fbpx

La scuola media “G. Scotti” ha partecipato e vinto il concorso dell’Università LUMSA

Must Read

Si terrà il prossimo sabato 3 dicembre dalle ore 9.30, nella cornice dell’Aula Magna “Santa Caterina da Siena” dell’Università LUMSA di Roma, la seconda cerimonia di premiazione del 50° Concorso Nazionale EIP Italia, dedicato ai Principi Universali di Educazione civica.

Sarà anche l’occasione per celebrare il cinquantesimo anniversario dalla fondazione dell’Associazione EIP Italia Scuola strumento di pace: era infatti il 1972 quando Guido Graziani, Aldo Capitini, Marisa Romano Losi, Padre Ernesto Balducci, avviarono la sezione italiana dell’EIP Internazionale, fondata nel 1968 a Ginevra da Jean Piaget e Jacques Muhlethaler, per educare alla pace e ai diritti umani nella scuola.

Alla Cerimonia, introdotta dal Rettore dell’Università LUMSA Prof. Francesco Bonini, sono stati invitati il Ministro dell’istruzione e del merito Prof. Giuseppe Valditara e i rappresentanti degli Enti patrocinatori del Concorso, tra cui il dott. Carlo Corazza, direttore dell’Ufficio in Italia per il Parlamento Europeo e il dott. Stefano Campagnolo, direttore della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.

Il premio EIP è il più autorevole ed ambito riconoscimento nel campo dei diritti umani per le scuole, gli alunni, i docenti e i dirigenti scolastici: ben 240 scuole hanno partecipato a questa edizione e i vincitori sono stati selezionati da una giuria paritetica EIP Italia – Ministero dell’Istruzione.

Verranno assegnati i riconoscimenti per la categoria “Una lezione europea”, dedicata a David Sassoli e svolta in collaborazione con l’Ufficio in Italia del Parlamento Europeo.

La prima sezione, per progetti didattici finalizzati a favorire tra i giovani il dialogo interculturale, ha visto i seguenti vincitori: –        Primo premio alla Scuola media statale “Giovanni Scotti” di Ischia (NA), che parteciperà con un collegamento video, in considerazione della grave tragedia che ha colpito proprio la zona della scuola. Secondo premio all’Istituto Comprensivo Trento 5. Terzo premio all’Istituto Comprensivo “Falcone e Borsellino” di Teramo.

Sul tema della sicurezza degli edifici scolastici, riconosciuto di importanza centrale dal Ministro Giuseppe Valditara in diversi interventi, ci sarà la testimonianza dell’insegnante Veronica D’Ascenzo, scampata alla strage di San Giuliano, che ha voluto diventare maestra come la sua maestra Carmela, caduta con i suoi alunni. Inoltre, il tema è presente anche nell’antologia Poesia come pace, dedicata ai giovani Michele Cossu e Valerio Castiello, giunta alla 32ma edizione: i giovani poeti hanno espresso con sentimento e delicatezza l’importanza della speranza e della memoria come antidoto al dolore.

La grande scrittrice Edith Bruck sarà presente per ricevere le Prix International “Jacques Mühlethaler” 2022 pour la Paix et les droits de l’homme, per il libro Il pane perduto (La nave di Teseo, 2021), nel quale il pane assume il duplice significato di ricordare, nell’immane tragedia della Shoà, la dimensione affettiva familiare e l’impegno a non perdere il nutrimento della memoria.

Anche il Prof. Luciano Corradini, illustre pedagogista, riceverà le Prix International “Jacques Mühlethaler” 2022 pour la Paix et les droits de l’homme, per l’impegno personale e professionale per una scuola al servizio dell’umanità attraverso l’educazione ai diritti umani e alla pace e per la promozione dell’Educazione civica.

“Il messaggio che si evince dai lavori presentati – spiega la presidente Anna Paola Tantucci – e dall’impegno dei docenti è che la cultura che si fonda sui diritti umani è una cultura pervasiva che libera e apre, che considera la scuola, l’università, il mondo dell’informazione e quello dei poteri locali, regionali e nazionali come un cantiere, un laboratorio di costruzione della nuova cittadinanza democratica che nasce nella scuola ma pervade l’intero arco della vita della persona umana”.

Oltre ai premi assegnati al dirigente scolastico Ottavio Fattori (Premio Jean Piaget 2022) e alla docente Elvira D’Angelo (Premio EIP alla carriera) nella giornata di premiazione svoltasi all’Auditorium della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma lo scorso 9 novembre, verranno assegnati riconoscimenti al personale scolastico:

Premio “EIP Jean Piaget” alla carriera, al dirigente scolastico prof. Giuseppe Adernò, per la cultura, la professionalità, la creatività manifestate in iniziative di rilievo locale e nazionale, per promuovere partecipazione, pace, democrazia nel mondo studentesco.

Premio “EIP alla carriera”, alla prof. Rachele Porrazzo, docente dell’Istituto Omnicomprensivo “Raffaele Capriglione” di Santa Croce di Magliano (CB), per l’animazione culturale creativa e la formazione dei giovani ispirata alla pace e ai diritti umani.

Premio “EIP per una scuola al servizio dell’umanità” 2022, alla insegnante Antonia Martina per l’educazione e la formazione degli alunni ispirata alla pace e allo sviluppo sostenibile e per la pubblicazione La fabbrica dell’armonia.

Premio “EIP innovazione didattica” 2022, alla prof. Simona Saporito, per l’impegno e i risultati ottenuti in progetti di innovazione didattica al servizio della propria scuola

Premio “EIP cooperazione educativa” 2022, alla signora Loredana Picca, in servizio presso il Liceo “Seneca” di Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»
In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»