Isolane, super derby Barano-Forio, Ischia a Pianura, Lacco col Plajanum

0

Siamo di fronte ad un altro fine settimana davvero importantissimo e ricco di appuntamenti da non perdere per gli appassionati di calcio e dei campionati regionali in particolare. Le 5 squadre isolane (Barano e Real Forio in Eccellenze, Ischia, Lacco Ameno e Procida in Promozione) saranno impegnate fra oggi pomeriggio e domani nel sesto turno dei rispettivi tornei. Quindi, per la massima categoria regionale, alle 15:30 al Don Luigi Di Iorio ci sarà il derby fra Barano e Real Forio. In Promozione, oggi pomeriggio alle 15:00, il Procida ospiterà al V. Patalano il San Giuseppe, mentre il Lacco Ameno sarà ospite del Plajanum all’Antonio Landieri di Scampia alle 15:30. Domani mattina alle 11:30, l’Ischia farà visita (al Simpatia) il Pianura 1977.

BARANO – Settimana tosta in casa Barano. Mister Nunzio Gagliotti è andato molto vicino all’esonero (cruciale per la sua riconferma una riunione fra lui, squadra e società negli spogliatoi dopo la sconfitta di Volla) e certamente la sua panchina non gode di ottima salute. Il derby col Real Forio capita a puntino, o forse no, visto che la partita di oggi amplifica qualsiasi risultato ne esca fuori. Con il fantasma di Gianni Di Meglio che aleggia su di lui, il mister degli aquilotti non ha vissuto una settimana semplice e sa che la sua squadra non potrà sbagliare.
Tanto più che dovrà fare ancora a meno di due elementi fondamentali al suo scacchiere. Infatti, lo staff tecnico baranese non avrà a disposizione degli squalificati Christian Piccirillo (importante ex) e Gianmarco Grimaldi. Entrambi sono arrivati all’ultimo turno di squalifica. Il Barano dovrebbe giocare così: Di Chiara in porta, la linea difensiva formata da Cuomo, Mangiapia, Capuano e Marotta, quella di centrocampo composta da Scritturale, Di Spigna e Vincenzi, con D’Antonio, Arcamone e Selva in attacco.

REAL FORIO – Settimana tranquilla in quel di Forio per i biancoverdi allenati da Mimmo Citarelli. Il pareggio ottenuto contro la Puteolana 1902 ha riscattato la rosa foriana dopo la disfatta patita a Bacoli e messo un punticino in più in classifica, in attesa che la Corte D’Appello possa regalare anche i pesantissimi 3 punti della partita contro il Frattamaggiore. Intanto, il derby col Barano è innanzitutto uno scontro salvezza, nel quale la compagine del presidente Luigi Schiano deve badare a conservare la posizione di vantaggio in classifica rispetto agli aquilotti. Un mister Citarelli un pò raffreddato ha lavorato con il gruppo al completo negli ultimi giorni, tranne qualche piccolo inconveniente fisico brillantemente superato dai suoi. Per quanto riguarda gli uomini a disposizione, quindi, lo staff tecnico foriano non pare avere problemi di sorta. La formazione che il tecnico del Real Forio potrebbe mandare in campo, dovrebbe essere questa: oltre a D’Errico in porta, ci potrebbero essere Fiorentino, Iacono, Di Costanzo e Salatiello (Barbato), con Varrella, Trofa D., Conte e Errico a centrocampo, più Coppola e Savio in avanti.

DERBY CALDO – Sono tanti anche i motivi di interesse non prettamente tecnico tattici del derby fra Barano e Forio di oggi. L’estate è trascorsa fra una iniziale fuga di calciatori dalle chianole a Forio (vedi Di Costanzo e Conte) e con Scritturale che avrebbe voluto fare la stessa strada, ma gli è stato impedito. Il Real Forio ha ceduto l’under Giuliano Castaldi al Barano proprio per ottenere il classe 2000 dagli aquilotti, che però gli hanno sbattuto la porta in faccia. Nel Barano giocano Alfredo Capuano e Gianluigi Mangiapia, che nella passata stagione composero la coppia di difensori centrali all’ombra del Torrione, più l’altro ex Piccirillo (un vero apolide del calcio). Grande ex è, ovviamente Pasquale Savio, che col Barano ha (fra le altre cose) conquistato la storica prima promozione in Eccellenza. Poi c’è Gabriele Sirabella, oggi a Barano, che ha vissuto mezza stagione anche in maglia biancoverde. Arbitro del derby sarà Francesco D’Andria della sezione di Nocera Inferiore (Assistenti: Francesco Benevento e Gianluca Nocera di Nocera Inferiore).

