fbpx

La Scarlato a tutto tondo: “Io al Senato con Ischia e la sua gente”

Must Read

Giusto per evitare che la tentazione del voto inutile per qualche presuntuosa candidata di paese colpisca più dei suoi pochi familiari e frequentatori fedeli, oggi chiudiamo il periodo di campagna elettorale con la presentazione di Elena Scarlato, candidata al Senato nel nostro Collegio Uninominale Campania U05 con Fratelli d’Italia e la coalizione di centrodestra. 

Sempre in prima linea nel sostegno alle iniziative della fondazione anticamorra di don Luigi Merola, “A Voce d’’e Creature”, la Scarlato ha sostenuto il campus estivo per i ragazzi della fondazione “Un calcio alla camorra” e da sempre si distingue per il suo impegno nel campo sociale e della solidarietà. Appartenente a una famiglia di imprenditori e politici, presenti anche ad Ischia nella gestione del Manzi Hotel & Spa, Elena Scarlato è socia tra l’altro di MS Packaging, una società nell’ambito della green economy nella produzione di cartoni, e negli ultimi giorni ha preso parte a numerose iniziative sul territorio del collegio di appartenenza, nell’intento di diventare in breve un riferimento concreto per la popolazione. L’intera zona di Napoli Nord l’ha vista protagonista di incontri con esponenti della società civile e con politici. Al centro del dibattito il programma elettorale di Fratelli d’Italia, esposto oggi da Giorgia Meloni nella manifestazione di chiusura all’Arenile di Bagnoli, il cui successo lascia presagire ormai la possibilità di assegnare alla Campania un numero importante di senatori e deputati. Prospettiva attendibile, questa, anche in relazione a quelli che sono gli ultimi sondaggi ufficiali di due settimane fa.
L’imprenditrice Elena Scarlato ha fotografato la situazione delle città del collegio nel quale è candidata. “Serve una scelta importante da parte degli elettori affinché ci sia stabilità di Governo. Ho sposato il progetto della nostra leader Giorgia Meloni perché ha mostrato coerenza. La stabilità, anche economica dell’Italia, dipende dalla possibilità di avere interlocutori capaci di portare avanti i rapporti. Immaginiamo che ci sia un finanziamento importante da parte dell’Europa oltre al Pnrr, avere un Premier che può assumersi la responsabilità della sua realizzazione è importantissimo. Il tempo è fondamentale per ristrutturare il Paese” è il sunto della sua mission.
Candidata a Senatrice, Elena Scarlato ha le idee chiare sulla tutela delle famiglie, confortata anche dalla stessa Giorgia Meloni che ha già annunciato tra le sue priorità l’eliminazione del pignoramento della prima casa. “L’abitazione è il luogo dove vive la famiglia. C’è chi fa grandi sacrifici per una vita intera per poter avere una propria casa -ha dichiarato la candidata- e questi non devono essere gettati al vento. Fratelli d’Italia vuole tutelare chi ha un momento di difficoltà, evitando che possa perdere ciò per cui ha tanto faticato”.
La crisi energetica sta sempre più mettendo a rischio famiglie e imprese. Le aziende rischiano il tracollo a causa dei costi energetici. In un incontro privato a Giugliano in Campania, la candidata al Senato specificò come Fratelli d’Italia voleva affrontare la questione. “Il tetto al prezzo del gas è la prima mossa, ma non solo. Bisogna trovare la soluzione dalle rinnovabili. Condivido in pieno il pensiero di Giorgia Meloni quando ritiene ingiusto che il prezzo di tutti i prodotti energetici sia alto. La borsa del gas olandese da un anno a questa parte ha visto aumentare il costo di riferimento di ben 10 volte. Il finanziamento alle aziende non sarebbe una soluzione a lungo termine ma solo tampone. Per questo bisogna trovare alternative, l’Italia deve produrre il gas e l’Adriatico può essere una risorsa, evitiamo che sia soltanto la Croazia a rifornirsi della materia prima”. Una crisi energetica che coinvolge anche le famiglie oltre le aziende. Non a caso, Elena Scarlato fa riferimento a un effetto domino su tutta la filiera. “Con l’aumento dei costi energetici aumentano i costi di produzione e di trasporto. Così, alla fine, tutto si riversa sul consumatore finale. Nelle città a Nord di Napoli, come in tutto il resto della nazione, la vita è diventata molto cara per una parte della popolazione. Bisogna lavorare alacremente, produrre atti parlamentari che siano applicabili in tempi brevi per far respirare le persone. Mancano i soldi nelle famiglie. Credo, però, che la soluzione debba essere trovata nel lavoro. Non possiamo consentire che i soldi arrivino solo attraverso misure di sostegno, ma alle famiglie bisogna fornire opportunità di lavoro”.

In bocca al lupo alla candidata senatrice del nostro Collegio, quindi, nell’auspicio che ogni suo buon proposito possa concretizzarsi in modo atipico rispetto alle abitudini della politica di casa nostra, a cominciare dal suo intento di rendersi portavoce delle principali istanze delle isole e della nostra Ischia in particolare. “Ischia e gli ischitani sono nel mio cuore e resteranno quotidianamente con me in quelli che, spero, saranno i miei giorni e il mio agire da Senatrice della Repubblica“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Caduta massi, allarme sulla ex ss 270 a Cavallaro 

Cadono massi sulla ex se 270 tra Forio e Lacco Ameno. Urge l’immediato intervento delle autorità competenti  a tutela...
In evidenza

Caduta massi, allarme sulla ex ss 270 a Cavallaro 

Cadono massi sulla ex se 270 tra Forio e Lacco Ameno. Urge l’immediato intervento delle autorità competenti  a tutela...