martedì, Giugno 15, 2021

L’ADDOLORATA DI FORIO NON SI TOCCA! il testo della petizione a Lagnese contro Don Emanuel Monte

In primo piano

A Sua Ecc.za Rev. Mons. Pietro Lagnese Amministratore Apostolico della Diocesi di Ischia. Al Reverendo Parroco Don Emanuel Monte, parroco di San Sebastiano Martire in Forio. Al Reverendo Parroco Don Cristian Solmonese, decano di Forio e Direttore dell’Ufficio Liturgico. Diocesano E p.c. Al Signor Sindaco del Comune di Forio dott. Francesco Del Deo.

OGGETTO: PARROCCHIA DI SAN SEBASTIANO M. IN FORIO

Eccellenza Reverendissima, carissimi,
i sottoscritti appartenenti alla Diocesi di Ischia, anche in previsione delle tradizionali giornate in onore della Madonna Addolorata che si venera nella Chiesa Parrocchiale di San Sebastiano Martire in Forio, desiderano umilmente manifestare i propri sentimenti di preoccupazione e amarezza per l’attuale situazione di confusione e divisione che vive la comunità cattolica di Forio.

Da molti mesi – e proprio nel Quattrocentesimo anniversario della sua fondazione- nella sede Parrocchiale di San Sebastiano M. in Forio, sono state inspiegabilmente sospese tutte le celebrazioni liturgiche: le Sante Messe feriali e domenicali, il Santo Natale, le Solenni Quarantore, la ricorrenza di San Sebastiano Martire. Perplessità e amarezza suscitano inoltre i continui, frequenti e reiterati cambiamenti degli orari e dei luoghi delle Celebrazioni, generando disorientamento e scoraggiamento, specie nei fedeli più anziani. Senza dire poi della mancata amministrazione dei sacramenti agli ammalati.
Eccellenza, Carissimi, la Chiesa di San Sebastiano M. e le annesse strutture della casa canonica, intese anche quale luogo fisico di incontro, di devozione e di partecipazione popolare, versano in una condizione di totale abbandono!
A questo sconfortante quadro si aggiunge ora la paventata decisione di spostare le celebrazioni in onore della Madonna Addolorata dalla sede parrocchiale di Via Sant’Antonio Abate alla Basilica Pontificia di Santa Maria di Loreto. Una decisione monocratica che appare del tutto ingiustificata e comunque non rispettosa della secolare tradizione di devozione e pietà popolare a cui i foriani e gli isolani non intendono rinunciare, pur nel rispetto delle contingenti misure, stabilite dalle autorità civili, di contrasto alla emergenza sanitaria in corso.

Si chiede pertanto alle SV di porre in essere tutte le opportune iniziative al fine di assicurare i necessari interventi di restauro della Chiesa Parrocchiale e, nelle more di tali lavori (che ci auguriamo non ne stravolgano l’identità, in particolare conservando le balaustre e gli altari), di ripristinare il Sacro Culto feriale e domenicale e di tenere, così come da programma e nella medesima sede, le antiche pie pratiche di devozione alla Madonna Addolorata.
I sottoscritti, fiduciosi nella benevola accoglienza della presente richiesta, si affidano alla paterna attenzione dell’Eccellenza Vostra, e sollecitano la Vostra paterna benedizione.
Rispettosamente e devotamente in Cristo Signore.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

SILENZIO D’ANGELI. E’ estate, il commissario di Serrara Fontana sospende le attività edilizie: non bisogna fare rumore

Serrara Fontana: il divieto vale solo per i privati e non per gli Enti pubblici. Nel borgo di Sant’Angelo tutto fermo dal 10 giugno al 30 settembre, nel resto del territorio comunale dal 1 agosto al 15 settembre. Nel mirino anche le attività di svago rumorose. Evidenziata la necessità di garantire la tranquillità di turisti e residenti
- Advertisement -