fbpx

La guerra del Demanio e i ricorsi al TAR: ‘U Senatore nun se sta! Il Barone si difende

Must Read

Ida Trofa | Resta caldo il tema concessioni. Bolkeistein o non Bolkestein all’ombra del Fungo la legge sul demanio è una sola: il ricorso al Tar. Sul demanio marittimo di Lacco Ameno c’è una grossa agitazione politica. In questo dicembre più che mai. La minoranza di guidata dal Senatore De Siano affonda la pressione su Pascale con un doppio colpo. Uno politico ed un altro imprenditoriale. Domenico De Siano sul demanio nun se sta! E così, dopo aver chiesto l’accesso agli atti di tutte le concessioni lacchesi, rilancia con un ricorso al TAR avanzato da una delle sue tante società di famiglia. Il comune guidato da Giacomo Pascale prova a difendersi e rilancia

Il settore affari generali infatti con Determinazione Reg. Gen. N. 771 del 30 novembre 2021 ha disposto la costituzione del comune di Lacco Ameno, in persona del sindaco p.t., nel giudizio innanzi al TAR Campania Napoli di cui al ricorso acquisito al protocollo n. 10441 del 7.10.2021 con la nomina del difensore e procuratore speciale dell’ente.
Cosi scrive il responsabile Lucrezia Galano: “Premesso che in data 7.10.2021 è stato acquisito al protocollo dell’Ente n. 10441 ricorso innanzi al T.A.R. Campania – Napoli avverso e per l’annullamento del presunto silenzio – significativo (rigetto) formatosi sull’istanza di accesso agli atti trasmessa – unitamente all’atto di opposizione ex art. 24 cod. nav. dalla società D.M.F s.r.l. al Comune di Lacco Ameno a mezzo pec in data 11.8.2021 e di ogni atto presupposto, connesso e conseguente, nonché per la declaratoria e l’accertamento della fondatezza della predetta istanza di accesso e del conseguente diritto della ricorrente ad esercitare il diritto di ostensione di tutta la documentazione ivi richiesta“.

Pertanto la Galano da atto che “è necessario procedere alla nomina di un difensore e procuratore speciale dell’Ente, attesa l’urgenza di provvedere alla costituzione in giudizio in considerazione della imminenza della prima udienza fissata dal Tar per il prossimo 7.12.2021“

In tal senso gli inquilini della torre lacchese hanno ritenuto di nominare quale difensore per la tutela degli interessi dell’Ente nel predetto giudizio l’avv. Irene Montuori, di Monteforte Irpino con studio in Napoli alla Via Enrico de Marinis, iscritta nell’apposita sezione della Short list degli avvocati del Comune di Lacco Ameno ed esperta nella materia.
Per il menzionato giudizio all’avv. Irene Montuori sarà corrisposta la somma complessiva di € 600,00, oltre i.v.a., c.p.a., spese documentate ed oneri come per legge, per tutta l’attività a svolgersi. I Come sempre, in caso di liquidazione in sentenza a favore del Comune di Lacco Ameno delle spese di giudizio per un importo superiore al corrispettivo come sopra stabilito, le stesse verranno recuperate dal Legale senza alcun onere a carico dell’Ente e verranno trattenute dallo stesso per l’importo eccedente il corrispettivo già liquidato.

La questione concessioni, il caso demaniale di Lacco Ameno, resta il tema dei temi per gli amministratori locali. Oltre la legge, resta il terreno, l’elemento d sfida all’ultimo colpo. Quasi impensabile alle nostre latitudini e con i ben noti accordi politico elettorali del Fungo che potesse essere diversamente. E ci fermiamo qui.

La trasparenza, il percorso verso il rispetto della normativa comunitaria che tutela la concorrenza, a questo punto appare inevitabile anche se, grazie alla burocrazia e leggi che non si applicano ma si interpreteranno, è ancora lungo. Anche gli uffici comunali del comune di Lacco Ameno, nel merito del demanio, sono fermi in attesa di schiarite sulla normativa. In seguito ai recenti disposti di legge, all’intervento del TAR e ovviamente ai siluri politici, e procedure oltre le dichiarazioni di intenti sono di fatto sospese in vista di schiarite e magari di tempi e della concreta attuazione di “norme migliori“

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

«Tira» l’abuso e FLASH. Forio, un comune da super eroi

Quando si dice che l’Italia è un paese che ad agosto va in ferie e che è l’unico nel...