lunedì, Aprile 12, 2021

La capitale della Cultura è Procida! Dino Ambrosino: “rendere orgogliosa l’Italia per questa scelta”

Franceschini: "Un segnale per guardare al futuro". De Luca: “Grande Soddisfazione, Occasione Straordinaria”.

In primo piano

La Capitale italiana della cultura per il 2022 è Procida! Lo ha deciso la Giuria per la selezione della città Capitale italiana della cultura 2022 presso il ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo.

“Procida può essere considerata una metafora di tanti luoghi, di tante amministrazioni, di tante comunità che hanno riscoperto l’entusiasmo e l’orgoglio del loro territorio e che con questo titolo vogliono costruire un riscatto importante per le proprie terre”. Sono queste le parole di Dino Ambrosino, il sindaco di Procida rilasciate negli attimi successi alla nomina. Siamo onorati – continua il primo cittadino – e facciamo i complimenti a tutte le altre città di cui abbiamo visto i dossier e abbiamo studiato le proposte culturali e come la cultura, per noi e per loro, possa essere uno straordinario detonatore del piano strategico di rilancio. Vi ringraziamo per questa enorme opportunità storica per un piccolo Comune, per una piccola isola – ha aggiunto – che senz’altro coglieremo lavorando sodo per rendere orgogliosa l’Italia per questa scelta”. Il progetto di candidatura presentato dall’isola di Procida è stato scelto tra quelli delle dieci finaliste su 28 candidate.

De Luca: “Grande Soddisfazione, Occasione Straordinaria”.
“Esprimiamo la nostra gioia – ha dichiarato il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca – e la grande soddisfazione per la scelta di Procida come Capitale italiana della Cultura 2022. L’isola di Procida è uno dei luoghi più suggestivi e caratteristici della Campania per le bellezze ambientali, per la sua storia e le sue storie, per i suoi borghi e le sue spiagge. E’ un luogo assolutamente affascinante che sottolinea le molte bellezze della nostra terra. Ha vinto un progetto bellissimo, di valorizzazione dell’isola e della Campania, a cui Regione e Comune hanno creduto. E’ un’occasione straordinaria di proiezione della nostra Regione sul piano internazionale sulla scia del grande successo delle Universiadi 2019. Presenteremo nei prossimi giorni i contenuti del progetto”.

“Complimenti a Procida e alla sua comunità per avere ottenuto il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2022. Per tutti noi – scrive in una nota Severino Nappi, consigliere regionale della Lega in Campania – e per il Paese è una grande gioia. Per la Campania simboleggia la ripresa, occasione di sviluppo economico, posti di lavoro e Pil che cresceranno, motivo per il quale in commissione Cultura della Regione Campania la Lega ha sostenuto la candidatura della nostra bellissima isola. Lavoriamo oggi per costruire insieme un futuro migliore domani”.

“Viva Procida che ci accompagnerà nell’anno della ripartenza. Oggi è un segnale per guardare al futuro”, commenta il ministro Franceschini. “E’ un anno complicato per tutti – continua il ministro – stiamo cercando di sostenere in ogni modo le attività culturali e turistiche e la designazione oggi della capitale italiana della cultura per il 2022 è un segnale per il futuro, la ripresa. Nel 2022 saremo tornati alla normalità e la cultura e il turismo torneranno importanti e fortissimi come lo erano prima della pandemia”, poi ha sottolineato come “l’ideazione della capitale italiana della cultura che risale al 2014, determina un percorso di valorizzazione di tutte le città al di là della vincitrice, mettendo in moto un meccanismo virtuoso e attrattivo, come per i candidati all’Oscar”.

- Advertisement -

3 Commenti

  1. Mah
    quale sarebbe questa cultura,che i procidesi tanto decantano?
    Il carcere sgarrupato pieno di amianto e munnezza ?

  2. Un’altro grande successo di Dino Ambrosino.
    Purtroppo saranno in molti a dolersi, a partire da qualche sindaco d’Ischia per finire a qualche Muro destinato a diventare sempre di più parracina….
    Ad maiora Dino Ambrosino

  3. Gioisco con Il Sindaco di Procida Dino Ambrosino e la Sua Giunta ed il Consiglio Comunale per il grande successo ottenuto; un successo di non poco conto per l’ isola che premia Procida con il suo ricco patrimonio culturale ed un progetto amministrativo di rilancio ed un impegno istituzionale non indifferente ! E’ una grande occasione di mobilitazione popolare perché il 2022 possa rappresentare l’avvio di un nuovo sviluppo nella conservazione e valorizzazione che sia anche di conquista di servizi e di valori nella eco-sostenibilità di ogni attività umana ed istituzionale; una grande occasione da non sciupare anche per la vicina isola d’Ischia e per tutta l’area flegrea!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Serrara Fontana, impazza il “cane sciolto”. L’excusatio non petita accusatio manifesta di Daniele Trofa

Gaetano Di Meglio | Lo scontro politico a Serrara Fontana inizia a prendere forma. Dopo le accuse, le repliche...
- Advertisement -