ISCHIA – Dentro o fuori. L’Ischia a Pianura non può proprio sbagliare. La squadra di Billone Monti ha già lasciato troppi punti per strada ed una sconfitta con quella pare essere l’unica diretta concorrente alla vittoria del campionato aprirebbe un solco fra le due, oltre ad un vero e proprio processo a tutto l’ambiente gialloblu. Comunque, l’Ischia ha tutte le carte in regola per fare suo il match ed accorciare a 3 i punti di distacco dalla compagine di Savio Sarnataro. “Andremo lì per giocare la nostra partita, imporre il nostro gioco, perché siamo una squadra forte e dobbiamo pensare solo a noi. Il Pianura è una squadra forte e lo ha dimostrato stando la sopra. Però, noi cercheremo di ridurre la distanza”, ha affermato il difensore gialloblu Pasquale Chiariello ai nostri microfoni.
Un po’ un rebus la formazione con cui potrebbero scendere in campo gli isolani. Possibile il ritorno di Mennella fra i pali, e con lui dovrebbero scendere in campo Invernini, Chiariello, Monti jr e Pistola sulla linea difensiva, Esposito, Sogliuzzo e Saurino a centrocampo, più Rubino (Iattarelli) assistito da Gigio Trani e Castagna in avanti. Nel caso in cui basso a destra dovesse giocare Aiello, spazio ad Invernini in avanti con presumibilmente Trani lasciato in panchina. A centrocampo, nel ruolo di under, può giocare anche Nicola Di Meglio. Se Billone dovesse confermare l’under in porta (Mario Di Meglio), spazio a Kikko Arcamone a centrocampo con le varianti under previste con Aiello ed Invernini. Arbitro della partita sarà Giorgio Guarino della sezione di Avellino (Assistenti: Carlo D’Afiero di Frattamaggiore e Pasquale Di Matteo di Napoli)

LACCO AMENO – Dopo la ulteriore bella prova di mercoledì scorso in Coppa (successo in casa del Quartograd), il Lacco Ameno fa visita al fanalino di coda Plajanum Chiaiano con l’intenzione di fare bottino pieno. I lacchesi di mister Angelo Iervolino sono in forma ed intendono riprendere la marcia anche in campionato, fermatasi al palo solo nel derby di sabato scorso contro il Procida. Per quanto riguarda gli uomini a disposizione, lo staff tecnico rossonero deve valutare le condizioni di Giovanni Filosa, uscito malconcio dalla gara di Coppa, e Ciro Barile, problemi all’adduttore, mentre Claudio Mazzella è in forse per problemi di lavoro che terranno lontano dalla gara Luciano Tessitore. Il 4-2-3-1 del mister isolano potrebbe prevedere Mazzella (Petrone) in porta, Capuano, Muscariello M., Monti e Romano sulla linea difensiva, Montagnaro e Barile a centrocampo con Cantelli, Iovene, Matarese e Barbieri (Filosa) ad occupare le 4 posizioni avanzate. Arbitro della contesa sarà Bruno Tierno della sezione di Sala Consilina (Assistenti: Mario Cammarota di Nola e Vincenzo Castropignano di Ercolano).

PROCIDA – Con lo Spinetti che diventa sempre più verde (i lavori di rifacimento del manto in sintetico dell’impianto procidano hanno preso finalmente una piega più che positiva), il Procida si appresta a giocare una delle sue ultime partite “casalinghe” al Patalano di Lacco Ameno. I biancorossi ospiteranno il San Giuseppe, compagine non di primissimo piano. La marcia dei ragazzi allenati da Giovanni Iovine (3 risultati utili di fila, con 2 successi consecutivi) ci hanno fatto dimenticare gli infiniti disagi nei quali sono stati costretti a muoversi. Disagi che, man mano stanno rientrando, anche se per la gara di oggi lo staff tecnico biancorosso dovrà fare ancora a meno di uomini importanti. Oltre a Fabrizio Muro, che è all’estero, saranno assenti anche gli infortunati Dylan Landieri (ha iniziato il potenziamento del quadricipite solo in settimana e probabilmente resterà indisponibile anche per la prossima) e Stany Mazzella (ha iniziato a corricchiare solo giovedì, ma dalla prossima ci sarà). In compenso, rientra dalla squalifica Vittorio De Luise. Arbitro della sfida Nicola Esposito della sezione di Napoli (Assistenti: Giuseppe Orazio di Frattamaggiore e Ferdinando Chianese di Napoli).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui