fbpx
giovedì, Settembre 21, 2023

L’Afragolese sbanca (poco) l’isola. Il Real Forio va ko in dieci al Calise. LA GARA

Must Read

Francesco Fiorillo | Un inizio di campionato da archiviare quanto prima per il Real Forio di Angelo Iervolino. Dopo la sconfitta contro la Puteolana, amara per quanto riguarda il risultato ma dolce per il passaggio del turno in Coppa Italia, la squadra biancoverde incassa il secondo ko consecutivo della stagione allo stadio Calise. L’Afragolese di Franco Fabiano si impone di misura con una rete segnata nella fase d’apertura del match, sbanca l’isola e si assicura la prima posta in palio del nuovo Girone A di Eccellenza. Match condizionato dal caldo per entrambe le formazioni, ma il team del presidente Luigi Amato è obbligato a giocare per circa ottanta minuti con l’inferiorità numerica. Lo staff tecnico deve fare a meno di D’Alessandro, Musso non è al top della condizione e resta fuori dalla distinta. Classico 4-3-3 con Iandoli tra i pali e la coppia Boussada-Cabrera in zona centrale, Sirabella e Pistola sono i terzini. Arrulo si prende la titolarità in regia, Arcamone e Castagna ai suoi lati. In avanti tridente con Guatieri, Di Costanzo e Filosa.

I rossoblù replicano con uno schema a specchio, ma la prima giocata offensiva della partita è di Filosa con un mancino deviato dalla difesa e bloccato da Gianfagna. Sul capovolgimento di fronte è Marigliano a chiamare in causa Iandoli con una conclusione dal limite dell’area. Al quarto d’ora l’episodio che sblocca la contesa: l’arbitro fischia un calcio di punizione e gli ospiti battono velocemente, Navarro – che sostituisce in extremis Cunzi – mette al centro per la zampata vincente di Liccardi. Al 17’ l’intervento che cambia il volto dell’incontro, troppa irruenza da parte di Castagna nel liberarsi di Vitiello: rosso diretto per il centrocampista foriano e tanto spavento per il calciatore di Fabiano che resta giù per alcuni secondi.

L’Afragolese gestisce e prova a sfruttare le fasce per mettere in difficoltà il Forio, soltanto al 38’ i biancoverdi tornano a vedersi in area di rigore con Filosa: controllo e tiro, ma il tentativo non è da ricordare. La frazione iniziale si chiude con una bordata inutile di Navarro e con un sinistro a giro di Liguori che finisce alto sopra la traversa.

Il secondo tempo si apre con un colpo di testa dell’autore del gol, l’incornata da distanza ravvicinata è larga. Al 48’ ancora Liccardi fa tremare la retroguardia locale, poi è Vitiello ad impegnare Iandoli. Il portiere è protagonista altresì al 50’, mentre al 52’ l’undici di Fabiano accarezza l’idea del raddoppio. L’uomo in meno costringe la truppa di Iervolino ad attendere e ripartire, sfruttando le palle inattive. Al 62’ però si registra un nuovo sussulto rossoblù con Liguori al volo. Tra il 64’ e il 72’ si segnalano invece tre opportunità per gli isolani. Capitan Sogliuzzo, entrato in campo al posto di Arcamone, stacca in piena area ma non inquadra lo specchio. Passano pochissimi secondi e il destro di Guatieri, deviato da un difensore, fa volare Gianfagna. Al 72’ il Forio costruisce un’altra chance, ancora dalla bandierina: Sogliuzzo cerca di sfruttare il blocco dei compagni, il metronomo non trova il bersaglio.

Nel finale, complice la stanchezza e il grande caldo, si abbassa il raggio d’azione delle due squadre e soltanto Visconti si mette in evidenza con una botta disinnescata da Iandoli sul suo palo. Non accade altro allo stadio Calise, i padroni di casa non riescono ad agganciare l’Afragolese e iniziano il percorso in campionato con una sconfitta.
Tanti fattori condizionano la prestazione del Forio che esce senza punti dall’impianto amico: nonostante l’inferiorità, i biancoverdi dimostrano di saper tenere testa a una corazzata del girone. Delusione e dispiacere al triplice fischio, ma nel mirino deve esserci subito il prossimo impegno di campionato. In programma infatti c’è la trasferta sulla terraferma, allo stadio San Mauro per affrontare il Casoria. I viola di Gaetano Perrella sono reduci da una vittoria pirotecnica all’esordio: 0-6 rifilato al Rione Terra al Chiovato di Bacoli. Mister Iervolino non potrà contare sulla duttilità di Castagna, in attesa anche della decisione del Giudice Sportivo. Il club isolano, a caccia del riscatto, spera di avere tutto l’organico a disposizione per affrontare una prova in esterna altrettanto probante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

In evidenza
00:28:52

Boris Boffelli: «L’esperienza dell’aggressione mi ha cambiato. E l’indifferenza mi ha fatto male»

Gaetano Di Meglio | Il 21 agosto del 2022, Boris Boffelli, che ringrazio di aver accettato il nostro...