La carica dei 64 | #4WD

4WARD today di Davide Conte di Giovedì 19 Dicembre 2019

1

Ero sicuro che non si sarebbero arresi e così è stato! La sessantaquattresima firma è arrivata e adesso il taglio dei parlamentari, quello che avrebbe portato un risparmio di “ben” cento milioni di euro l’anno, sarà sottoposto a referendum popolare confermativo.

In un momento in cui, in vista di probabili future elezioni a breve termine (salvo improvviso consolidamento di una maggioranza PD-M5S che ha cominciato a scricchiolare ancor prima di costituirsi), già la ricandidatura -ancor prima della rielezione- rappresenta un obiettivo tutt’altro che alla portata di tutti, ecco venir fuori tutta la sete di tutela delle poltrone da parte degli inquilini di Montecitorio e Palazzo Madama. Tra loro, anche parlamentari che nello scorso ottobre avevano votato a favore e oggi, trincerandosi dietro il più classico dei “che male c’è se si consente al popolo sovrano di confermare o revocare il provvedimento?”, provano l’ultima carta per preservare il più possibile seggio, diaria e privilegi.

Non so cosa ne pensiate Voi, ma personalmente ritengo che il taglio dei parlamentari rappresenti il provvedimento qualunquista per eccellenza, una sorta di punizione esemplare che i paladini dell’antipolitica vogliono ottenere a tutti i costi per riempirsi la bocca e sentirsi appagati, facendo finta di accorgersi che quella forma di risparmio, goccia nell’oceano di un bilancio dello Stato che fa acqua da tutte le parti e con cifre decisamente più considerevoli, altro non è che un’ulteriore privazione di rappresentatività per la gente e una probabile, ulteriore riduzione dell’efficacia operativa delle due Camere.

Amici, credetemi: l’ultima cosa di cui l’Italia ha bisogno sono i colpi ad effetto di questa cosiddetta Terza Repubblica! Ci sono ben altre priorità di cui i nostri governanti nazionali dovrebbero occuparsi, anziché far finta di legiferare contro la loro stessa casta per accontentare la smania di sensazionalismo dei grillini. Come dire… guagliù, ‘e maccarune iènchiene ‘a panza!

1 commento

  1. Ben detto, bravo Davide Conte!
    A questo punto, perché non aboliamo pure le elezioni? Chissà quanti milioni risparmieremo!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui