La guerra degli avvocati. Cellammare: “Pecorelle smarrite, rientrate nel gregge”

0

Gaetano Di Meglio | Durante lo sciopero per la sanità, appena dopo il suo intervento e, ancora carico di adrenalina, il presidente degli avvocati ischitani, Francesco Cellammare, ci ha rilasciato una breve dichiarazione in merito alla crisi che lo vede come protagonista nella gestione dell’associazione. «Io credo che non ci dobbiamo lasciare distrarre da queste cose, ma pensare agli obiettivi. Le nostre battaglie le conoscono tutti, condotte prima da Giampaolo e poi da me, insieme a tutta l’avvocatura ischitana. Siamo sempre stati uniti e credo lo siamo ancora. Ci sono 5 o 6 avvocati che, purtroppo, hanno manifestato il loro dissenso, democraticamente, in assemblea. Io voglio precisare che non sono né presidente a vita e né presidente neo eletto. Io ero presidente e l’assemblea ha voluto darmi fiducia per arrivare a questa legge di stabilizzazione e confermare il mandato dato dall’assemblea lo scorso anno. Sulla bilancia c’era da valutare o la prosecuzione del direttivo per il raggiungimento di questa legge di stabilizzazione, o nuove elezioni. L’assemblea si è pronunciata in maniera chiara e netta. Mi spiace usare questa immagine, ma vorrei dire alle pecorelle smarrite “rientrate nel gregge”. Solo il gregge unito potrà ottenere e raggiungere gli obiettivi che ci auspichiamo di raggiungere nel minor tempo possibile. Volevo dire che dobbiamo essere concentrati sulla risoluzione dei problemi. Anzi mi auguro che entro il mese prossimo venga approvata questa legge così mi farò da parte per il piacere di questi colleghi e per il quieto vivere, sono prontissimo a fare un passo indietro per l’unità ed il bene dell’avvocatura, se il problema sono io. Non credo di esserlo perché l’assemblea si è pronunciata. Ma ripeto spero si giunga quanto prima alle elezioni per rinnovare anche la rappresentanza locale dell’avvocatura. Io sarò il più felice di tutti a farmi da parte.»
Le pecorelle smarrite, ascolteranno la voce del presidente Cellammare?

www.ildispari.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui