fbpx

La ballata degli elefanti “sovvertita” | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 21 luglio 2022

Must Read

L’annuncio della nuova giunta comunale di Enzo Ferrandino, pervenuto in conferenza stampa dopo ben trentotto giorni dalla sua rielezione senza avversari, mi ha ricordato una canzoncina dello Zecchino d’Oro 1970, “La ballata degli elefanti”, che nel refrain rimarca “un passo indietro, tre passi avanti” come movimento coreografico dei pachidermi protagonisti.

Ebbene, ieri Enzo è stato in grado di sovvertire tale ordine: perché se da una parte trovo lodevole il tentativo di affidare finalmente la programmazione turistica del nostro Comune ad un esperto ampiamente titolato come Josep Ejarque e non al primo “scappato di casa” senza arte né parte presente nella sua compagine, dando così per la prima volta in cinque anni l’idea di saper guardare ad un futuro ancora possibile (appunto, il passo in avanti), dall’altra l’annuncio di una giunta inspiegabilmente monca, quello della Festa di Sant’Anna ancora una volta a soli sette giorni dall’evento ed il segno della continuità di una gestione totalmente e indisturbatamente monocratica della macchina politica ed amministrativa, per buona pace di tutti quelli -contenti e scontenti- che lo circondano (ecco i tre passi indietro), ci fa bruscamente ritornare con i piedi per terra nel panorama desolante che si è chiuso e riaperto in maniera impietosa e in barba a chi ancora fa funzionare il cervello in autonomia e libertà.

Oltretutto, devo anche notare che si sono verificate quasi tutte le mie previsioni: tra queste, Gianluca Trani non se l’è sentita di entrare in Giunta e lasciare il posto alla Lubrano, perché non si fida di alcuno (men che meno del suo sindaco), preferendo così di optare per un nuovo mandato da presidente del consiglio comunale (saranno tutti d’accordo sul suo nome? Vedremo!); mentre Ida De Maio, forte del rapporto fiduciario con il primo cittadino e del supporto dei suoi tre alfieri in consiglio, ha accettato di buon grado non solo il ruolo di vice ma anche l’investitura di fatto da successore.
Calma apparente, quindi, in Via Iasolino: conto che prima del previsto se ne vedranno delle belle!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ciro Re arresta il “bulgaro” mano lunga

Forse è la parola fine. Il vicequestore Ciro Re ha arrestato, personalmente, il cittadino bulgaro, più volte denunciato a...
In evidenza

Ciro Re arresta il “bulgaro” mano lunga

Forse è la parola fine. Il vicequestore Ciro Re ha arrestato, personalmente, il cittadino bulgaro, più volte denunciato a...