fbpx

La minoranza a Dionigi: «Una commissione consiliare sulla sicurezza del territorio»

L’opposizione guidata da Maria Grazia Di Scala auspica verifiche approfondite sulle aree a rischio idrogeologico con il coinvolgimento dell’Utc

Must Read

Gli eventi del 26 novembre, che hanno messo a nudo la fragilità dell’intero territorio isolano sottoposto al rischio idrogeologico, devono indurre tutti i comuni ad attivarsi per fronteggiare tale pericolo. E’ questo il succo della iniziativa del gruppo di opposizione “Insieme per Barano”, che ha indirizzato al sindaco una nota in cui si avanza una serie di proposte. In primis l’istituzione di una commissione consiliare sulla sicurezza del territorio. Avviando inoltre una approfondita verifica delle aree a rischio con il coinvolgimento dell’Ufficio tecnico comunale.

La minoranza capeggiata da Maria Grazia Di Scala propone in sostanza alla maggioranza una collaborazione su una problematica che è stata troppo a lungo sottovalutata e affrontata solo in emergenza a seguito di tragedie.
Queste le proposte indirizzate Dionigi Gaudioso nell’auspicio che vengano recepite: «Egregio Signor Sindaco, ancora una volta viviamo giornate drammatiche a seguito di eventi calamitosi, ancora una volta la comunità isolana è duramente colpita e deve sopportare la perdita di vite umane.
E’ evidentemente il territorio di Casamicciola che ha subito le conseguenze più gravi, ma anche qui a Barano, fortunatamente senza il coinvolgimento di persone, il forte maltempo di queste settimane ha prodotto una serie di dissesti, più o meno significativi, in diversi punti del territorio comunale, evidenziandone una volta di più la sua fragilità.

Come classe dirigente e amministrativa non dobbiamo fuggire dalle responsabilità e doveri che la funzione ci attribuisce in tema di tutela della sicurezza dei cittadini e di protezione del territorio, in particolare, proprio in merito alla cura del territorio e alla mitigazione del rischio idrogeologico, noi del gruppo “Insieme per Barano” ne abbiamo da sempre fatto un elemento di attenzione e distintivo.
E’ quindi necessaria una maggiore consapevolezza, non possiamo lasciare che la lezione impartitaci da quest’ultima tragedia resti inascoltata. In questa prospettiva proponiamo che un primo passo, significativo di una nuova attenzione su questi temi, possa essere l’istituzione, in seno al consiglio comunale, di una commissione sulla sicurezza del territorio, che possa essere uno strumento utile a veicolare e indirizzare le diverse azioni amministrative sul campo della riduzione del rischio idrogeologico.

Proprio sul tema della consapevolezza del territorio, in questa fase riteniamo sia anche opportuno avviare un approfondimento conoscitivo e di verifica delle diverse situazioni di rischio presenti nel comune anche al fine di stabilire le giuste priorità e programmazione degli interventi risolutivi da attuare; in tale ottica si propone un deciso coinvolgimento della struttura tecnica comunale, che possa farsi protagonista di questa azione, da attuare entro tempi definiti anche e soprattutto a mezzo di opportuni sopralluoghi e visite sul territorio comunale.
Certi che la presente possa trovare accoglimento, restiamo a disposizione e in attesa di un Suo riscontro».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»
In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»