fbpx

Lacco Ameno è caos. De Siano spara sul bilancio: ecco il ricorso al TAR

Must Read

Ida Trofa | Giustizia” per il sindaco figlio di un pescatore, non è il titolo di un sequel, ne una semplice rievocazione, ma la sintesi di quanto sta avvenendo sul campo di battaglia politica a Lacco Ameno. A meno di un anno e mezzo dalla sua definitiva consacrazione al secondo mandato di sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale e il suo traballante governo, vengono nuovamente trascinati in tribunale. A chiedere “giustizia” sono i consiglieri di opposizione vecchi e nuovi giunti tra le fila della minoranza dopo essersi allontanati dal gruppo che li aveva condotti alla nomina ed alla vittoria. Nel mirino dei delatori dell’esecutivo Pascale lo schema di rendiconto dell’esercizio finanziario 2021 e gli atti connessi.

Così la politica lacchese si dipana e si vive a suon di denunce e ricorsi in tribunale.

Un documento contabile che ora viene sottoposto la vaglio del tribunale amministrativo e che era stato votato, lo scorso maggio, in consiglio comunale, ovviamente con la contrarietà di Domenico De Siano & Co. Tutto dando atto che il conto di bilancio dell’esercizio 2021 si era chiuso con un lusinghiero risultato di amministrazione di euro 9.869.881,92 e che il conto economico si era chiuso con un risultato economico positivo dell’esercizio 2021 pari ad euro 845. 00 0,76; il patrimonio netto dell’esercizio 2021 presenta una consistenza finale è pari ad euro 28.133.801,29 è un fondo di dotazione pari ad euro 498. 311,58.
La minoranza consiliare non si è accontentata di contestare le cifre e le poste inserite nel corso del consesso la decisione di validare gli atti di bilancio, ma addirittura si è rivolta al TAR Campania per annullare i provvedimenti

Il ricorso al protocollo comunale n. 7854 DEL 26 luglio 2022 ha reso necessaria la costituzione dell’ente locale stesso per vedere riconoscere le proprie ragioni e contestare l’iniziativa politica di chi siede dall’altra parte degli scranni.
Ad occuparsi della nomina del difensore e procuratore speciale dell’ente, la dottoressa Lucrezia Galano.

Annullate gli atti del consiglio

Nello specifico il ricorso innanzi al T.A.R. Campania – Napoli è avverso e per l’annullamento, previa adozione delle misure cautelari ritenute più opportune: – della Delibera di Consiglio Comunale n. 21 del 23 maggio 2022, pubblicata all’albo pretorio il 26 maggio 2022, avente ad oggetto l’approvazione del rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2021 ai sensi dell’art. 227 comma 2 del D.lgs. n. 267/2000 e dell’art. 18 comma 1 lett.b) del D.lgs. n. 118/2011; – della Deliberazione della Giunta Comunale n. 66 del 27 aprile 2022 avente ad oggetto l’approvazione dello schema di rendiconto dell’esercizio finanziario 2021 e dei relativi allegati; – della relazione dell’organo di revisione anno 2021, prot. 0005314/2022 del 23 maggio 2022; di ogni atto presupposto, conseguente e connesso per quanto lesivo.

Quale difensore per la tutela degli interessi, iscritto nell’apposita sezione della Short list degli avvocati del Comune di Lacco Ameno, esperto in materia di diritto amministrativo.
Per il menzionato giudizio all’avv. Testa sarà corrisposta la somma complessiva di € 600,00, oltre i.v.a., c.p.a., spese documentate ed oneri come per legge, per tutta l’attività a svolgersi. La minoranza incalza, il clima è rovente e di certo il Barone Pascale non può riposare sonni tranquilli, anzi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

I NUOVI PARROCI DI ISCHIA la roulette di Pascarella

Il Vescovo Pascarella ha deciso e ha cambiato! Carissimi, volendo provvedere affinché tutto il popolo di Dio, che vive nelle...
In evidenza

I NUOVI PARROCI DI ISCHIA la roulette di Pascarella

Il Vescovo Pascarella ha deciso e ha cambiato! Carissimi, volendo provvedere affinché tutto il popolo di Dio, che vive nelle...