebbene, solo chi non la conosce può pensare una sciocchezza del genere!

Ho visto Antonella fortemente commossa anche ad una convention, nel vedere un imprenditore ottantenne piangere senza vergogna davanti a tutti nel ricordo della moglie scomparsa ormai diversi lustri fa, giustificandosi, autoironicamente, con un’uscita delle sue: “Vedi, con gli anni che passano, la lacrimuccia diventa sempre più facile”. Ma emozionarsi non è certo un’ammissione di debolezza. E nel suo caso, per me rappresenta l’esempio vivente che anche nel mondo dello spettacolo, oltre a tante nullità, esiste una parte di “umanità positiva” che alberga nel cuore e nella mente di un talent di successo che due sere fa, allorquando ha messo piede sulla scalinata dell’Ariston, ha totalizzato il picco massimo di ascolti della serata con oltre il 53% di share.

Sarà un anno importante, cara Antonellina, e non certo l’ultimo. E io, nel mio piccolo (come Tu ami ripetere), quando vorrai, per Te ci sarò sempre!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui