L’abuso di necessità | #4WD

4WARD today di Davide Conte di Sabato 26 Ottobre 2019

0

La sentenza di Cassazione ottenuta a seguito di un ricorso dal “nostro” Avvocato Bruno Molinaro il 2 ottobre, che per la prima volta riconosce in qualche modo la definizione di “abuso di necessità”, potrebbe apparire come un passaggio epocale nel settore dell’edilizia sanzionatoria e degli ordini di demolizione in particolare. Essa ha fatto esplicito riferimento al bilanciamento dei diritti e alla “valutazione di proporzionalità tra l’abuso – se di dimensioni tali da farlo ritenere di necessità – e gli interessi della comunità al rispetto delle norme”.

Tuttavia, ogni pur legittimo entusiasmo deve lasciare il posto ad un dato di fatto: il problema è tuttora irrisolto! L’Italia, con il suo sistema politico e, soprattutto, burocratico estremamente arcaico e farraginoso, continua a fondare le sue prospettive di ripresa e sviluppo sul “politicamente corretto” a tutti i costi (ma poi, corretto perché e per chi, non si sa), facendo sì che la sostanza ceda il posto ai facili proclami anti-condoni, alle vincolistiche fuori dal tempo e al solito, immancabile giustizialismo, senza alcuna capacità/volontà di valutare con serietà e senso di responsabilità degno di amministratori che si rispettino questo genere di casistiche, facendovi seguire attività normative (e poi giudiziarie) altrettanto serie e responsabili.

Anche Matteo Renzi, nel confronto con Salvini a “Porta a Porta” di qualche settimana fa, ha suffragato ampiamente questa tesi, continuando a parlare per l’ennesima volta contro il “condono di Ischia” (che tale non è), concesso a suo dire dopo il terremoto di due anni fa. Peccato non abbia ugualmente a cuore la disparità di trattamento che stiamo subendo dal governo centrale rispetto ad altre ugualmente sfortunate zone del Paese.

Ma… siamo italiani anche noi, o no?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui