domenica, Giugno 20, 2021
Array

Lacco Ameno: Game over, ma anche no

In primo piano

In una sedura lampo, durata meno di 30 minuti, compresa una breve sospensioni il Consiglio Comunale di Lacco Ameno, non ha approvato (tecnicamente non risulta bocciato) il rendiconto di Gestione. Ha bocciato, in realtà, prima che il funzionario di Governo Gianfranco D’Angelo redattore del testo, il sindaco Carmine Monti con il quale Domenico De Siano da tempo non era più in sintonia.
A decretare l’esito la votazione dei consiglieri, nominale, su richiesta di Domenico De Siano che fino all’ultimo ha temuto qualcuno dei suoi (l’opposizione ora sua nuova alleata) si astenesse. Cosi 4 voti favorevoli, ALVI, DE LUISE,MONTI e SILVIO e quattro contrari DE SIANO, VESPOLI,CALISE, POLITO è stato archiviato così il Consiglio. Ora, con la situazione di stallo amministrativa, si ferma l’attività del Governo Monti ed incomincia l’organizzazione politica degli aspiranti al titolo e allo stipendio. Non resta che attendere le deduzioni della Prefettura.Avremmo potuto titolare: la fuga da palazzo, in realtà vista la soddisfazione nei volti di chi si è “assunto le sue responsabilità politiche nel voto” è piuttosto l’organizzazione del prossimo assalto al municipio. Chi sarà il fortunato candidato sindaco della “corazzata” De Siano? Certamente dovrà essere pratico di diportismo e concessioni.Al momento, però, tutto è nelle mani della dottoressa Sergio presso la Prefettura di Napoli.Infatti nella sostanza il consiglio comunale di Lacco Ameno, con in testa De Siano, non ha approvato l’atto redatto dal Commissario ad ACTA, dunque un atto limpido, lapalissiano stilato sulla base della massima trasparenza istituzionale.image
Lo ricordiamo si sarebbe dovuto discutere ai sensi della art 227 e seguenti del decreto legislativo 227 /2000 del Conto Consuntivo 2013 redatto con 2.125.486,20 Euro di disavanzo, dal commissario ad Acta Gianfranco D’Angelo. Nella realtà, come già era accaduto ieri sera nell’incotrio privato Monti- De Siano, il senatore ha chiesto che tutti i consglieri votassero contro l’atto del Commissario ad Acta.La richiesta si è rinovata stamani nella breve sospensione. In entrambi gli appuntamenti è stata rifiutata, da qui il “pareggio consiliare”.
Gli scenari che si aprono sono molteplici a parte per chi già pensa al voto. Nel frattempo De Siano è riunito al Reginella con i suoi, Monti in Municipio riceve giornalisti e la cittadinanza e attende le indicazioni del Prefetto e la riunione prevista per il Regno di Nettuno.L’ipotesi che avanza è quella dello scioglimento.


- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

DESIDERIO MUSTAKI’. Francesco Mattera: «Mi corteggiano come se fossi una diciottenne, ma non ho ancora deciso con chi schierarmi»

La campagna elettorale di Serrara Fontana. Il popolare tifoso della Ferrari contesto dal gruppo di Rosario Caruso e dal quello di Cesare Mattera
- Advertisement -