La convivenza | #4WD

4WARD today di Davide Conte di Sabato 07 Dicembre 2019

0

Civile o meno che sia, ho sperimentato sulla mia pelle che la convivenza rappresenti il banco di prova ideale per un’unione duratura e a prova di scossoni e crisi del settimo anno o giù di lì.

A suo tempo, quando decisi con Catrin di compiere questo passo lungo ben sette anni e propedeutico al nostro matrimonio, dovemmo innanzitutto scontrarci con la mentalità della mia compianta Mamma, ancorata com’era a principi d’un tempo e, a mio giudizio, da tempo non più attuali e attuabili a tutti i costi. Ci volle molto per farglielo digerire, non certo con un aut aut fuori luogo che non avrebbe meritato, ma con il più classico degli esempi: meglio contravvenire ad una regola della chiesa a fin di bene, o rischiare che la condivisione improvvisa di un tetto, un letto, un bilancio familiare e una quotidianità possa poi compromettere un rapporto coniugale, magari in presenza di figli, a causa di un’inaspettata incompatibilità?

Sia chiaro, non credo che convivere prima del matrimonio rappresenti la garanzia al cento per cento di non lasciarsi mai, così come sono convinto che l’arrivo di un figlio meriti un papà e una mamma regolarmente sposati; ma di certo posso testimoniare che tale status offra un prezioso contributo alla tempra di un’unione siglata col sigillo di una conoscenza quasi perfetta e di una maggiore, acquisita capacità e predisposizione ad affrontare con coesione e complicità sia la buona sia la cattiva sorte.

In un’Italia in cui ci si sposa sempre più tardi e, soprattutto, sempre meno, proprio la Chiesa innovatrice di Papa Francesco, piuttosto che continuare ad applicare in modo tutt’altro che omogeneo regole assurde (tipo quelle che negano i sacramenti a coniugi separati e divorziati), potrebbe rendersi promotrice di forme diverse di avviamento ed educazione all’unione (proprio come la convivenza) e decisamente più preziose di certi corsi prematrimoniali in parrocchia: sarebbe una svolta importante per sovvertire questa pericolosa deriva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui